dÒkimoj (dokimos)

da dokšw
TDNT - 2: 255,183
Numero Strong: G1384
aggettivo

1) accettato, particolarmente di monete e soldi
2) accettato, piacevole, accettabile
Nel mondo antico non c'era nessun sistema bancario come lo conosciamo oggi, e nessun denaro cartaceo. Tutto il denaro era fatto di metallo, riscaldato fino a diventare un liquido, e poi versato in terricci e lasciato raffreddare. Quando le monete erano raffreddate, era necessario lisciare gli orli. Le monete erano relativamente molli e naturalmente molti le radevano il più possibile. In un secolo, più di ottanta leggi furono approvate in Atene, per fermare la pratica di radere le monete allora in circolazione. Ma alcuni cambiavalute erano uomini di integrità, che non accettavano soldi fasulli. Erano uomini di onore che mettevano in circolazione solo soldi genuini del giusto peso. Tale uomini venivano chiamati "dokimos" o "approvati" (Donald Barnhouse).

dÒkimoi: nom. pl. masc.
dÒkimon: acc. sing. masc.
dÒkimoj: nom. sing. masc.

(+g…nomai) superare: 1
approvare: 4
dare buono provare: 1
ragionare: 1
Totale: 7

Trova parola:

a b c d e f g h i k l m n o p r s t x z