C.E.I.:

1Re 21,4

Acab se ne andò a casa amareggiato e sdegnato per le parole dettegli da Nabot di Izreèl, che aveva affermato: «Non ti cederò l'eredità dei miei padri». Si coricò sul letto, si girò verso la parete e non volle mangiare.

Ester 5,13

Ma tutto questo non mi basta, fin quando io vedrò Mardocheo, il Giudeo, restar seduto alla porta del re».

1Corinzi 10,10

Non mormorate, come mormorarono alcuni di essi, e caddero vittime dello sterminatore.

Nuova Riveduta:

1Re 21,4

E Acab se ne tornò a casa sua triste e irritato per quella parola dettagli da Nabot d'Izreel: «Io non ti darò l'eredità dei miei padri!» Si gettò sul suo letto, voltò la faccia verso il muro, e non prese cibo.

Ester 5,13

Ma tutto questo non mi soddisfa, finché vedrò quel Giudeo Mardocheo sedere alla porta del re».

1Corinzi 10,10

Non mormorate come alcuni di loro mormorarono, e perirono colpiti dal distruttore.

Nuova Diodati:

1Re 21,4

Perciò Achab tornò a casa sua triste e adirato per la risposta che Naboth di Jezreel gli aveva dato: «Non ti cederò l'eredità dei miei padri!». Si gettò sul suo letto, volse la faccia da un lato e non volle prendere cibo.

Ester 5,13

Ma tutto questo non mi basta fin quando vedrò Mardocheo, il Giudeo, sedere alla porta del re».

1Corinzi 10,10

E non mormorate, come alcuni di loro mormorarono, per cui perirono per mezzo del distruttore.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)