C.E.I.:

2Samuele 23,1-7

1 Queste sono le ultime parole di Davide:
«Oracolo di Davide, figlio di Iesse,
oracolo dell'uomo che l'Altissimo ha innalzato,
del consacrato del Dio di Giacobbe,
del soave cantore d'Israele.
2 Lo spirito del Signore parla in me,
la sua parola è sulla mia lingua;
3 il Dio di Giacobbe ha parlato,
la rupe d'Israele mi ha detto:
Chi governa gli uomini ed è giusto,
chi governa con timore di Dio,
4 è come la luce del mattino
al sorgere del sole,
in un mattino senza nubi,
che fa scintillare dopo la pioggia
i germogli della terra.
5 Così è stabile la mia casa davanti a Dio,
perché ha stabilito con me un'alleanza eterna,
in tutto regolata e garantita.
Non farà dunque germogliare
quanto mi salva
e quanto mi diletta?
6 Ma gli scellerati sono come spine,
che si buttano via a fasci
e non si prendono con la mano;
7 chi le tocca usa un ferro o un'asta di lancia
e si bruciano al completo nel fuoco».

Nuova Riveduta:

2Samuele 23,1-7

Ultime parole di Davide
2S 7:12-16; Sl 72; Is 11:1-5; Gr 33:14, ecc.; Lu 1:30-33
1 Queste sono le ultime parole di Davide:
«Parola di Davide, figlio d'Isai,
parola dell'uomo che fu elevato ad alta dignità,
dell'unto del Dio di Giacobbe,
del dolce cantore d'Israele:
2 lo Spirito del SIGNORE ha parlato per mio mezzo
e la sua parola è stata sulle mie labbra.
3 Il Dio d'Israele ha parlato,
la Rocca d'Israele mi ha detto:
"Colui che regna sugli uomini con giustizia,
colui che regna con timore di Dio,
4 è come la luce mattutina,
quando il sole si alza in un mattino senza nuvole
e con il suo splendore, dopo la pioggia,
fa spuntare l'erbetta dalla terra".
5 Non è così della mia casa davanti a Dio?
Poich'egli ha stabilito con me un patto eterno,
ben regolato in ogni punto e perfettamente sicuro.
Non farà egli germogliare la mia completa salvezza
e tutto ciò che io bramo?
6 Ma gli scellerati tutti quanti sono come spine che si buttano via
e non si prendono con la mano;
7 chi le tocca si arma di un ferro o di un'asta di lancia,
e si bruciano interamente là dove sono».

Nuova Diodati:

2Samuele 23,1-7

Ultime parole di Davide
1 Queste sono le ultime parole di Davide. Così dice Davide, figlio di Isai, così dice l'uomo che fu elevato in alto, l'unto del DIO di Giacobbe, il dolce cantore d'Israele: 2 «Lo Spirito dell'Eterno ha parlato per mezzo mio e la sua parola è stata sulle mie labbra. 3 Il DIO d'Israele ha parlato, la Rocca d'Israele mi ha detto: "Colui che regna sugli uomini con giustizia, colui che regna col timore di DIO, 4 è come la luce del mattino al sorgere del sole, in un mattino senza nuvole, come lo splendore dopo la pioggia, che fa spuntare l'erbetta dalla terra". 5 Non è forse così la mia casa davanti a DIO? Poiché egli ha stabilito con me un patto eterno, ordinato in ogni cosa e sicuro. Non farà egli germogliare la mia completa salvezza e tutto ciò che io desidero? 6 Ma gli scellerati saranno tutti quanti buttati via come le spine, perché non si possono prendere con le mani. 7 Chi le tocca si arma di un ferro o di un'asta di lancia, esse sono interamente bruciate sul posto col fuoco».


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)