C.E.I.:

Romani 7,18

Io so infatti che in me, cioè nella mia carne, non abita il bene; c'è in me il desiderio del bene, ma non la capacità di attuarlo;

Giobbe 21,14

Eppure dicevano a Dio: «Allontanati da noi,
non vogliamo conoscer le tue vie.

1Corinzi 2,14

L'uomo naturale però non comprende le cose dello Spirito di Dio; esse sono follia per lui, e non è capace di intenderle, perché se ne può giudicare solo per mezzo dello Spirito.

Nuova Riveduta:

Romani 7,18

Difatti, io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene; poiché in me si trova il volere, ma il modo di compiere il bene, no.

Giobbe 21,14

Eppure, dicevano a Dio: "Ritìrati da noi!
Noi non ci curiamo di conoscere le tue vie!

1Corinzi 2,14

Ma l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché esse sono pazzia per lui; e non le può conoscere, perché devono essere giudicate spiritualmente.

Nuova Diodati:

Romani 7,18

Infatti io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene, poiché ben si trova in me la volontà di fare il bene, ma io non trovo il modo di compierlo.

Giobbe 21,14

Eppure dicevano a Dio: "Allontanati da noi, perché non desideriamo affatto conoscere le tue vie.

1Corinzi 2,14

Or l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché sono follia per lui, e non le può conoscere, poiché si giudicano spiritualmente.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)