C.E.I.:

Osea 12,13-14,10

12,13 Giacobbe fuggì nella regione di Aram,
Israele prestò servizio per una donna
e per una moglie fece il guardiano di bestiame.
14 Per mezzo di un profeta il Signore
fece uscire Israele dall'Egitto
e per mezzo di un profeta lo custodì.
15 Efraim provocò Dio amaramente,
il Signore gli farà cadere addosso
il sangue versato
e lo ripagherà del suo vituperio.

13,1 Quando Efraim parlava, incuteva terrore,
era un principe in Israele.
Ma si è reso colpevole con Baal
ed è decaduto.
2 Tuttavia continuano a peccare
e con il loro argento si sono fatti statue fuse,
idoli di loro invenzione,
tutti lavori di artigiani.
Dicono: «Offri loro sacrifici»
e mandano baci ai vitelli.
3 Perciò saranno come nube del mattino,
come rugiada che all'alba svanisce,
come pula lanciata lontano dall'aia,
come fumo che esce dalla finestra.
4 Eppure io sono il Signore tuo Dio
fin dal paese d'Egitto,
non devi conoscere altro Dio fuori di me,
non c'è salvatore fuori di me.
5 Io ti ho protetto nel deserto,
in quell'arida terra.
6 Nel loro pascolo si sono saziati,
si sono saziati e il loro cuore si è inorgoglito,
per questo mi hanno dimenticato.
7 Perciò io sarò per loro come un leone,
come un leopardo li spierò per la via,
8 li assalirò come un'orsa privata dei figli,
spezzerò l'involucro del loro cuore,
li divorerò come una leonessa;
li sbraneranno le bestie selvatiche.
9 Io ti distruggerò, Israele,
e chi potrà venirti in aiuto?
10 Dov'è ora il tuo re, che ti possa salvare?
Dove sono i capi in tutte le tue città
e i governanti di cui dicevi:
«Dammi un re e dei capi»?
11 Ti ho dato un re nella mia ira
e con sdegno te lo riprendo.
12 L'iniquità di Efraim è chiusa in luogo sicuro,
il suo peccato è ben custodito.
13 Dolori di partoriente lo sorprenderanno,
ma egli è figlio privo di senno,
poiché non si presenta a suo tempo
all'uscire dal seno materno.
14 Li strapperò di mano agli inferi,
li riscatterò dalla morte?
Dov'è, o morte, la tua peste?
Dov'è, o inferi, il vostro sterminio?
La compassione è nascosta ai miei occhi.
15 Efraim prosperi pure in mezzo ai fratelli:
verrà il vento d'oriente,
si alzerà dal deserto il soffio del Signore
e farà inaridire le sue sorgenti,
farà seccare le sue fonti,
distruggerà il tesoro di tutti i vasi preziosi.

14,1 Samaria espierà,
perché si è ribellata al suo Dio.
Periranno di spada,
saranno sfracellati i bambini;
le donne incinte sventrate.
2 Torna dunque, Israele, al Signore tuo Dio,
poiché hai inciampato nella tua iniquità.
3 Preparate le parole da dire
e tornate al Signore;
ditegli: «Togli ogni iniquità:
accetta ciò che è bene
e ti offriremo il frutto delle nostre labbra.
4 Assur non ci salverà,
non cavalcheremo più su cavalli,
né chiameremo più dio nostro
l'opera delle nostre mani,
poiché presso di te l'orfano trova misericordia».
5 Io li guarirò dalla loro infedeltà,
li amerò di vero cuore,
poiché la mia ira si è allontanata da loro.
6 Sarò come rugiada per Israele;
esso fiorirà come un giglio
e metterà radici come un albero del Libano,
7 si spanderanno i suoi germogli
e avrà la bellezza dell'olivo
e la fragranza del Libano.
8 Ritorneranno a sedersi alla mia ombra,
faranno rivivere il grano, coltiveranno le vigne,
famose come il vino del Libano.
9 Efraim, che ha ancora in comune con gl'idoli?
Io l'esaudisco e veglio su di lui;
io sono come un cipresso sempre verde,
grazie a me si trova frutto.
10 Chi è saggio comprenda queste cose,
chi ha intelligenza le comprenda;
poiché rette sono le vie del Signore,
i giusti camminano in esse,
mentre i malvagi v'inciampano.

Nuova Riveduta:

Osea 12,13-14,10

12,13 Giacobbe fuggì nella pianura d'Aram,
Israele servì per una moglie;
per una moglie si fece guardiano di greggi.
14 Mediante un profeta il SIGNORE condusse Israele fuori d'Egitto;
Israele fu custodito da un profeta.
15 Efraim ha provocato amaramente il suo Signore;
perciò questi gli farà ricadere addosso il sangue che ha versato
e farà ricadere su di lui le sue abominazioni.

Indurimento d'Israele
Os 10:1-10; De 32:9-25
13,1 Quando Efraim parlava, incuteva spavento;
egli si era innalzato in Israele,
ma, quando si rese colpevole con il servire a Baal, morì.
2 Ora continuano a peccare,
si fanno con il loro argento delle immagini fuse,
idoli di loro invenzione,
che sono tutti opera d'artefici.
Di loro si dice:
«Scannano uomini, baciano vitelli!»
3 Perciò saranno come la nuvola del mattino,
come la rugiada del mattino, che presto scompare,
come la pula che il vento porta via dall'aia,
come il fumo che esce dalla finestra.
4 «Eppure, io sono il SIGNORE, il tuo Dio, fin dal paese d'Egitto;
tu non devi riconoscere altro Dio all'infuori di me,
all'infuori di me non c'è altro salvatore.
5 Io ti conobbi nel deserto,
nel paese della grande aridità.
6 Quando avevano pastura, si saziavano;
quand'erano sazi, il loro cuore s'inorgogliva;
perciò mi dimenticarono.
7 Perciò sono diventato per loro come un leone;
li spierò sulla strada come un leopardo;
8 li affronterò come un'orsa privata dei suoi piccini
e squarcerò l'involucro del loro cuore;
li divorerò come una leonessa,
le belve dei campi li sbraneranno.

(Os 7:10-16; 10:13-15; 2R 17:3-6) cfr. 1Co 15:54-57
9 «È la tua perdizione, Israele,
l'essere contro di me, contro il tuo aiuto.
10 Dov'è dunque il tuo re?
Ti salvi egli in tutte le tue città!
Dove sono i tuoi giudici, dei quali dicevi:
"Dammi un re e dei capi!"?
11 Io ti do un re nella mia ira
e te lo riprendo nel mio furore.
12 L'iniquità di Efraim è legata in fascio,
il suo peccato è tenuto in serbo.
13 Dolori come quelli di donna che partorisce verranno per lui;
egli è un figlio non saggio;
poiché, quand'è giunto il momento, non si presenta per nascere.
14 Io li riscatterei dal potere del soggiorno dei morti,
li salverei dalla morte;
sarei la tua peste, o morte;
sarei la tua distruzione, o soggiorno dei morti;
ma il loro pentimento è nascosto ai miei occhi!
15 Egli sia pure fertile tra i suoi fratelli;
il vento orientale verrà, il vento del SIGNORE, che sale dal deserto;
le sue sorgenti saranno essiccate, e le sue fonti prosciugate.
Il nemico porterà via il tesoro di tutti i suoi oggetti preziosi.
16 Samaria sarà punita per la sua colpa, perché si è ribellata al suo Dio.
Cadranno di spada;
i loro bambini saranno schiacciati,
le loro donne incinte saranno sventrate».

Esortazione al pentimento e promesse per il futuro
Gr 3:12-15, 21-23; 31:18-21
14,1 O Israele, torna al SIGNORE, al tuo Dio,
poiché tu sei caduto per la tua iniquità.
2 Preparatevi delle parole
e tornate al SIGNORE!
Ditegli: «Perdona tutta l'iniquità
e accetta questo bene;
noi ti offriremo, invece di tori, l'offerta di lode delle nostre labbra.
3 L'Assiria non ci salverà, noi non saliremo più sui cavalli
e non diremo più: "Dio nostro!" all'opera delle nostre mani;
poiché presso di te l'orfano trova misericordia».

De 30:1-10; Ez 36:24, ecc.; Ro 11:25, ecc.
4 «Io guarirò la loro infedeltà,
io li amerò di cuore,
poiché la mia ira si è distolta da loro.
5 Io sarò per Israele come la rugiada;
egli fiorirà come il giglio
e spanderà le sue radici come il Libano.
6 I suoi rami si estenderanno;
la sua bellezza sarà come quella dell'ulivo
e la sua fragranza come quella del Libano.
7 Quelli che abiteranno alla sua ombra
faranno di nuovo crescere il grano
e fioriranno come la vite;
saranno famosi come il vino del Libano.
8 Efraim potrà dire: "Che cosa ho io più da fare con gli idoli?"
Io lo esaudirò e veglierò su di lui;
io, che sono come un verdeggiante cipresso;
da me verrà il tuo frutto».
9 Chi è saggio ponga mente a queste cose!
Chi è intelligente le riconosca!
Poiché le vie del SIGNORE sono rette;
i giusti cammineranno per esse,
ma i trasgressori vi cadranno.

Nuova Diodati:

Osea 12,13-14,10

12,13 Giacobbe fuggì nella pianura di Siria e Israele servì per una moglie, per una moglie fece il guardiano di pecore. 14 Per mezzo di un profeta l'Eterno fece uscire Israele dall'Egitto, e Israele fu custodito da un profeta. 15 Efraim lo ha provocato amaramente ad ira, perciò il suo Signore gli farà ricadere addosso il sangue versato e farà tornare su di lui il suo vituperio.

L'ira del Signore contro Israele
13,1 Quando Efraim parlava con tremore, innalzava se stesso in Israele, ma quando si rese colpevole con Baal, morì. 2 Ora continuano a peccare, e col loro argento si sono fatte immagini fuse, idoli secondo il loro intendimento, tutti quanti opera d'artigiano. Di loro dicono: «Gli uomini che offrono i sacrifici bacino i vitelli». 3 Perciò saranno come una nuvola mattutina, come la rugiada che al mattino presto scompare, come la pula portata via dall'aia da un turbine, come il fumo che esce dal comignolo. 4 «Eppure io sono l'Eterno, il tuo DIO, fin dal paese d'Egitto; tu non devi riconoscere altro DIO fuori di me e non c'è altro Salvatore fuori di me. 5 Io ti conobbi nel deserto, nella terra della grande aridità. 6 Quando avevano pascolo, si saziavano; quando erano sazi, il loro cuore si inorgogliva; per questo mi hanno dimenticato. 7 Così io sarò per loro come un leone, starò in agguato sulla strada come un leopardo; 8 li affronterò come un'orsa privata dei suoi piccoli e squarcerò la loro cassa toracica; li divorerò come una leonessa, le belve dei campi li dilanieranno. 9 Tu sei distrutto, o Israele, perché sei contro di me, contro il tuo aiuto. 10 Dov'è ora il tuo re, che ti possa salvare in tutte le tue città? Dove sono i tuoi giudici di cui dicevi: "Dammi un re e dei capi"? 11 Ti ho dato un re nella mia ira e l'ho ripreso nel mio furore. 12 L'iniquità di Efraim è legata in fascio, il suo peccato è tenuto nascosto. 13 Dolori di donna partoriente verranno su di lui. È un figlio senza senno, perché non dovrebbe fermarsi a lungo nel luogo dove escono i bambini. 14 Io li riscatterò dal potere dello Sceol, li redimerò dalla morte. O morte, io sarò la tua peste. O Sceol, io sarò la tua distruzione. Il pentimento è nascosto ai miei occhi. 15 Anche se è fruttifero tra i suoi fratelli, verrà un vento d'est, si alzerà dal deserto il vento dell'Eterno, allora la sua sorgente inaridirà, la sua fonte seccherà. Egli deprederà il tesoro di ogni vaso prezioso. 16 Samaria sarà desolata, perché si è ribellata contro il suo DIO. Cadranno di spada; i loro bambini saranno sfracellati, e le loro donne incinte sventrate».

La promessa restaurazione d'Israele
14,1 O Israele, torna all'Eterno, il tuo DIO, perché sei caduto per la tua iniquità. 2 Prendete con voi delle parole e tornate all'Eterno. Ditegli: «Togli via ogni iniquità e accetta ciò che è buono, e noi ti offriremo i sacrifici delle nostre labbra. 3 L'Assiria non ci salverà, non cavalcheremo più su cavalli e non diremo più all'opera delle nostre mani: "Tu sei il nostro dio", perché presso di te l'orfano trova misericordia». 4 «Io guarirò il loro traviamento, li amerò grandemente, perché la mia ira si è ritirata da loro. 5 Sarò come la rugiada per Israele; egli fiorirà come il giglio e affonderà le sue radici come i cedri del Libano. 6 I suoi rami si estenderanno, la sua bellezza sarà come quella dell'ulivo, la sua fragranza come quella del Libano. 7 Quelli che abitano alla sua ombra ritorneranno, rivivranno come il grano, fioriranno come la vite e saranno celebri come il vino del Libano. 8 Efraim dirà: "Che ho più a che fare con gli idoli?". Io lo esaudirò e mi prenderò cura di lui. Io sono come un verdeggiante cipresso; il tuo frutto viene da me». 9 Chi è saggio faccia attenzione a queste cose. Chi ha intendimento le comprenda. Poiché le vie dell'Eterno sono diritte; i giusti cammineranno per esse, ma i trasgressori vi cadranno.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)