C.E.I.:

Filippesi 3,14

corro verso la mèta per arrivare al premio che Dio ci chiama a ricevere lassù, in Cristo Gesù.

Filippesi 3,20

La nostra patria invece è nei cieli e di là aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo,

Filippesi 4,3

E prego te pure, mio fedele collaboratore, di aiutarle, poiché hanno combattuto per il vangelo insieme con me, con Clemente e con gli altri miei collaboratori, i cui nomi sono nel libro della vita.

Nuova Riveduta:

Filippesi 3,14

corro verso la mèta per ottenere il premio della celeste vocazione di Dio in Cristo Gesù.

Filippesi 3,20

Quanto a noi, la nostra cittadinanza è nei cieli, da dove aspettiamo anche il Salvatore, Gesù Cristo, il Signore,

Filippesi 4,3

Sì, prego pure te, mio fedele collaboratore, vieni in aiuto a queste donne, che hanno lottato per il vangelo insieme a me, a Clemente e agli altri miei collaboratori i cui nomi sono nel libro della vita.

Nuova Diodati:

Filippesi 3,14

proseguo il corso verso la mèta, verso il premio della suprema vocazione di Dio in Cristo Gesù.

Filippesi 3,20

La nostra cittadinanza infatti è nei cieli, da dove aspettiamo pure il Salvatore, il Signor Gesù Cristo,

Filippesi 4,3

Prego anche te, vero compagno, sovvieni a queste donne, le quali hanno combattuto con me nell'evangelo, insieme con Clemente e gli altri miei compagni d'opera, i cui nomi sono nel libro della vita.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)