C.E.I.:

1Samuele 2,25

Se un uomo pecca contro un altro uomo,
Dio potrà intervenire in suo favore,
ma se l'uomo pecca contro il Signore,
chi potrà intercedere per lui?».
Ma non ascoltarono la voce del padre, perché il Signore aveva deciso di farli morire.

Atti 5,4

Prima di venderlo, non era forse tua proprietà e, anche venduto, il ricavato non era sempre a tua disposizione? Perché hai pensato in cuor tuo a quest'azione? Tu non hai mentito agli uomini, ma a Dio».

Salmi 5,4

Al mattino ascolta la mia voce;
fin dal mattino t'invoco e sto in attesa.

Nuova Riveduta:

1Samuele 2,25

Se un uomo pecca contro un altro uomo, Dio lo giudica; ma se pecca contro il SIGNORE, chi intercederà per lui?» Quelli però non diedero ascolto alla voce del loro padre, perché il SIGNORE li voleva far morire.

Atti 5,4

Se questo non si vendeva, non restava tuo? E una volta venduto, il ricavato non era a tua disposizione? Perché ti sei messo in cuore questa cosa? Tu non hai mentito agli uomini ma a Dio».

Salmi 5,4

poiché tu non sei un Dio che prenda piacere nell'empietà;
presso di te il male non trova dimora.

Nuova Diodati:

1Samuele 2,25

Se un uomo pecca contro un altro uomo, DIO lo giudica, ma se un uomo pecca contro l'Eterno, chi intercederà per lui?». Ma essi non diedero ascolto alla voce del loro padre, perché l'Eterno voleva farli morire.

Atti 5,4

Se questo restava invenduto, non rimaneva tuo? E il ricavato della vendita non era forse a tua disposizione? Perché ti sei messo in cuore questa cosa? Tu non hai mentito agli uomini, ma a Dio!».

Salmi 5,4

perché tu non sei un Dio che prende piacere nell'empietà; con te non può dimorare il male.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)