C.E.I.:

Abdia 15-21

15 Perché è vicino il giorno del Signore
contro tutte le genti.
Come hai fatto tu, così a te sarà fatto,
ciò che hai fatto agli altri ricadrà sul tuo capo.
16 Poiché come avete bevuto sul mio monte santo
così berranno tutte le genti senza fine,
berranno e tracanneranno:
e saranno come se non fossero mai stati.
17 Ma sul monte Sion vi saranno superstiti e saranno santi
e la casa di Giacobbe avrà in mano i suoi possessori.
18 La casa di Giacobbe sarà un fuoco
e la casa di Giuseppe una fiamma,
la casa di Esaù sarà come paglia:
la bruceranno e la consumeranno,
non scamperà nessuno della casa di Esaù,
poiché il Signore ha parlato.
19 Quelli del Negheb possederanno il monte d'Esaù
e quelli della Sefèla il paese dei Filistei;
possederanno il territorio di Efraim e di Samaria
e Beniamino il Gàlaad.
20 Gli esuli di questo esercito degli Israeliti
occuperanno Canaan fino a Sarèfta
e gli esuli di Gerusalemme, che sono in Sefaràd,
occuperanno le città del Negheb.
21 Saliranno vittoriosi sul monte Sion
per governare il monte di Esaù
e il regno sarà del Signore.

Nuova Riveduta:

Abdia 15-21

15 Infatti il giorno del SIGNORE è vicino per tutte le nazioni
e come hai fatto, così sarà fatto a te:
le tue azioni ti ricadranno sul capo.
16 Come voi avete bevuto sul mio monte santo,
così berranno tutte le nazioni;
berranno e si ingozzeranno,
e saranno come se non fossero mai state.

(Gl 3:17, 19; Is 11:11-14)(Ez 37:21-28; Mi 4:6-7)
17 Ma sul monte Sion ci saranno degli scampati, ed esso sarà santo;
e la casa di Giacobbe possederà ciò che le appartiene.
18 La casa di Giacobbe sarà un fuoco, e la casa di Giuseppe una fiamma;
e la casa d'Esaù come paglia
che essi incendieranno e consumeranno;
non rimarrà più nulla della casa di Esaù»,
perché il SIGNORE ha parlato.
19 Quelli della regione meridionale possederanno il monte di Esaù;
quelli della pianura possederanno il paese dei Filistei,
il territorio di Efraim e quello di Samaria;
e Beniamino possederà Galaad.
20 I deportati di questo esercito, i figli d'Israele,
possederanno il paese dei Cananei fino a Sarepta,
e i deportati di Gerusalemme che sono a Sefarad,
possederanno le città della regione meridionale.
21 I salvati saliranno sul monte Sion
per giudicare la montagna di Esaù.
Allora il regno sarà del SIGNORE.

Nuova Diodati:

Abdia 15-21

15 Poiché il giorno dell'Eterno è vicino per tutte le nazioni; ciò che hai fatto ad altri sarà fatto a te, la retribuzione delle tue azioni ricadrà sul tuo capo. 16 Poiché come avete bevuto sul mio monte santo, così berranno tutte le nazioni del continuo; sì, berranno, ingoieranno e saranno come se non fossero mai state».

Il ristabilimento d'Israele
17 «Ma sul monte di Sion vi saranno i superstiti e sarà un luogo santo; e la casa di Giacobbe entrerà in possesso delle sue proprietà. 18 La casa di Giacobbe sarà un fuoco e la casa di Giuseppe una fiamma, ma la casa di Esaù sarà come stoppia: essi la incendieranno e la divoreranno, e alla casa di Esaù non rimarrà più alcun superstite», perché l'Eterno ha parlato. 19 Quelli del Neghev possederanno il monte di Esaù e la pianura del paese dei Filistei, possederanno anche i campi di Efraim e i campi di Samaria e Beniamino possederà Galaad. 20 Gli esuli di questo esercito dei figli d'Israele che sono fra i Cananei, possederanno il paese fino a Sarepta, gli esuli di Gerusalemme che sono a Sefarad possederanno le città del Neghev. 21 Allora dei liberatori saliranno sul monte Sion per giudicare il monte di Esaù, e il regno sarà dell'Eterno.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)