C.E.I.:

Matteo 22,21

Gli risposero: «Di Cesare». Allora disse loro: «Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio».

Romani 13,5

Perciò è necessario stare sottomessi, non solo per timore della punizione, ma anche per ragioni di coscienza.

Ecclesiaste 8,4

Infatti, la parola del re è sovrana; chi può dirgli: «Che fai?».

1Tessalonicesi 5,21

esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono.

Nuova Riveduta:

Matteo 22,21

Gli risposero: «Di Cesare». E Gesù disse loro: «Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare, e a Dio quello che è di Dio».

Romani 13,5

Perciò è necessario stare sottomessi, non soltanto per timore della punizione, ma anche per motivo di coscienza.

Ecclesiaste 8,4

perché la parola del re è potente; e chi gli può dire: «Che fai?»

1Tessalonicesi 5,21

ma esaminate ogni cosa e ritenete il bene;

Nuova Diodati:

Matteo 22,21

Essi gli dissero: «Di Cesare». Allora egli disse loro: «Rendete dunque a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio».

Romani 13,5

Perciò è necessario essergli sottomessi, non solo per timore dell'ira ma anche per ragione di coscienza.

Ecclesiaste 8,4

Infatti la parola del re è potente; e chi gli può dire: «Che cosa fai?».

1Tessalonicesi 5,21

Provate ogni cosa, ritenete il bene.

Dimensione testo:


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)