C.E.I.:

Salmi 107-150

107,1 Canto. Salmo. Di Davide.
2 Saldo è il mio cuore, Dio,
saldo è il mio cuore:
voglio cantare inni, anima mia.
3 Svegliatevi, arpa e cetra,
voglio svegliare l'aurora.
4 Ti loderò tra i popoli, Signore,
a te canterò inni tra le genti,
5 perché la tua bontà è grande fino ai cieli
e la tua verità fino alle nubi.
6 Innàlzati, Dio, sopra i cieli,
su tutta la terra la tua gloria.
7 Perché siano liberati i tuoi amici,
salvaci con la tua destra e ascoltaci.
8 Dio ha parlato nel suo santuario:
«Esulterò, voglio dividere Sichem
e misurare la valle di Succot;
9 mio è Gàlaad, mio Manasse,
Efraim è l'elmo del mio capo,
Giuda il mio scettro.
10 Moab è il catino per lavarmi,
sull'Idumea getterò i miei sandali,
sulla Filistea canterò vittoria».
11 Chi mi guiderà alla città fortificata,
chi mi condurrà fino all'Idumea?
12 Non forse tu, Dio, che ci hai respinti
e più non esci, Dio, con i nostri eserciti?
13 Contro il nemico portaci soccorso,
poiché vana è la salvezza dell'uomo.
14 Con Dio noi faremo cose grandi
ed egli annienterà chi ci opprime.

108,1 Al maestro del coro. Di Davide. Salmo.
Dio della mia lode, non tacere,
2 poiché contro di me si sono aperte
la bocca dell'empio e dell'uomo di frode;
parlano di me con lingua di menzogna.
3 Mi investono con parole di odio,
mi combattono senza motivo.
4 In cambio del mio amore mi muovono accuse,
mentre io sono in preghiera.
5 Mi rendono male per bene
e odio in cambio di amore.
6 Suscita un empio contro di lui
e un accusatore stia alla sua destra.
7 Citato in giudizio, risulti colpevole
e il suo appello si risolva in condanna.
8 Pochi siano i suoi giorni
e il suo posto l'occupi un altro.
9 I suoi figli rimangano orfani
e vedova sua moglie.
10 Vadano raminghi i suoi figli, mendicando,
siano espulsi dalle loro case in rovina.
11 L'usuraio divori tutti i suoi averi
e gli estranei faccian preda del suo lavoro.
12 Nessuno gli usi misericordia,
nessuno abbia pietà dei suoi orfani.
13 La sua discendenza sia votata allo sterminio,
nella generazione che segue sia cancellato il suo nome.
14 L'iniquità dei suoi padri sia ricordata al Signore,
il peccato di sua madre non sia mai cancellato.
15 Siano davanti al Signore sempre
ed egli disperda dalla terra il loro ricordo.
16 Perché ha rifiutato di usare misericordia
e ha perseguitato il misero e l'indigente,
per far morire chi è affranto di cuore.
17 Ha amato la maledizione: ricada su di lui!
Non ha voluto la benedizione: da lui si allontani!
18 Si è avvolto di maledizione come di un mantello:
è penetrata come acqua nel suo intimo
e come olio nelle sue ossa.
19 Sia per lui come vestito che lo avvolge,
come cintura che sempre lo cinge.
20 Sia questa da parte del Signore
la ricompensa per chi mi accusa,
per chi dice male contro la mia vita.
21 Ma tu, Signore Dio,
agisci con me secondo il tuo nome:
salvami, perché buona è la tua grazia.
22 Io sono povero e infelice
e il mio cuore è ferito nell'intimo.
23 Scompaio come l'ombra che declina,
sono sbattuto come una locusta.
24 Le mie ginocchia vacillano per il digiuno,
il mio corpo è scarno e deperisce.
25 Sono diventato loro oggetto di scherno,
quando mi vedono scuotono il capo.
26 Aiutami, Signore mio Dio,
salvami per il tuo amore.
27 Sappiano che qui c'è la tua mano:
tu, Signore, tu hai fatto questo.
28 Maledicano essi, ma tu benedicimi;
insorgano quelli e arrossiscano,
ma il tuo servo sia nella gioia.
29 Sia coperto di infamia chi mi accusa
e sia avvolto di vergogna come d'un mantello.
30 Alta risuoni sulle mie labbra la lode del Signore,
lo esalterò in una grande assemblea;
31 poiché si è messo alla destra del povero
per salvare dai giudici la sua vita.

109,1 Di Davide. Salmo.
Oracolo del Signore al mio Signore:
«Siedi alla mia destra,
finché io ponga i tuoi nemici
a sgabello dei tuoi piedi».
2 Lo scettro del tuo potere
stende il Signore da Sion:
«Domina in mezzo ai tuoi nemici.
3 A te il principato
nel giorno della tua potenza
tra santi splendori;
dal seno dell'aurora,
come rugiada, io ti ho generato».
4 Il Signore ha giurato
e non si pente:
«Tu sei sacerdote per sempre
al modo di Melchisedek».
5 Il Signore è alla tua destra,
annienterà i re nel giorno della sua ira.
6 Giudicherà i popoli:
in mezzo a cadaveri
ne stritolerà la testa su vasta terra.
7 Lungo il cammino si disseta al torrente
e solleva alta la testa.

Alleluia.Alef
110,1 Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
nel consesso dei giusti e nell'assemblea.

Ghimel
2 Grandi le opere del Signore,
le contemplino coloro che le amano.

He
3 Le sue opere sono splendore di bellezza,
la sua giustizia dura per sempre.

Zain
4 Ha lasciato un ricordo dei suoi prodigi:
pietà e tenerezza è il Signore.

Tet
5 Egli dà il cibo a chi lo teme,
si ricorda sempre della sua alleanza.

Caf
6 Mostrò al suo popolo la potenza delle sue opere,
gli diede l'eredità delle genti.

Mem
7 Le opere delle sue mani sono verità e giustizia,
stabili sono tutti i suoi comandi,

Samech
8 immutabili nei secoli, per sempre,
eseguiti con fedeltà e rettitudine.

Pe
9 Mandò a liberare il suo popolo,
stabilì la sua alleanza per sempre.

Kof
10 Santo e terribile il suo nome.
Principio della saggezza è il timore del Signore,
Sin^saggio è colui che gli è fedele;
la lode del Signore è senza fine.

Alleluia.Alef
111,1 Beato l'uomo che teme il Signore
e trova grande gioia nei suoi comandamenti.

Ghimel
2 Potente sulla terra sarà la sua stirpe,
la discendenza dei giusti sarà benedetta.

He
3 Onore e ricchezza nella sua casa,
la sua giustizia rimane per sempre.

Zain
4 Spunta nelle tenebre come luce per i giusti,
buono, misericordioso e giusto.

Tet
5 Felice l'uomo pietoso che dà in prestito,
amministra i suoi beni con giustizia.

Caf
6 Egli non vacillerà in eterno:
Il giusto sarà sempre ricordato.

Mem
7 Non temerà annunzio di sventura,
saldo è il suo cuore, confida nel Signore.

Samech
8 Sicuro è il suo cuore, non teme,
finché trionferà dei suoi nemici.

Pe
9 Egli dona largamente ai poveri,
la sua giustizia rimane per sempre,
la sua potenza s'innalza nella gloria.

Res
10 L'empio vede e si adira,
digrigna i denti e si consuma.
Tau^Ma il desiderio degli empi fallisce.

112,1 Alleluia.
Lodate, servi del Signore,
lodate il nome del Signore.
2 Sia benedetto il nome del Signore,
ora e sempre.
3 Dal sorgere del sole al suo tramonto
sia lodato il nome del Signore.
4 Su tutti i popoli eccelso è il Signore,
più alta dei cieli è la sua gloria.
5 Chi è pari al Signore nostro Dio
che siede nell'alto
6 e si china a guardare
nei cieli e sulla terra?
7 Solleva l'indigente dalla polvere,
dall'immondizia rialza il povero,
8 per farlo sedere tra i principi,
tra i principi del suo popolo.
9 Fa abitare la sterile nella sua casa
quale madre gioiosa di figli.

113,1 Alleluia.
Quando Israele uscì dall'Egitto,
la casa di Giacobbe da un popolo barbaro,
2 Giuda divenne il suo santuario,
Israele il suo dominio.
3 Il mare vide e si ritrasse,
il Giordano si volse indietro,
4 i monti saltellarono come arieti,
le colline come agnelli di un gregge.
5 Che hai tu, mare, per fuggire,
e tu, Giordano, perché torni indietro?
6 Perché voi monti saltellate come arieti
e voi colline come agnelli di un gregge?
7 Trema, o terra, davanti al Signore,
davanti al Dio di Giacobbe,
8 che muta la rupe in un lago,
la roccia in sorgenti d'acqua.

114,1 Non a noi, Signore, non a noi,
ma al tuo nome da' gloria,
per la tua fedeltà, per la tua grazia.
2 Perché i popoli dovrebbero dire:
«Dov'è il loro Dio?».
3 Il nostro Dio è nei cieli,
egli opera tutto ciò che vuole.
4 Gli idoli delle genti sono argento e oro,
opera delle mani dell'uomo.
5 Hanno bocca e non parlano,
hanno occhi e non vedono,
6 hanno orecchi e non odono,
hanno narici e non odorano.
7 Hanno mani e non palpano,
hanno piedi e non camminano;
dalla gola non emettono suoni.
8 Sia come loro chi li fabbrica
e chiunque in essi confida.
9 Israele confida nel Signore:
egli è loro aiuto e loro scudo.
10 Confida nel Signore la casa di Aronne:
egli è loro aiuto e loro scudo.
11 Confida nel Signore, chiunque lo teme:
egli è loro aiuto e loro scudo.
12 Il Signore si ricorda di noi, ci benedice:
benedice la casa d'Israele,
benedice la casa di Aronne.
13 Il Signore benedice quelli che lo temono,
benedice i piccoli e i grandi.
14 Vi renda fecondi il Signore,
voi e i vostri figli.
15 Siate benedetti dal Signore
che ha fatto cielo e terra.
16 I cieli sono i cieli del Signore,
ma ha dato la terra ai figli dell'uomo.
17 Non i morti lodano il Signore,
né quanti scendono nella tomba.
18 Ma noi, i viventi, benediciamo il Signore
ora e sempre.

115,1 Alleluia.
Amo il Signore perché ascolta
il grido della mia preghiera.
2 Verso di me ha teso l'orecchio
nel giorno in cui lo invocavo.
3 Mi stringevano funi di morte,
ero preso nei lacci degli inferi.
Mi opprimevano tristezza e angoscia
4 e ho invocato il nome del Signore:
«Ti prego, Signore, salvami».
5 Buono e giusto è il Signore,
il nostro Dio è misericordioso.
6 Il Signore protegge gli umili:
ero misero ed egli mi ha salvato.
7 Ritorna, anima mia, alla tua pace,
poiché il Signore ti ha beneficato;
8 egli mi ha sottratto dalla morte,
ha liberato i miei occhi dalle lacrime,
ha preservato i miei piedi dalla caduta.
9 Camminerò alla presenza del Signore
sulla terra dei viventi.
10 Alleluia.
Ho creduto anche quando dicevo:
«Sono troppo infelice».
11 Ho detto con sgomento:
«Ogni uomo è inganno».
12 Che cosa renderò al Signore
per quanto mi ha dato?
13 Alzerò il calice della salvezza
e invocherò il nome del Signore.
14 Adempirò i miei voti al Signore,
davanti a tutto il suo popolo.
15 Preziosa agli occhi del Signore
è la morte dei suoi fedeli.
16 Sì, io sono il tuo servo, Signore,
io sono tuo servo, figlio della tua ancella;
hai spezzato le mie catene.
17 A te offrirò sacrifici di lode
e invocherò il nome del Signore.
18 Adempirò i miei voti al Signore
e davanti a tutto il suo popolo,
19 negli atri della casa del Signore,
in mezzo a te, Gerusalemme.

116,1 Alleluia.
Lodate il Signore, popoli tutti,
voi tutte, nazioni, dategli gloria;
2 perché forte è il suo amore per noi
e la fedeltà del Signore dura in eterno.

117,1 Alleluia.
Celebrate il Signore, perché è buono;
perché eterna è la sua misericordia.
2 Dica Israele che egli è buono:
eterna è la sua misericordia.
3 Lo dica la casa di Aronne:
eterna è la sua misericordia.
4 Lo dica chi teme Dio:
eterna è la sua misericordia.
5 Nell'angoscia ho gridato al Signore,
mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo.
6 Il Signore è con me, non ho timore;
che cosa può farmi l'uomo?
7 Il Signore è con me, è mio aiuto,
sfiderò i miei nemici.
8 È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nell'uomo.
9 È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nei potenti.
10 Tutti i popoli mi hanno circondato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
11 Mi hanno circondato, mi hanno accerchiato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
12 Mi hanno circondato come api,
come fuoco che divampa tra le spine,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
13 Mi avevano spinto con forza per farmi cadere,
ma il Signore è stato mio aiuto.
14 Mia forza e mio canto è il Signore,
egli è stato la mia salvezza.
15 Grida di giubilo e di vittoria,
nelle tende dei giusti:
la destra del Signore ha fatto meraviglie,
16 la destra del Signore si è innalzata,
la destra del Signore ha fatto meraviglie.
17 Non morirò, resterò in vita
e annunzierò le opere del Signore.
18 Il Signore mi ha provato duramente,
ma non mi ha consegnato alla morte.
19 Apritemi le porte della giustizia:
voglio entrarvi e rendere grazie al Signore.
20 È questa la porta del Signore,
per essa entrano i giusti.
21 Ti rendo grazie, perché mi hai esaudito,
perché sei stato la mia salvezza.
22 La pietra scartata dai costruttori
è divenuta testata d'angolo;
23 ecco l'opera del Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.
24 Questo è il giorno fatto dal Signore:
rallegriamoci ed esultiamo in esso.
25 Dona, Signore, la tua salvezza,
dona, Signore, la vittoria!
26 Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Vi benediciamo dalla casa del Signore;
27 Dio, il Signore è nostra luce.
Ordinate il corteo con rami frondosi
fino ai lati dell'altare.
28 Sei tu il mio Dio e ti rendo grazie,
sei il mio Dio e ti esalto.
29 Celebrate il Signore, perché è buono:
perché eterna è la sua misericordia.

Alleluia.Alef
118,1 Beato l'uomo di integra condotta,
che cammina nella legge del Signore.
2 Beato chi è fedele ai suoi insegnamenti
e lo cerca con tutto il cuore.
3 Non commette ingiustizie,
cammina per le sue vie.
4 Tu hai dato i tuoi precetti
perché siano osservati fedelmente.
5 Siano diritte le mie vie,
nel custodire i tuoi decreti.
6 Allora non dovrò arrossire
se avrò obbedito ai tuoi comandi.
7 Ti loderò con cuore sincero
quando avrò appreso le tue giuste sentenze.
8 Voglio osservare i tuoi decreti:
non abbandonarmi mai.

Bet
9 Come potrà un giovane tenere pura la sua via?
Custodendo le tue parole.
10 Con tutto il cuore ti cerco:
non farmi deviare dai tuoi precetti.
11 Conservo nel cuore le tue parole
per non offenderti con il peccato.
12 Benedetto sei tu, Signore;
mostrami il tuo volere.
13 Con le mie labbra ho enumerato
tutti i giudizi della tua bocca.
14 Nel seguire i tuoi ordini è la mia gioia
più che in ogni altro bene.
15 Voglio meditare i tuoi comandamenti,
considerare le tue vie.
16 Nella tua volontà è la mia gioia;
mai dimenticherò la tua parola.

Ghimel
17 Sii buono con il tuo servo e avrò vita,
custodirò la tua parola.
18 Aprimi gli occhi perché io veda
le meraviglie della tua legge.
19 Io sono straniero sulla terra,
non nascondermi i tuoi comandi.
20 Io mi consumo nel desiderio
dei tuoi precetti in ogni tempo.
21 Tu minacci gli orgogliosi;
maledetto chi devìa dai tuoi decreti.
22 Allontana da me vergogna e disprezzo,
perché ho osservato le tue leggi.
23 Siedono i potenti, mi calunniano,
ma il tuo servo medita i tuoi decreti.
24 Anche i tuoi ordini sono la mia gioia,
miei consiglieri i tuoi precetti.

Dalet
25 Io sono prostrato nella polvere;
dammi vita secondo la tua parola.
26 Ti ho manifestato le mie vie e mi hai risposto;
insegnami i tuoi voleri.
27 Fammi conoscere la via dei tuoi precetti
e mediterò i tuoi prodigi.
28 Io piango nella tristezza;
sollevami secondo la tua promessa.
29 Tieni lontana da me la via della menzogna,
fammi dono della tua legge.
30 Ho scelto la via della giustizia,
mi sono proposto i tuoi giudizi.
31 Ho aderito ai tuoi insegnamenti, Signore,
che io non resti confuso.
32 Corro per la via dei tuoi comandamenti,
perché hai dilatato il mio cuore.

He
33 Indicami, Signore, la via dei tuoi decreti
e la seguirò sino alla fine.
34 Dammi intelligenza, perché io osservi la tua legge
e la custodisca con tutto il cuore.
35 Dirigimi sul sentiero dei tuoi comandi,
perché in esso è la mia gioia.
36 Piega il mio cuore verso i tuoi insegnamenti
e non verso la sete del guadagno.
37 Distogli i miei occhi dalle cose vane,
fammi vivere sulla tua via.
38 Con il tuo servo sii fedele alla parola
che hai data, perché ti si tema.
39 Allontana l'insulto che mi sgomenta,
poiché i tuoi giudizi sono buoni.
40 Ecco, desidero i tuoi comandamenti;
per la tua giustizia fammi vivere.

Vau
41 Venga a me, Signore, la tua grazia,
la tua salvezza secondo la tua promessa;
42 a chi mi insulta darò una risposta,
perché ho fiducia nella tua parola.
43 Non togliere mai dalla mia bocca la parola vera,
perché confido nei tuoi giudizi.
44 Custodirò la tua legge per sempre,
nei secoli, in eterno.
45 Sarò sicuro nel mio cammino,
perché ho ricercato i tuoi voleri.
46 Davanti ai re parlerò della tua alleanza
senza temere la vergogna.
47 Gioirò per i tuoi comandi
che ho amati.
48 Alzerò le mani ai tuoi precetti che amo,
mediterò le tue leggi.

Zain
49 Ricorda la promessa fatta al tuo servo,
con la quale mi hai dato speranza.
50 Questo mi consola nella miseria:
la tua parola mi fa vivere.
51 I superbi mi insultano aspramente,
ma non devìo dalla tua legge.
52 Ricordo i tuoi giudizi di un tempo, Signore,
e ne sono consolato.
53 M'ha preso lo sdegno contro gli empi
che abbandonano la tua legge.
54 Sono canti per me i tuoi precetti,
nella terra del mio pellegrinaggio.
55 Ricordo il tuo nome lungo la notte
e osservo la tua legge, Signore.
56 Tutto questo mi accade
perché ho custodito i tuoi precetti.

Het
57 La mia sorte, ho detto, Signore,
è custodire le tue parole.
58 Con tutto il cuore ti ho supplicato,
fammi grazia secondo la tua promessa.
59 Ho scrutato le mie vie,
ho rivolto i miei passi verso i tuoi comandamenti.
60 Sono pronto e non voglio tardare
a custodire i tuoi decreti.
61 I lacci degli empi mi hanno avvinto,
ma non ho dimenticato la tua legge.
62 Nel cuore della notte mi alzo a renderti lode
per i tuoi giusti decreti.
63 Sono amico di coloro che ti sono fedeli
e osservano i tuoi precetti.
64 Del tuo amore, Signore, è piena la terra;
insegnami il tuo volere.

Tet
65 Hai fatto il bene al tuo servo, Signore,
secondo la tua parola.
66 Insegnami il senno e la saggezza,
perché ho fiducia nei tuoi comandamenti.
67 Prima di essere umiliato andavo errando,
ma ora osservo la tua parola.
68 Tu sei buono e fai il bene,
insegnami i tuoi decreti.
69 Mi hanno calunniato gli insolenti,
ma io con tutto il cuore osservo i tuoi precetti.
70 Torpido come il grasso è il loro cuore,
ma io mi diletto della tua legge.
71 Bene per me se sono stato umiliato,
perché impari ad obbedirti.
72 La legge della tua bocca mi è preziosa
più di mille pezzi d'oro e d'argento.

Iod
73 Le tue mani mi hanno fatto e plasmato;
fammi capire e imparerò i tuoi comandi.
74 I tuoi fedeli al vedermi avranno gioia,
perché ho sperato nella tua parola.
75 Signore, so che giusti sono i tuoi giudizi
e con ragione mi hai umiliato.
76 Mi consoli la tua grazia,
secondo la tua promessa al tuo servo.
77 Venga su di me la tua misericordia e avrò vita,
poiché la tua legge è la mia gioia.
78 Siano confusi i superbi che a torto mi opprimono;
io mediterò la tua legge.
79 Si volgano a me i tuoi fedeli
e quelli che conoscono i tuoi insegnamenti.
80 Sia il mio cuore integro nei tuoi precetti,
perché non resti confuso.

Caf
81 Mi consumo nell'attesa della tua salvezza,
spero nella tua parola.
82 Si consumano i miei occhi dietro la tua promessa,
mentre dico: «Quando mi darai conforto?».
83 Io sono come un otre esposto al fumo,
ma non dimentico i tuoi insegnamenti.
84 Quanti saranno i giorni del tuo servo?
Quando farai giustizia dei miei persecutori?
85 Mi hanno scavato fosse gli insolenti
che non seguono la tua legge.
86 Verità sono tutti i tuoi comandi;
a torto mi perseguitano: vieni in mio aiuto.
87 Per poco non mi hanno bandito dalla terra,
ma io non ho abbandonato i tuoi precetti.
88 Secondo il tuo amore fammi vivere
e osserverò le parole della tua bocca.

Lamed
89 La tua parola, Signore,
è stabile come il cielo.
90 La tua fedeltà dura per ogni generazione;
hai fondato la terra ed essa è salda.
91 Per tuo decreto tutto sussiste fino ad oggi,
perché ogni cosa è al tuo servizio.
92 Se la tua legge non fosse la mia gioia,
sarei perito nella mia miseria.
93 Mai dimenticherò i tuoi precetti:
per essi mi fai vivere.
94 Io sono tuo: salvami,
perché ho cercato il tuo volere.
95 Gli empi mi insidiano per rovinarmi,
ma io medito i tuoi insegnamenti.
96 Di ogni cosa perfetta ho visto il limite,
ma la tua legge non ha confini.

Mem
97 Quanto amo la tua legge, Signore;
tutto il giorno la vado meditando.
98 Il tuo precetto mi fa più saggio dei miei nemici,
perché sempre mi accompagna.
99 Sono più saggio di tutti i miei maestri,
perché medito i tuoi insegnamenti.
100 Ho più senno degli anziani,
perché osservo i tuoi precetti.
101 Tengo lontano i miei passi da ogni via di male,
per custodire la tua parola.
102 Non mi allontano dai tuoi giudizi,
perché sei tu ad istruirmi.
103 Quanto sono dolci al mio palato le tue parole:
più del miele per la mia bocca.
104 Dai tuoi decreti ricevo intelligenza,
per questo odio ogni via di menzogna.

Nun
105 Lampada per i miei passi è la tua parola,
luce sul mio cammino.
106 Ho giurato, e lo confermo,
di custodire i tuoi precetti di giustizia.
107 Sono stanco di soffrire, Signore,
dammi vita secondo la tua parola.
108 Signore, gradisci le offerte delle mie labbra,
insegnami i tuoi giudizi.
109 La mia vita è sempre in pericolo,
ma non dimentico la tua legge.
110 Gli empi mi hanno teso i loro lacci,
ma non ho deviato dai tuoi precetti.
111 Mia eredità per sempre sono i tuoi insegnamenti,
sono essi la gioia del mio cuore.
112 Ho piegato il mio cuore ai tuoi comandamenti,
in essi è la mia ricompensa per sempre.

Samech
113 Detesto gli animi incostanti,
io amo la tua legge.
114 Tu sei mio rifugio e mio scudo,
spero nella tua parola.
115 Allontanatevi da me o malvagi,
osserverò i precetti del mio Dio.
116 Sostienimi secondo la tua parola e avrò vita,
non deludermi nella mia speranza.
117 Sii tu il mio aiuto e sarò salvo,
gioirò sempre nei tuoi precetti.
118 Tu disprezzi chi abbandona i tuoi decreti,
perché la sua astuzia è fallace.
119 Consideri scorie tutti gli empi della terra,
perciò amo i tuoi insegnamenti.
120 Tu fai fremere di spavento la mia carne,
io temo i tuoi giudizi.

Ain
121 Ho agito secondo diritto e giustizia;
non abbandonarmi ai miei oppressori.
122 Assicura il bene al tuo servo;
non mi opprimano i superbi.
123 I miei occhi si consumano nell'attesa della tua salvezza
e della tua parola di giustizia.
124 Agisci con il tuo servo secondo il tuo amore
e insegnami i tuoi comandamenti.
125 Io sono tuo servo, fammi comprendere
e conoscerò i tuoi insegnamenti.
126 È tempo che tu agisca, Signore;
hanno violato la tua legge.
127 Perciò amo i tuoi comandamenti
più dell'oro, più dell'oro fino.
128 Per questo tengo cari i tuoi precetti
e odio ogni via di menzogna.

Pe
129 Meravigliosa è la tua alleanza,
per questo le sono fedele.
130 La tua parola nel rivelarsi illumina,
dona saggezza ai semplici.
131 Apro anelante la bocca,
perché desidero i tuoi comandamenti.
132 Volgiti a me e abbi misericordia,
tu che sei giusto per chi ama il tuo nome.
133 Rendi saldi i miei passi secondo la tua parola
e su di me non prevalga il male.
134 Salvami dall'oppressione dell'uomo
e obbedirò ai tuoi precetti.
135 Fa' risplendere il volto sul tuo servo
e insegnami i tuoi comandamenti.
136 Fiumi di lacrime mi scendono dagli occhi,
perché non osservano la tua legge.

Sade
137 Tu sei giusto, Signore,
e retto nei tuoi giudizi.
138 Con giustizia hai ordinato le tue leggi
e con fedeltà grande.
139 Mi divora lo zelo della tua casa,
perché i miei nemici dimenticano le tue parole.
140 Purissima è la tua parola,
il tuo servo la predilige.
141 Io sono piccolo e disprezzato,
ma non trascuro i tuoi precetti.
142 La tua giustizia è giustizia eterna
e verità è la tua legge.
143 Angoscia e affanno mi hanno colto,
ma i tuoi comandi sono la mia gioia.
144 Giusti sono i tuoi insegnamenti per sempre,
fammi comprendere e avrò la vita.

Kof
145 T'invoco con tutto il cuore, Signore, rispondimi;
custodirò i tuoi precetti.
146 Io ti chiamo, salvami,
e seguirò i tuoi insegnamenti.
147 Precedo l'aurora e grido aiuto,
spero sulla tua parola.
148 I miei occhi prevengono le veglie
per meditare sulle tue promesse.
149 Ascolta la mia voce, secondo la tua grazia;
Signore, fammi vivere secondo il tuo giudizio.
150 A tradimento mi assediano i miei persecutori,
sono lontani dalla tua legge.
151 Ma tu, Signore, sei vicino,
tutti i tuoi precetti sono veri.
152 Da tempo conosco le tue testimonianze
che hai stabilite per sempre.

Res
153 Vedi la mia miseria, salvami,
perché non ho dimenticato la tua legge.
154 Difendi la mia causa, riscattami,
secondo la tua parola fammi vivere.
155 Lontano dagli empi è la salvezza,
perché non cercano il tuo volere.
156 Le tue misericordie sono grandi, Signore,
secondo i tuoi giudizi fammi vivere.
157 Sono molti i persecutori che mi assalgono,
ma io non abbandono le tue leggi.
158 Ho visto i ribelli e ne ho provato ribrezzo,
perché non custodiscono la tua parola.
159 Vedi che io amo i tuoi precetti,
Signore, secondo la tua grazia dammi vita.
160 La verità è principio della tua parola,
resta per sempre ogni sentenza della tua giustizia.

Sin
161 I potenti mi perseguitano senza motivo,
ma il mio cuore teme le tue parole.
162 Io gioisco per la tua promessa,
come uno che trova grande tesoro.
163 Odio il falso e lo detesto,
amo la tua legge.
164 Sette volte al giorno io ti lodo
per le sentenze della tua giustizia.
165 Grande pace per chi ama la tua legge,
nel suo cammino non trova inciampo.
166 Aspetto da te la salvezza, Signore,
e obbedisco ai tuoi comandi.
167 Io custodisco i tuoi insegnamenti
e li amo sopra ogni cosa.
168 Osservo i tuoi decreti e i tuoi insegnamenti:
davanti a te sono tutte le mie vie.

Tau
169 Giunga il mio grido fino a te, Signore,
fammi comprendere secondo la tua parola.
170 Venga al tuo volto la mia supplica,
salvami secondo la tua promessa.
171 Scaturisca dalle mie labbra la tua lode,
poiché mi insegni i tuoi voleri.
172 La mia lingua canti le tue parole,
perché sono giusti tutti i tuoi comandamenti.
173 Mi venga in aiuto la tua mano,
poiché ho scelto i tuoi precetti.
174 Desidero la tua salvezza, Signore,
e la tua legge è tutta la mia gioia.
175 Possa io vivere e darti lode,
mi aiutino i tuoi giudizi.
176 Come pecora smarrita vado errando;
cerca il tuo servo,
perché non ho dimenticato i tuoi comandamenti.

119,1 Canto delle ascensioni.
Nella mia angoscia ho gridato al Signore
ed egli mi ha risposto.
2 Signore, libera la mia vita
dalle labbra di menzogna,
dalla lingua ingannatrice.
3 Che ti posso dare, come ripagarti,
lingua ingannatrice?
4 Frecce acute di un prode,
con carboni di ginepro.
5 Me infelice: abito straniero in Mosoch,
dimoro fra le tende di Cedar!
6 Troppo io ho dimorato
con chi detesta la pace.
7 Io sono per la pace, ma quando ne parlo,
essi vogliono la guerra.

120,1 Canto delle ascensioni.
Alzo gli occhi verso i monti:
da dove mi verrà l'aiuto?
2 Il mio aiuto viene dal Signore,
che ha fatto cielo e terra.
3 Non lascerà vacillare il tuo piede,
non si addormenterà il tuo custode.
4 Non si addormenterà, non prenderà sonno,
il custode d'Israele.
5 Il Signore è il tuo custode,
il Signore è come ombra che ti copre,
e sta alla tua destra.
6 Di giorno non ti colpirà il sole,
né la luna di notte.
7 Il Signore ti proteggerà da ogni male,
egli proteggerà la tua vita.
8 Il Signore veglierà su di te, quando esci e quando entri,
da ora e per sempre.

121,1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
Quale gioia, quando mi dissero:
«Andremo alla casa del Signore».
2 E ora i nostri piedi si fermano
alle tue porte, Gerusalemme!
3 Gerusalemme è costruita
come città salda e compatta.
4 Là salgono insieme le tribù,
le tribù del Signore,
secondo la legge di Israele,
per lodare il nome del Signore.
5 Là sono posti i seggi del giudizio,
i seggi della casa di Davide.
6 Domandate pace per Gerusalemme:
sia pace a coloro che ti amano,
7 sia pace sulle tue mura,
sicurezza nei tuoi baluardi.
8 Per i miei fratelli e i miei amici
io dirò: «Su di te sia pace!».
9 Per la casa del Signore nostro Dio,
chiederò per te il bene.

122,1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
A te levo i miei occhi,
a te che abiti nei cieli.
2 Ecco, come gli occhi dei servi
alla mano dei loro padroni;
come gli occhi della schiava,
alla mano della sua padrona,
così i nostri occhi sono rivolti al Signore nostro Dio,
finché abbia pietà di noi.
3 Pietà di noi, Signore, pietà di noi,
già troppo ci hanno colmato di scherni,
4 noi siamo troppo sazi
degli scherni dei gaudenti,
del disprezzo dei superbi.

123,1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
Se il Signore non fosse stato con noi,
- lo dica Israele -
2 se il Signore non fosse stato con noi,
quando uomini ci assalirono,
3 ci avrebbero inghiottiti vivi,
nel furore della loro ira.
4 Le acque ci avrebbero travolti;
un torrente ci avrebbe sommersi,
5 ci avrebbero travolti
acque impetuose.
6 Sia benedetto il Signore,
che non ci ha lasciati
in preda ai loro denti.
7 Noi siamo stati liberati come un uccello
dal laccio dei cacciatori:
il laccio si è spezzato
e noi siamo scampati.
8 Il nostro aiuto è nel nome del Signore
che ha fatto cielo e terra.

124,1 Canto delle ascensioni.
Chi confida nel Signore è come il monte Sion:
non vacilla, è stabile per sempre.
2 I monti cingono Gerusalemme:
il Signore è intorno al suo popolo
ora e sempre.
3 Egli non lascerà pesare lo scettro degli empi
sul possesso dei giusti,
perché i giusti non stendano le mani
a compiere il male.
4 La tua bontà, Signore, sia con i buoni
e con i retti di cuore.
5 Quelli che vanno per sentieri tortuosi
il Signore li accomuni alla sorte dei malvagi.
Pace su Israele!

125,1 Canto delle ascensioni.
Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.
2 Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
3 Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.
4 Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.
5 Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.
6 Nell'andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.

126,1 Canto delle ascensioni. Di Salomone.
Se il Signore non costruisce la casa,
invano vi faticano i costruttori.
Se il Signore non custodisce la città,
invano veglia il custode.
2 Invano vi alzate di buon mattino,
tardi andate a riposare
e mangiate pane di sudore:
il Signore ne darà ai suoi amici nel sonno.
3 Ecco, dono del Signore sono i figli,
è sua grazia il frutto del grembo.
4 Come frecce in mano a un eroe
sono i figli della giovinezza.
5 Beato l'uomo che ne ha piena la faretra:
non resterà confuso quando verrà a trattare
alla porta con i propri nemici.

127,1 Canto delle ascensioni.
Beato l'uomo che teme il Signore
e cammina nelle sue vie.
2 Vivrai del lavoro delle tue mani,
sarai felice e godrai d'ogni bene.
3 La tua sposa come vite feconda
nell'intimità della tua casa;
i tuoi figli come virgulti d'ulivo
intorno alla tua mensa.
4 Così sarà benedetto l'uomo
che teme il Signore.
5 Ti benedica il Signore da Sion!
Possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme
per tutti i giorni della tua vita.
6 Possa tu vedere i figli dei tuoi figli.
Pace su Israele!

128,1 Canto delle ascensioni.
Dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato,
- lo dica Israele -
2 dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato,
ma non hanno prevalso.
3 Sul mio dorso hanno arato gli aratori,
hanno fatto lunghi solchi.
4 Il Signore è giusto:
ha spezzato il giogo degli empi.
5 Siano confusi e volgano le spalle
quanti odiano Sion.
6 Siano come l'erba dei tetti:
prima che sia strappata, dissecca;
7 non se ne riempie la mano il mietitore,
né il grembo chi raccoglie covoni.
8 I passanti non possono dire:
«La benedizione del Signore sia su di voi,
vi benediciamo nel nome del Signore».

129,1 Canto delle ascensioni.
Dal profondo a te grido, o Signore;
2 Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia preghiera.
3 Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi potrà sussistere?
4 Ma presso di te è il perdono:
e avremo il tuo timore.
5 Io spero nel Signore,
l'anima mia spera nella sua parola.
6 L'anima mia attende il Signore
più che le sentinelle l'aurora.
7 Israele attenda il Signore,
perché presso il Signore è la misericordia
e grande presso di lui la redenzione.
8 Egli redimerà Israele
da tutte le sue colpe.

130,1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
Signore, non si inorgoglisce il mio cuore
e non si leva con superbia il mio sguardo;
non vado in cerca di cose grandi,
superiori alle mie forze.
2 Io sono tranquillo e sereno
come bimbo svezzato in braccio a sua madre,
come un bimbo svezzato è l'anima mia.
3 Speri Israele nel Signore,
ora e sempre.

131,1 Canto delle ascensioni.
Ricordati, Signore, di Davide,
di tutte le sue prove,
2 quando giurò al Signore,
al Potente di Giacobbe fece voto:
3 «Non entrerò sotto il tetto della mia casa,
non mi stenderò sul mio giaciglio,
4 non concederò sonno ai miei occhi
né riposo alle mie palpebre,
5 finché non trovi una sede per il Signore,
una dimora per il Potente di Giacobbe».
6 Ecco, abbiamo saputo che era in Efrata,
l'abbiamo trovata nei campi di Iàar.
7 Entriamo nella sua dimora,
prostriamoci allo sgabello dei suoi piedi.
8 Alzati, Signore, verso il luogo del tuo riposo,
tu e l'arca della tua potenza.
9 I tuoi sacerdoti si vestano di giustizia,
i tuoi fedeli cantino di gioia.
10 Per amore di Davide tuo servo
non respingere il volto del tuo consacrato.
11 Il Signore ha giurato a Davide
e non ritratterà la sua parola:
«Il frutto delle tue viscere
io metterò sul tuo trono!
12 Se i tuoi figli custodiranno la mia alleanza
e i precetti che insegnerò ad essi,
anche i loro figli per sempre
sederanno sul tuo trono».
13 Il Signore ha scelto Sion,
l'ha voluta per sua dimora:
14 «Questo è il mio riposo per sempre;
qui abiterò, perché l'ho desiderato.
15 Benedirò tutti i suoi raccolti,
sazierò di pane i suoi poveri.
16 Rivestirò di salvezza i suoi sacerdoti,
esulteranno di gioia i suoi fedeli.
17 Là farò germogliare la potenza di Davide,
preparerò una lampada al mio consacrato.
18 Coprirò di vergogna i suoi nemici,
ma su di lui splenderà la corona».

132,1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
Ecco quanto è buono e quanto è soave
che i fratelli vivano insieme!
2 È come olio profumato sul capo,
che scende sulla barba,
sulla barba di Aronne,
che scende sull'orlo della sua veste.
3 È come rugiada dell'Ermon,
che scende sui monti di Sion.
Là il Signore dona la benedizione
e la vita per sempre.

133,1 Canto delle ascensioni.
Ecco, benedite il Signore,
voi tutti, servi del Signore;
voi che state nella casa del Signore
durante le notti.
2 Alzate le mani verso il tempio
e benedite il Signore.
3 Da Sion ti benedica il Signore,
che ha fatto cielo e terra.

134,1 Alleluia.
Lodate il nome del Signore,
lodatelo, servi del Signore,
2 voi che state nella casa del Signore,
negli atri della casa del nostro Dio.
3 Lodate il Signore: il Signore è buono;
cantate inni al suo nome, perché è amabile.
4 Il Signore si è scelto Giacobbe,
Israele come suo possesso.
5 Io so che grande è il Signore,
il nostro Dio sopra tutti gli dèi.
6 Tutto ciò che vuole il Signore,
egli lo compie in cielo e sulla terra,
nei mari e in tutti gli abissi.
7 Fa salire le nubi dall'estremità della terra,
produce le folgori per la pioggia,
dalle sue riserve libera i venti.
8 Egli percosse i primogeniti d'Egitto,
dagli uomini fino al bestiame.
9 Mandò segni e prodigi
in mezzo a te, Egitto,
contro il faraone e tutti i suoi ministri.
10 Colpì numerose nazioni
e uccise re potenti:
11 Seon, re degli Amorrèi,
Og, re di Basan,
e tutti i regni di Cànaan.
12 Diede la loro terra in eredità a Israele,
in eredità a Israele suo popolo.
13 Signore, il tuo nome è per sempre;
Signore, il tuo ricordo per ogni generazione.
14 Il Signore guida il suo popolo,
si muove a pietà dei suoi servi.
15 Gli idoli dei popoli sono argento e oro,
opera delle mani dell'uomo.
16 Hanno bocca e non parlano;
hanno occhi e non vedono;
17 hanno orecchi e non odono;
non c'è respiro nella loro bocca.
18 Sia come loro chi li fabbrica
e chiunque in essi confida.
19 Benedici il Signore, casa d'Israele;
benedici il Signore, casa di Aronne;
20 Benedici il Signore, casa di Levi;
voi che temete il Signore, benedite il Signore.
21 Da Sion sia benedetto il Signore.
che abita a Gerusalemme. Alleluia.

135,1 Alleluia.
Lodate il Signore perché è buono:
perché eterna è la sua misericordia.
2 Lodate il Dio degli dèi:
perché eterna è la sua misericordia.
3 Lodate il Signore dei signori:
perché eterna è la sua misericordia.
4 Egli solo ha compiuto meraviglie:
perché eterna è la sua misericordia.
5 Ha creato i cieli con sapienza:
perché eterna è la sua misericordia.
6 Ha stabilito la terra sulle acque:
perché eterna è la sua misericordia.
7 Ha fatto i grandi luminari:
perché eterna è la sua misericordia.
8 Il sole per regolare il giorno:
perché eterna è la sua misericordia;
9 la luna e le stelle per regolare la notte:
perché eterna è la sua misericordia.
10 Percosse l'Egitto nei suoi primogeniti:
perché eterna è la sua misericordia.
11 Da loro liberò Israele:
perché eterna è la sua misericordia;
12 con mano potente e braccio teso:
perché eterna è la sua misericordia.
13 Divise il mar Rosso in due parti:
perché eterna è la sua misericordia.
14 In mezzo fece passare Israele:
perché eterna è la sua misericordia.
15 Travolse il faraone e il suo esercito nel mar Rosso:
perché eterna è la sua misericordia.
16 Guidò il suo popolo nel deserto:
perché eterna è la sua misericordia.
17 Percosse grandi sovrani
perché eterna è la sua misericordia;
18 uccise re potenti:
perché eterna è la sua misericordia.
19 Seon, re degli Amorrei:
perché eterna è la sua misericordia.
20 Og, re di Basan:
perché eterna è la sua misericordia.
21 Diede in eredità il loro paese;
perché eterna è la sua misericordia;
22 in eredità a Israele suo servo:
perché eterna è la sua misericordia.
23 Nella nostra umiliazione si è ricordato di noi:
perché eterna è la sua misericordia;
24 ci ha liberati dai nostri nemici:
perché eterna è la sua misericordia.
25 Egli dà il cibo ad ogni vivente:
perché eterna è la sua misericordia.
26 Lodate il Dio del cielo:
perché eterna è la sua misericordia.

136,1 Sui fiumi di Babilonia,
là sedevamo piangendo
al ricordo di Sion.
2 Ai salici di quella terra
appendemmo le nostre cetre.
3 Là ci chiedevano parole di canto
coloro che ci avevano deportato,
canzoni di gioia, i nostri oppressori:
«Cantateci i canti di Sion!».
4 Come cantare i canti del Signore
in terra straniera?
5 Se ti dimentico, Gerusalemme,
si paralizzi la mia destra;
6 mi si attacchi la lingua al palato,
se lascio cadere il tuo ricordo,
se non metto Gerusalemme
al di sopra di ogni mia gioia.
7 Ricordati, Signore, dei figli di Edom,
che nel giorno di Gerusalemme,
dicevano: «Distruggete, distruggete
anche le sue fondamenta».
8 Figlia di Babilonia devastatrice,
beato chi ti renderà quanto ci hai fatto.
9 Beato chi afferrerà i tuoi piccoli
e li sbatterà contro la pietra.

137,1 Di Davide.
Ti rendo grazie, Signore, con tutto il cuore:
hai ascoltato le parole della mia bocca.
A te voglio cantare davanti agli angeli,
2 mi prostro verso il tuo tempio santo.
Rendo grazie al tuo nome
per la tua fedeltà e la tua misericordia:
hai reso la tua promessa più grande di ogni fama.
3 Nel giorno in cui t'ho invocato, mi hai risposto,
hai accresciuto in me la forza.
4 Ti loderanno, Signore, tutti i re della terra
quando udranno le parole della tua bocca.
5 Canteranno le vie del Signore,
perché grande è la gloria del Signore;
6 eccelso è il Signore e guarda verso l'umile
ma al superbo volge lo sguardo da lontano.
7 Se cammino in mezzo alla sventura
tu mi ridoni vita;
contro l'ira dei miei nemici stendi la mano
e la tua destra mi salva.
8 Il Signore completerà per me l'opera sua.
Signore, la tua bontà dura per sempre:
non abbandonare l'opera delle tue mani.

138,1 Al maestro del coro. Di Davide. Salmo.
Signore, tu mi scruti e mi conosci,
2 tu sai quando seggo e quando mi alzo.
Penetri da lontano i miei pensieri,
3 mi scruti quando cammino e quando riposo.
Ti sono note tutte le mie vie;
4 la mia parola non è ancora sulla lingua
e tu, Signore, già la conosci tutta.
5 Alle spalle e di fronte mi circondi
e poni su di me la tua mano.
6 Stupenda per me la tua saggezza,
troppo alta, e io non la comprendo.
7 Dove andare lontano dal tuo spirito,
dove fuggire dalla tua presenza?
8 Se salgo in cielo, là tu sei,
se scendo negli inferi, eccoti.
9 Se prendo le ali dell'aurora
per abitare all'estremità del mare,
10 anche là mi guida la tua mano
e mi afferra la tua destra.
11 Se dico: «Almeno l'oscurità mi copra
e intorno a me sia la notte»;
12 nemmeno le tenebre per te sono oscure,
e la notte è chiara come il giorno;
per te le tenebre sono come luce.
13 Sei tu che hai creato le mie viscere
e mi hai tessuto nel seno di mia madre.
14 Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio;
sono stupende le tue opere,
tu mi conosci fino in fondo.
15 Non ti erano nascoste le mie ossa
quando venivo formato nel segreto,
intessuto nelle profondità della terra.
16 Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi
e tutto era scritto nel tuo libro;
i miei giorni erano fissati,
quando ancora non ne esisteva uno.
17 Quanto profondi per me i tuoi pensieri,
quanto grande il loro numero, o Dio;
18 se li conto sono più della sabbia,
se li credo finiti, con te sono ancora.
19 Se Dio sopprimesse i peccatori!
Allontanatevi da me, uomini sanguinari.
20 Essi parlano contro di te con inganno:
contro di te insorgono con frode.
21 Non odio, forse, Signore, quelli che ti odiano
e non detesto i tuoi nemici?
22 Li detesto con odio implacabile
come se fossero miei nemici.
23 Scrutami, Dio, e conosci il mio cuore,
provami e conosci i miei pensieri:
24 vedi se percorro una via di menzogna
e guidami sulla via della vita.

139,1 Al maestro del coro. Salmo. Di Davide.
2 Salvami, Signore, dal malvagio,
proteggimi dall'uomo violento,
3 da quelli che tramano sventure nel cuore
e ogni giorno scatenano guerre.
4 Aguzzano la lingua come serpenti;
veleno d'aspide è sotto le loro labbra.
5 Proteggimi, Signore, dalle mani degli empi,
salvami dall'uomo violento:
essi tramano per farmi cadere.
6 I superbi mi tendono lacci
e stendono funi come una rete,
pongono agguati sul mio cammino.
7 Io dico al Signore: «Tu sei il mio Dio;
ascolta, Signore, la voce della mia preghiera».
8 Signore, mio Dio, forza della mia salvezza,
proteggi il mio capo nel giorno della lotta.
9 Signore, non soddisfare i desideri degli empi,
non favorire le loro trame.
10 Alzano la testa quelli che mi circondano,
ma la malizia delle loro labbra li sommerge.
11 Fa' piovere su di loro carboni ardenti,
gettali nel bàratro e più non si rialzino.
12 Il maldicente non duri sulla terra,
il male spinga il violento alla rovina.
13 So che il Signore difende la causa dei miseri,
il diritto dei poveri.
14 Sì, i giusti loderanno il tuo nome,
i retti abiteranno alla tua presenza.

140,1 Salmo. Di Davide.
Signore, a te grido, accorri in mio aiuto;
ascolta la mia voce quando t'invoco.
2 Come incenso salga a te la mia preghiera,
le mie mani alzate come sacrificio della sera.
3 Poni, Signore, una custodia alla mia bocca,
sorveglia la porta delle mie labbra.
4 Non lasciare che il mio cuore si pieghi al male
e compia azioni inique con i peccatori:
che io non gusti i loro cibi deliziosi.
5 Mi percuota il giusto e il fedele mi rimproveri,
ma l'olio dell'empio non profumi il mio capo;
tra le loro malvagità continui la mia preghiera.
6 Dalla rupe furono gettati i loro capi,
che da me avevano udito dolci parole.
7 Come si fende e si apre la terra,
le loro ossa furono disperse alla bocca degli inferi.
8 A te, Signore mio Dio, sono rivolti i miei occhi;
in te mi rifugio, proteggi la mia vita.
9 Preservami dal laccio che mi tendono,
dagli agguati dei malfattori.
10 Gli empi cadono insieme nelle loro reti,
ma io passerò oltre incolume.

141,1 Maskil. Di Davide, quando era nella caverna.
Preghiera
.
2 Con la mia voce al Signore grido aiuto,
con la mia voce supplico il Signore;
3 davanti a lui effondo il mio lamento,
al tuo cospetto sfogo la mia angoscia.
4 Mentre il mio spirito vien meno,
tu conosci la mia via.
Nel sentiero dove cammino
mi hanno teso un laccio.
5 Guarda a destra e vedi:
nessuno mi riconosce.
Non c'è per me via di scampo,
nessuno ha cura della mia vita.
6 Io grido a te, Signore;
dico: Sei tu il mio rifugio,
sei tu la mia sorte nella terra dei viventi.
7 Ascolta la mia supplica:
ho toccato il fondo dell'angoscia.
Salvami dai miei persecutori
perché sono di me più forti.
8 Strappa dal carcere la mia vita,
perché io renda grazie al tuo nome:
i giusti mi faranno corona
quando mi concederai la tua grazia.

142,1 Salmo. Di Davide.
Signore, ascolta la mia preghiera,
porgi l'orecchio alla mia supplica,
tu che sei fedele,
e per la tua giustizia rispondimi.
2 Non chiamare in giudizio il tuo servo:
nessun vivente davanti a te è giusto.
3 Il nemico mi perseguita,
calpesta a terra la mia vita,
mi ha relegato nelle tenebre
come i morti da gran tempo.
4 In me languisce il mio spirito,
si agghiaccia il mio cuore.
5 Ricordo i giorni antichi,
ripenso a tutte le tue opere,
medito sui tuoi prodigi.
6 A te protendo le mie mani,
sono davanti a te come terra riarsa.
7 Rispondimi presto, Signore,
viene meno il mio spirito.
Non nascondermi il tuo volto,
perché non sia come chi scende nella fossa.
8 Al mattino fammi sentire la tua grazia,
poiché in te confido.
Fammi conoscere la strada da percorrere,
perché a te si innalza l'anima mia.
9 Salvami dai miei nemici, Signore,
a te mi affido.
10 Insegnami a compiere il tuo volere,
perché sei tu il mio Dio.
Il tuo spirito buono
mi guidi in terra piana.
11 Per il tuo nome, Signore, fammi vivere,
liberami dall'angoscia, per la tua giustizia.
12 Per la tua fedeltà disperdi i miei nemici,
fa' perire chi mi opprime,
poiché io sono tuo servo.

143,1 Di Davide.
Benedetto il Signore, mia roccia,
che addestra le mie mani alla guerra,
le mie dita alla battaglia.
2 Mia grazia e mia fortezza,
mio rifugio e mia liberazione,
mio scudo in cui confido,
colui che mi assoggetta i popoli.
3 Signore, che cos'è un uomo perché te ne curi?
Un figlio d'uomo perché te ne dia pensiero?
4 L'uomo è come un soffio,
i suoi giorni come ombra che passa.
5 Signore, piega il tuo cielo e scendi,
tocca i monti ed essi fumeranno.
6 Le tue folgori disperdano i nemici,
lancia frecce, sconvolgili.
7 Stendi dall'alto la tua mano,
scampami e salvami dalle grandi acque,
dalla mano degli stranieri.
8 La loro bocca dice menzogne
e alzando la destra giurano il falso.
9 Mio Dio, ti canterò un canto nuovo,
suonerò per te sull'arpa a dieci corde;
10 a te, che dai vittoria al tuo consacrato,
che liberi Davide tuo servo.
Salvami dalla spada iniqua,
11 liberami dalla mano degli stranieri;
la loro bocca dice menzogne
e la loro destra giura il falso.
12 I nostri figli siano come piante
cresciute nella loro giovinezza;
le nostre figlie come colonne d'angolo
nella costruzione del tempio.
13 I nostri granai siano pieni,
trabocchino di frutti d'ogni specie;
siano a migliaia i nostri greggi,
a mirìadi nelle nostre campagne;
14 siano carichi i nostri buoi.
Nessuna breccia, nessuna incursione,
nessun gemito nelle nostre piazze.
15 Beato il popolo che possiede questi beni:
beato il popolo il cui Dio è il Signore.

Lodi. Di Davide.Alef
144,1 O Dio, mio re, voglio esaltarti
e benedire il tuo nome
in eterno e per sempre.

Bet
2 Ti voglio benedire ogni giorno,
lodare il tuo nome
in eterno e per sempre.

Ghimel
3 Grande è il Signore e degno di ogni lode,
la sua grandezza non si può misurare.

Dalet
4 Una generazione narra all'altra le tue opere,
annunzia le tue meraviglie.

He
5 Proclamano lo splendore della tua gloria
e raccontano i tuoi prodigi.

Vau
6 Dicono la stupenda tua potenza
e parlano della tua grandezza.

Zain
7 Diffondono il ricordo della tua bontà immensa,
acclamano la tua giustizia.

Het
8 Paziente e misericordioso è il Signore,
lento all'ira e ricco di grazia.

Tet
9 Buono è il Signore verso tutti,
la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

Iod
10 Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
e ti benedicano i tuoi fedeli.

Caf
11 Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza,

Lamed
12 per manifestare agli uomini i tuoi prodigi
e la splendida gloria del tuo regno.

Mem
13 Il tuo regno è regno di tutti i secoli,
il tuo dominio si estende ad ogni generazione.

Samech
14 Il Signore sostiene quelli che vacillano
e rialza chiunque è caduto.

Ain
15 Gli occhi di tutti sono rivolti a te in attesa
e tu provvedi loro il cibo a suo tempo.

Pe
16 Tu apri la tua mano
e sazi la fame di ogni vivente.

Sade
17 Giusto è il Signore in tutte le sue vie,
santo in tutte le sue opere.

Kof
18 Il Signore è vicino a quanti lo invocano,
a quanti lo cercano con cuore sincero.

Res
19 Appaga il desiderio di quelli che lo temono,
ascolta il loro grido e li salva.

Sin
20 Il Signore protegge quanti lo amano,
ma disperde tutti gli empi.

Tau
21 Canti la mia bocca la lode del Signore
e ogni vivente benedica il suo nome santo,
in eterno e sempre.

145,1 Alleluia.
Loda il Signore, anima mia:
2 loderò il Signore per tutta la mia vita,
finché vivo canterò inni al mio Dio.
3 Non confidate nei potenti,
in un uomo che non può salvare.
4 Esala lo spirito e ritorna alla terra;
in quel giorno svaniscono tutti i suoi disegni.
5 Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe,
chi spera nel Signore suo Dio,
6 creatore del cielo e della terra,
del mare e di quanto contiene.
Egli è fedele per sempre,
7 rende giustizia agli oppressi,
dà il pane agli affamati.
Il Signore libera i prigionieri,
8 il Signore ridona la vista ai ciechi,
il Signore rialza chi è caduto,
il Signore ama i giusti,
9 il Signore protegge lo straniero,
egli sostiene l'orfano e la vedova,
ma sconvolge le vie degli empi.
10 Il Signore regna per sempre,
il tuo Dio, o Sion, per ogni generazione.

146,1 Alleluia.
Lodate il Signore:
è bello cantare al nostro Dio,
dolce è lodarlo come a lui conviene.
2 Il Signore ricostruisce Gerusalemme,
raduna i dispersi d'Israele.
3 Risana i cuori affranti
e fascia le loro ferite;
4 egli conta il numero delle stelle
e chiama ciascuna per nome.
5 Grande è il Signore, onnipotente,
la sua sapienza non ha confini.
6 Il Signore sostiene gli umili
ma abbassa fino a terra gli empi.
7 Cantate al Signore un canto di grazie,
intonate sulla cetra inni al nostro Dio.
8 Egli copre il cielo di nubi,
prepara la pioggia per la terra,
fa germogliare l'erba sui monti.
9 Provvede il cibo al bestiame,
ai piccoli del corvo che gridano a lui.
10 Non fa conto del vigore del cavallo,
non apprezza l'agile corsa dell'uomo.
11 Il Signore si compiace di chi lo teme,
di chi spera nella sua grazia.

147,1 Alleluia.
Glorifica il Signore, Gerusalemme,
loda il tuo Dio, Sion.
2 Perché ha rinforzato le sbarre delle tue porte,
in mezzo a te ha benedetto i tuoi figli.
3 Egli ha messo pace nei tuoi confini
e ti sazia con fior di frumento.
4 Manda sulla terra la sua parola,
il suo messaggio corre veloce.
5 Fa scendere la neve come lana,
come polvere sparge la brina.
6 Getta come briciole la grandine,
di fronte al suo gelo chi resiste?
7 Manda una sua parola ed ecco si scioglie,
fa soffiare il vento e scorrono le acque.
8 Annunzia a Giacobbe la sua parola,
le sue leggi e i suoi decreti a Israele.
9 Così non ha fatto con nessun altro popolo,
non ha manifestato ad altri i suoi precetti.
Alleluia.

148,1 Alleluia.
Lodate il Signore dai cieli,
lodatelo nell'alto dei cieli.
2 Lodatelo, voi tutti, suoi angeli,
lodatelo, voi tutte, sue schiere.
3 Lodatelo, sole e luna,
lodatelo, voi tutte, fulgide stelle.
4 Lodatelo, cieli dei cieli,
voi acque al di sopra dei cieli.
5 Lodino tutti il nome del Signore,
perché egli disse e furono creati.
6 Li ha stabiliti per sempre,
ha posto una legge che non passa.
7 Lodate il Signore dalla terra,
mostri marini e voi tutti abissi,
8 fuoco e grandine, neve e nebbia,
vento di bufera che obbedisce alla sua parola,
9 monti e voi tutte, colline,
alberi da frutto e tutti voi, cedri,
10 voi fiere e tutte le bestie,
rettili e uccelli alati.
11 I re della terra e i popoli tutti,
i governanti e i giudici della terra,
12 i giovani e le fanciulle,
i vecchi insieme ai bambini
13 lodino il nome del Signore:
perché solo il suo nome è sublime,
la sua gloria risplende sulla terra e nei cieli.
14 Egli ha sollevato la potenza del suo popolo.
È canto di lode per tutti i suoi fedeli,
per i figli di Israele, popolo che egli ama.
Alleluia.

149,1 Alleluia.
Cantate al Signore un canto nuovo;
la sua lode nell'assemblea dei fedeli.
2 Gioisca Israele nel suo Creatore,
esultino nel loro Re i figli di Sion.
3 Lodino il suo nome con danze,
con timpani e cetre gli cantino inni.
4 Il Signore ama il suo popolo,
incorona gli umili di vittoria.
5 Esultino i fedeli nella gloria,
sorgano lieti dai loro giacigli.
6 Le lodi di Dio sulla loro bocca
e la spada a due tagli nelle loro mani,
7 per compiere la vendetta tra i popoli
e punire le genti;
8 per stringere in catene i loro capi,
i loro nobili in ceppi di ferro;
9 per eseguire su di essi il giudizio già scritto:
questa è la gloria per tutti i suoi fedeli.
Alleluia.

150,1 Alleluia.
Lodate il Signore nel suo santuario,
lodatelo nel firmamento della sua potenza.
2 Lodatelo per i suoi prodigi,
lodatelo per la sua immensa grandezza.
3 Lodatelo con squilli di tromba,
lodatelo con arpa e cetra;
4 lodatelo con timpani e danze,
lodatelo sulle corde e sui flauti.
5 Lodatelo con cembali sonori,
lodatelo con cembali squillanti;
ogni vivente dia lode al Signore.
Alleluia.

Nuova Riveduta:

Salmi 107-150

Libro quinto, Salmi 107-150
(Is 38:20; Ap 19:1-6)
La grazia divina in favore dei riscattati
Sl 126; 25:22; Is 63:7, 9 (Gb 36:8-11; 33:19-30)(Ez 36:33-38; Os 14:9)
107,1 Celebrate il SIGNORE,
perch'egli è buono,
perché la sua bontà dura in eterno!
2 Così dicano i riscattati del SIGNORE,
ch'egli liberò dalla mano dell'avversario
3 e riunì da tutti i paesi,
da oriente e da occidente,
da settentrione e da mezzogiorno.
4 Essi vagavano nel deserto per vie desolate;
non trovavano città dove poter abitare.
5 Soffrivano la fame e la sete,
l'anima veniva meno in loro.
6 Ma nella loro angoscia gridarono al SIGNORE
ed egli li liberò dalle loro tribolazioni.
7 Li condusse per la retta via,
perché giungessero a una città da abitare.
8 Celebrino il SIGNORE per la sua bontà
e per i suoi prodigi in favore degli uomini!
9 Poich'egli ha ristorato l'anima assetata e ha colmato di beni l'anima affamata.
10 Altri dimoravano in tenebre e in ombra di morte,
prigionieri nell'afflizione e nelle catene,
11 perché si erano ribellati alle parole di Dio
e avevano disprezzato gli avvertimenti dell'Altissimo;
12 perciò egli umiliò i loro cuori nella sofferenza;
essi caddero, e nessuno li soccorse.
13 Gridarono al SIGNORE nella loro angoscia
ed egli li salvò dalle loro tribolazioni;
14 li fece uscire dalle tenebre e dall'ombra di morte,
spezzò le loro catene.
15 Celebrino il SIGNORE per la sua bontà
e per i suoi prodigi in favore degli uomini!
16 Poich'egli ha sfondato porte di bronzo
e ha spezzato sbarre di ferro.
17 Soffrivano, gli stolti, per il loro comportamento ribelle,
e per le proprie colpe;
18 l'anima loro rifiutava qualsiasi cibo,
ed erano giunti fino alle soglie della morte.
19 Nell'angoscia, gridarono al SIGNORE
ed egli li liberò dalle loro tribolazioni.
20 Mandò la sua parola, li guarì e li salvò dalla morte.
21 Celebrino il SIGNORE per la sua bontà
e per i suoi prodigi in favore degli uomini!
22 Offrano sacrifici di lode e raccontino le sue opere con gioia!
23 Quelli che solcano il mare su navi
e trafficano sulle grandi acque,
24 vedono le opere del SIGNORE
e le sue meraviglie negli abissi marini.
25 Egli comanda, e fa soffiare la tempesta
che solleva le onde.
26 Salgono al cielo, scendono negli abissi;
l'anima loro vien meno per l'angoscia.
27 Traballano, barcollano come ubriachi
e tutta la loro abilità svanisce.
28 Ma nell'angoscia gridano al SIGNORE
ed egli li libera dalle loro tribolazioni.
29 Egli riduce la tempesta al silenzio
e le onde del mare si calmano.
30 Si rallegrano alla vista delle acque calme,
ed egli li conduce al porto tanto sospirato.
31 Celebrino il SIGNORE per la sua bontà
e per i suoi prodigi in favore degli uomini.
32 Lo esaltino nell'assemblea del popolo
e lo lodino nel consiglio degli anziani!
33 Egli muta i fiumi in deserto
e le fonti d'acqua in luoghi aridi;
34 la terra fertile in pianura di sale,
per la malvagità dei suoi abitanti.
35 Egli muta il deserto in lago
e la terra arida in fonti d'acqua.
36 Là fa risiedere gli affamati
ed essi fondano una città da abitare.
37 Vi seminano campi e vi piantano vigne
e ne raccolgono frutti abbondanti.
38 Egli li benedice perché crescano di numero
e non lascia diminuire il loro bestiame.
39 Ma poi, ridotti a pochi, sono umiliati
per l'oppressione, per l'avversità e gli affanni.
40 Egli getta il disprezzo sui potenti
e li fa errare per deserti senza strade;
41 ma solleva il povero dalla miseria
e rende le famiglie numerose come greggi.
42 Gli uomini retti lo vedono,
si rallegrano
e ogni malvagio ha la bocca chiusa.
43 Chi è saggio osservi queste cose
e consideri la bontà del SIGNORE.

Preghiera e ringraziamento
=(Sl 57:8, ecc.; 60:6, ecc.)
108,1 Canto. Salmo di Davide.
Il mio cuore è ben disposto,
o Dio,
io canterò e salmeggerò con riverenza.
2 Destatevi, saltèrio e cetra,
io voglio risvegliare l'alba.
3 Ti celebrerò tra i popoli, o SIGNORE,
e a te salmeggerò fra le nazioni.
4 Perché la tua bontà giunge fino ai cieli
e la tua fedeltà fino alle nuvole.
5 Innàlzati, o Dio, al di sopra dei cieli,
risplenda su tutta la terra la tua gloria!
6 Perché quelli che ami siano liberati,
salvaci con la tua destra e ascoltaci.
7 Dio ha parlato nel suo santuario:
«Io trionferò,
dividerò Sichem e misurerò la valle di Succot.
8 Mio è Galaad, mio è Manasse,
Efraim è l'elmo del mio capo,
Giuda è il mio scettro.
9 Moab è il catino dove mi lavo;
sopra Edom getterò il mio sandalo;
sulla Filistia proromperò in grida di trionfo».
10 Chi mi guiderà alla città forte?
Chi mi condurrà fino in Edom?
11 Non sei forse tu, o Dio, che ci hai respinti,
e non esci più, o Dio, con i nostri eserciti?
12 Aiutaci a uscire dalle difficoltà,
perché vano è il soccorso dell'uomo.
13 Con Dio noi faremo cose grandi,
ed egli schiaccerà i nostri nemici.

Preghiera contro l'empio
Sl 35; 69; At 1:16-20
109,1 Al direttore del coro.
Salmo di Davide
.
Dio della mia lode, non tacere,
2 perché la bocca dell'empio e la bocca del disonesto si sono aperte contro di me;
m'hanno parlato con lingua bugiarda.
3 Mi hanno assalito con parole d'odio
e mi hanno fatto guerra senza motivo.
4 In cambio della mia amicizia,
mi accusano,
e io non faccio che pregare.
5 Essi mi hanno reso male per bene,
e odio in cambio di amore.
6 Suscita un empio contro di lui,
e un accusatore stia alla sua destra.
7 Quando sarà giudicato, esca condannato,
e la sua preghiera gli sia imputata come peccato.
8 Siano pochi i suoi giorni:
un altro prenda il suo posto.
9 I suoi figli diventino orfani
e sua moglie vedova.
10 I suoi figli siano vagabondi e mendicanti
e cerchino il pane lontano dalle loro case in rovina.
11 L'usuraio divori tutto il suo patrimonio
ed estranei lo spoglino del frutto delle sue fatiche.
12 Nessuno sia misericordioso con lui
e nessuno abbia pietà dei suoi orfani.
13 La sua discendenza sia distrutta;
nella seconda generazione sia cancellato il loro nome!
14 L'iniquità dei suoi padri sia ricordata dal SIGNORE
e il peccato di sua madre non sia cancellato.
15 Siano quei peccati sempre davanti al SIGNORE,
e faccia egli sparire dalla terra il ricordo di lui.
16 Infatti non si è ricordato di fare il bene,
ma ha perseguitato il misero, il povero,
e chi ha il cuore spezzato, per farlo morire.
17 Egli ha amato la maledizione: essa ricada su di lui!
Non si è compiaciuto nella benedizione:
questa se ne stia lontana da lui!
18 Si è coperto di maledizione come se fosse il suo vestito;
essa è penetrata come acqua dentro di lui,
e come olio nelle sue ossa.
19 Sia per lui come vestito che lo ricopre,
come cintura che lo lega per sempre!
20 Sia questa da parte del SIGNORE la ricompensa per i miei avversari
e per quanti proferiscono del male contro l'anima mia.
21 Ma tu, o SIGNORE, Dio, intervieni in mio favore,
per amor del tuo nome;
salvami, perché la tua misericordia è benevola.
22 Io sono misero e povero,
e il mio cuore è ferito dentro di me.
23 Me ne vado come ombra che si allunga,
sono cacciato via come una cavalletta.
24 Le mie ginocchia vacillano per il digiuno
e il mio corpo è gracile e deperisce.
25 Sono diventato per loro un oggetto di scherno;
quando mi vedono scuotono il capo.
26 Aiutami, o SIGNORE, mio Dio,
salvami per la tua grazia,
27 e sappiano che questo è opera della tua mano,
che sei tu, o SIGNORE, che l'hai fatto.
28 Essi maledicono, ma tu benedirai;
s'innalzano e resteran confusi,
ma il tuo servo esulterà.
29 I miei avversari saranno coperti d'infamia
e avvolti di vergogna come d'un mantello!
30 A voce alta celebrerò il SIGNORE,
lo loderò in mezzo all'assemblea,
31 poiché egli sta alla destra del povero
per salvarlo da quelli che lo condannano a morte.

Il Messia, Re e Sacerdote
(Mt 22:41-46; At 2:33-36) Eb 7; Sl 2:6-12
110,1 Salmo di Davide.
Il SIGNORE ha detto al mio Signore:
«Siedi alla mia destra
finché io abbia fatto dei tuoi nemici lo sgabello dei tuoi piedi».
2 Il SIGNORE stenderà da Sion lo scettro del tuo potere.
Domina in mezzo ai tuoi nemici!
3 Il tuo popolo si offre volenteroso
quando raduni il tuo esercito.
Parata di santità, dal seno dell'alba
la tua gioventù viene a te come rugiada.
4 Il SIGNORE ha giurato e non si pentirà:
«Tu sei Sacerdote in eterno,
secondo l'ordine di Melchisedec».
5 Il Signore, alla tua destra,
schiaccia dei re nel giorno della sua ira,
6 giudica i popoli,
ammucchia i cadaveri,
stritola la testa ai nemici in un vasto territorio.
7 Si disseta al torrente lungo il cammino,
e perciò terrà alta la testa.

Le opere mirabili di Dio
Sl 145; De 4:32-40, 5-8
111,1 Alleluia.
Io celebrerò il SIGNORE con tutto il cuore
nel convegno dei giusti e nell'assemblea.
2 Grandi sono le opere del SIGNORE
e contemplate da chi le ama.
3 Le sue opere sono splendide e magnifiche
e la sua giustizia dura in eterno.
4 Ha lasciato il ricordo dei suoi prodigi;
il SIGNORE è pietoso e misericordioso.
5 Egli dà cibo a quanti lo temono
e si ricorda in eterno del suo patto.
6 Egli ha mostrato al suo popolo la potenza delle sue opere,
gli ha dato l'eredità delle nazioni.
7 Le opere delle sue mani sono verità e giustizia;
tutti i suoi precetti sono fermi,
8 stabili in eterno,
fatti con verità e rettitudine.
9 Egli ha mandato a liberare il suo popolo,
ha stabilito il suo patto per sempre;
santo e tremendo è il suo nome.
10 Il timor del SIGNORE è il principio della sapienza;
hanno buon senso quanti lo praticano.
La sua lode dura in eterno.

Felicità del giusto
Sl 1; 128; Pr 14:26-27
112,1 Salmo di Davide.
Alleluia.
Beato l'uomo che teme il SIGNORE
e trova grande gioia nei suoi comandamenti.
2 Potente sulla terra sarà la sua discendenza;
la stirpe degli uomini retti sarà benedetta.
3 Abbondanza e ricchezze sono in casa sua
e la sua giustizia dura per sempre.
4 La luce spunta nelle tenebre per gli onesti,
per chi è misericordioso, pietoso e giusto.
5 Felice l'uomo che ha compassione,
dà in prestito
e amministra i suoi affari con giustizia,
6 perché non vacillerà mai;
il giusto sarà ricordato per sempre.
7 Egli non temerà cattive notizie;
il suo cuore è saldo, fiducioso nel SIGNORE.
8 Il suo cuore è tenace, privo di paure
e alla fine vedrà sui suoi nemici quanto desidera.
9 Egli ha dato generosamente ai bisognosi;
la sua giustizia dura per sempre
e la sua fronte si alza gloriosa.
10 L'empio lo vede, si irrita,
digrigna i denti e si consuma;
il desiderio degli empi non potrà mai avverarsi.

Bontà di Dio verso i bisognosi
Sl 8; 96; 97; 1S 2:1-8
113,1 Alleluia.
Lodate, o servi del SIGNORE,
lodate il nome del SIGNORE.
2 Sia benedetto il nome del SIGNORE,
ora e sempre!
3 Dal sol levante fino al ponente
sia lodato il nome del SIGNORE.
4 Il SIGNORE è superiore a tutte le nazioni
e la sua gloria è al di sopra dei cieli.
5 Chi è simile al SIGNORE, al nostro Dio,
che siede sul trono in alto,
6 che si abbassa a guardare
nei cieli e sulla terra?
7 Egli rialza il misero dalla polvere
e solleva il povero dal letame,
8 per farlo sedere con i prìncipi,
con i prìncipi del suo popolo.
9 Fa abitare la sterile in famiglia,
quale madre felice tra i suoi figli.
Alleluia.

Ricordo delle liberazioni del passato
Sl 77:11-20; 78:12-16; Ac 3:3-13
114,1 Quando Israele uscì dall'Egitto
e la casa di Giacobbe da un popolo di lingua straniera,
2 Giuda divenne il santuario del SIGNORE
e Israele suo dominio.
3 Il mare lo vide e fuggì,
il Giordano si volse indietro.
4 I monti saltellarono come montoni,
i colli come agnelli.
5 Che avevi tu, o mare, per fuggire?
E tu, Giordano, perché tornasti indietro?
6 E voi, monti, perché saltellaste come montoni,
e voi, colli, come agnelli?
7 Trema, o terra, alla presenza del Signore,
alla presenza del Dio di Giacobbe,
8 che mutò la roccia in lago,
il macigno in sorgente d'acqua.

Gloria al nome di Dio
Sl 135
115,1 Non a noi, o SIGNORE,
non a noi,
ma al tuo nome da' gloria,
per la tua bontà e per la tua fedeltà!
2 Perché le nazioni dovrebbero dire:
«Dov'è il loro Dio?»
3 Il nostro Dio è nei cieli;
egli fa tutto ciò che gli piace.
4 I loro idoli sono argento e oro,
opera delle mani dell'uomo.
5 Hanno bocca e non parlano,
hanno occhi e non vedono,
6 hanno orecchi e non odono,
hanno naso e non odorano,
7 hanno mani e non toccano,
hanno piedi e non camminano,
la loro gola non emette alcun suono.
8 Come loro sono quelli che li fanno,
tutti quelli che in essi confidano.
9 Israele, confida nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
10 Casa d'Aaronne, confida nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
11 Voi che temete il SIGNORE,
confidate nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
12 Il SIGNORE si è ricordato di noi;
egli benedirà,
sì, benedirà la casa d'Israele,
benedirà la casa d'Aaronne,
13 benedirà quelli che temono il SIGNORE,
piccoli e grandi.
14 Il SIGNORE moltiplichi le sue grazie
a voi e ai vostri figli.
15 Siate benedetti dal SIGNORE,
che ha fatto il cielo e la terra.
16 I cieli sono i cieli del SIGNORE,
ma la terra l'ha data agli uomini.
17 Non sono i morti che lodano il SIGNORE,
né alcuno di quelli che scendono nella tomba;
18 ma noi benediremo il SIGNORE,
ora e sempre.
Alleluia.

Lode per la liberazione
Sl 30; 66:8, ecc. 86; Is 38
116,1 Io amo il SIGNORE perché ha udito
la mia voce e le mie suppliche.
2 Poiché ha teso l'orecchio verso di me,
io lo invocherò per tutta la mia vita.
3 I legami della morte mi avevano circondato,
le angosce del soggiorno dei morti mi avevano colto;
mi aveva raggiunto la disgrazia e il dolore.
4 Ma io invocai il nome del SIGNORE:
«SIGNORE, libera l'anima mia!»
5 Il SIGNORE è pietoso e giusto,
il nostro Dio è misericordioso.
6 Il SIGNORE protegge i semplici;
io ero ridotto in misero stato ed egli mi ha salvato.
7 Ritorna, anima mia, al tuo riposo,
perché il SIGNORE t'ha colmata di grazie.
8 Tu hai preservato l'anima mia dalla morte,
i miei occhi dalle lacrime,
i miei piedi da cadute.
9 Io camminerò alla presenza del SIGNORE
sulla terra dei viventi.
10 Ho creduto, perciò ho parlato.
Io ero molto afflitto.
11 Dicevo nel mio turbamento:
«Ogni uomo è bugiardo».
12 Che potrò ricambiare al SIGNORE
per tutti i benefici che mi ha fatti?
13 Io alzerò il calice della salvezza
e invocherò il nome del SIGNORE.
14 Scioglierò i miei voti al SIGNORE
e lo farò in presenza di tutto il suo popolo.
15 È preziosa agli occhi del SIGNORE la morte dei suoi fedeli.
16 Sì, o SIGNORE, io sono il tuo servo,
sono tuo servo, figlio della tua serva;
tu hai spezzato le mie catene.
17 Io t'offrirò un sacrificio di lode
e invocherò il nome del SIGNORE.
18 Adempirò le mie promesse al SIGNORE
e lo farò in presenza di tutto il suo popolo,
19 nei cortili della casa del SIGNORE,
in mezzo a te, o Gerusalemme.
Alleluia.

Lode universale a Dio
Sl 66:8; 100:5; Ro 15:8-12; Ap 7:9-10; 15:4
117,1 Lodate il SIGNORE, voi nazioni tutte!
Celebratelo, voi tutti i popoli!
2 Poiché la sua bontà verso di noi è grande,
e la fedeltà del SIGNORE dura per sempre.
Alleluia.

Lode a Dio per la sua misericordia e bontà
Ed 3:10-11; 6:16 (Sl 68; 110)(Mt 21:9, 42; At 4:11-12; 1P 2:4-7)
118,1 Celebrate il SIGNORE,
perché egli è buono,
perché la sua bontà dura in eterno.
2 Sì, dica Israele:
«La sua bontà dura in eterno».
3 Sì, dica la casa d'Aaronne:
«La sua bontà dura in eterno».
4 Sì, dicano quelli che temono il SIGNORE:
«La sua bontà dura in eterno».
5 Nella mia angoscia invocai il SIGNORE;
il SIGNORE mi rispose e mi portò in salvo.
6 Il SIGNORE è per me; io non temerò;
che cosa può farmi l'uomo?
7 Il SIGNORE è per me, fra i miei soccorritori,
e io vedrò quanto desidero sui miei nemici.
8 È meglio rifugiarsi nel SIGNORE
che confidare nell'uomo;
9 è meglio rifugiarsi nel SIGNORE
che confidare nei prìncipi.
10 Tutte le nazioni m'avevano circondato;
nel nome del SIGNORE, eccole da me sconfitte.
11 M'avevano circondato, sì,
m'avevano accerchiato;
nel nome del SIGNORE, eccole da me sconfitte.
12 M'avevano circondato come api,
ma sono state spente come fuoco di spine;
nel nome del SIGNORE io le ho sconfitte.
13 Tu mi avevi spinto con violenza per farmi cadere,
ma il SIGNORE mi ha soccorso.
14 Il SIGNORE è la mia forza e il mio cantico,
egli è stato la mia salvezza.
15 Un grido d'esultanza e di vittoria risuona nelle tende dei giusti:
«La destra del SIGNORE fa prodigi.
16 La destra del SIGNORE si è alzata,
la destra del SIGNORE fa prodigi».
17 Io non morirò, anzi vivrò,
e racconterò le opere del SIGNORE.
18 Certo, il SIGNORE mi ha castigato,
ma non mi ha dato in balìa della morte.
19 Apritemi le porte della giustizia;
io vi entrerò, e celebrerò il SIGNORE.
20 Questa è la porta del SIGNORE;
i giusti entreranno per essa.
21 Ti celebrerò perché mi hai risposto
e sei stato la mia salvezza.
22 La pietra che i costruttori avevano disprezzata
è divenuta la pietra angolare.
23 Questa è opera del SIGNORE,
è cosa meravigliosa agli occhi nostri.
24 Questo è il giorno che il SIGNORE ci ha preparato;
festeggiamo e rallegriamoci in esso.
25 O SIGNORE, dacci la salvezza!
O SIGNORE, facci prosperare!
26 Benedetto colui che viene nel nome del SIGNORE.
Noi vi benediciamo dalla casa del SIGNORE.
27 Il SIGNORE è Dio e risplende su di noi;
legate la vittima della solennità
e portatela ai corni dell'altare.
28 Tu sei il mio Dio, io ti celebrerò;
tu sei il mio Dio, io ti esalterò.
29 Celebrate il SIGNORE, poiché è buono,
perché la sua bontà dura in eterno.

Le varie caratteristiche della Parola di Dio
(Sl 1; 19:7, ecc.)(Mt 5:17-19; 2Ti 3:15-17; Ec 12:15) Is 42:21; At 24:16; 1Gv 5:3
(ALEF)
119,1 Beati quelli che sono integri nelle loro vie,
che camminano secondo la legge del SIGNORE.
2 Beati quelli che osservano i suoi insegnamenti,
che lo cercano con tutto il cuore
3 e non commettono il male,
ma camminano nelle sue vie.
4 Tu hai dato i tuoi precetti
perché siano osservati con cura.
5 Sia ferma la mia condotta
nell'osservanza dei tuoi statuti!
6 Non dovrò vergognarmi
quando considererò tutti i tuoi comandamenti.
7 Ti celebrerò con cuore retto,
imparando i tuoi giusti decreti.
8 Osserverò i tuoi statuti,
non abbandonarmi mai.

(BET)
9 Come potrà il giovane render pura la sua via?
Badando a essa mediante la tua parola.
10 Ti ho cercato con tutto il mio cuore;
non lasciare che mi allontani dai tuoi comandamenti.
11 Ho conservato la tua parola nel mio cuore
per non peccare contro di te.
12 Tu sei benedetto, o SIGNORE;
insegnami i tuoi statuti.
13 Ho enumerato con le mie labbra
tutti i giudizi della tua bocca.
14 Gioisco seguendo le tue testimonianze,
come se possedessi tutte le ricchezze.
15 Io mediterò sui tuoi precetti
e considererò i tuoi sentieri.
16 Mi diletterò nei tuoi statuti
e non dimenticherò la tua parola.

(GHIMEL)
17 Fa' del bene al tuo servo perché io viva
e osservi la tua parola.
18 Apri i miei occhi, e contemplerò
le meraviglie della tua legge.
19 Io sono straniero sulla terra;
non nascondermi i tuoi comandamenti.
20 L'anima mia si consuma per il desiderio dei tuoi giudizi in ogni tempo.
21 Tu rimproveri i superbi, i maledetti,
che si allontanano dai tuoi comandamenti.
22 Togli via da me l'insulto e il disprezzo
perché ho osservato le tue testimonianze.
23 Quando i potenti si siedono a sparlare di me,
il tuo servo medita i tuoi statuti.
24 Le tue testimonianze sono la mia gioia;
esse sono i miei consiglieri.

(DALET)
25 L'anima mia è avvilita nella polvere;
ravvivami secondo la tua parola.
26 Ti ho confidato le mie vie, e tu m'hai risposto;
insegnami i tuoi statuti.
27 Fammi comprendere la via dei tuoi precetti,
e io mediterò sui tuoi prodigi.
28 L'anima mia, dal dolore, si consuma in lacrime;
dammi sollievo con la tua parola.
29 Tieni lontana da me la via della menzogna
e, nella tua grazia, fammi comprendere la tua legge.
30 Io ho scelto la via della fedeltà,
ho posto i tuoi giudizi davanti ai miei occhi.
31 Ho aderito ai tuoi statuti;
o SIGNORE, non permettere che io sia confuso.
32 Io correrò per la via dei tuoi comandamenti,
perché mi hai allargato il cuore.

(HE)
33 Insegnami, o SIGNORE,
la via dei tuoi statuti
e io la seguirò sino alla fine.
34 Dammi intelligenza e osserverò la tua legge;
la praticherò con tutto il cuore.
35 Guidami per il sentiero dei tuoi comandamenti,
poiché in esso trovo la mia gioia.
36 Inclina il mio cuore alle tue testimonianze
e non alla cupidigia.
37 Distogli gli occhi miei dal contemplare la vanità
e fammi vivere nelle tue vie.
38 Sii fedele alla parola data al tuo servo,
perché si abbia timor di te.
39 Allontana da me il disprezzo che mi avvilisce,
perché i tuoi giudizi sono buoni.
40 Ecco, io desidero i tuoi precetti,
ravvivami nella tua giustizia.

(VAV)
41 Mi raggiunga la tua bontà,
o SIGNORE,
e salvami, secondo la tua parola;
42 e avrò di che rispondere a chi mi offende,
perché confido nella tua parola.
43 Non togliere mai dalla mia bocca la parola giusta,
perché spero nei tuoi giudizi.
44 Io osserverò sempre la tua legge,
per l'eternità.
45 Sicuro proseguirò nella mia strada,
perché ricerco i tuoi precetti.
46 Parlerò delle tue testimonianze davanti ai re
e non avrò da vergognarmi.
47 Troverò gioia nei tuoi comandamenti,
perché li amo.
48 Alzerò le mie mani verso i tuoi comandamenti che amo
e mediterò sui tuoi statuti.

(ZAIN)
49 Ricòrdati della parola data al tuo servo,
con la quale mi hai fatto sperare.
50 Questo mi è di conforto nell'afflizione,
che la tua parola mi fa vivere.
51 I superbi mi coprono di scherno,
ma io non mi svio dalla tua legge.
52 Ricordo i tuoi giudizi antichi,
o SIGNORE,
e mi consolo.
53 Grande sdegno mi prende a causa degli empi
che abbandonano la tua legge.
54 I tuoi statuti sono per me dei cantici,
nella casa dove sono ospite.
55 Ricordo il tuo nome nella notte,
o SIGNORE,
e osservo la tua legge.
56 Ho questo conforto,
che osservo i tuoi precetti.

(HET)
57 Il SIGNORE è la mia parte;
ho promesso di osservare le tue parole.
58 Ti ho supplicato con tutto il cuore:
«Abbi pietà di me, secondo la tua parola».
59 Ho esaminato le mie vie
e ho orientato i miei passi verso le tue testimonianze.
60 Senza indugiare, mi sono affrettato
a osservare i tuoi comandamenti.
61 Le corde degli empi mi hanno avvinghiato,
ma io non ho dimenticato la tua legge.
62 A metà della notte mi alzo per lodarti
a motivo dei tuoi giusti giudizi.
63 Io sono amico di tutti quelli che ti temono,
di quelli che osservano i tuoi precetti.
64 SIGNORE, la terra è piena della tua bontà;
insegnami i tuoi statuti.

(TET)
65 Tu hai fatto del bene al tuo servo,
o SIGNORE, secondo la tua parola.
66 Concedimi senno e intelligenza,
perché ho creduto nei tuoi comandamenti.
67 Prima di essere afflitto, andavo errando,
ma ora osservo la tua parola.
68 Tu sei buono e fai del bene;
insegnami i tuoi statuti.
69 I superbi inventano menzogne contro di me,
ma io osservo i tuoi precetti con tutto il cuore.
70 Il loro cuore è insensibile come il grasso,
ma io mi diletto nella tua legge.
71 È stata un bene per me l'afflizione subita,
perché imparassi i tuoi statuti.
72 La legge della tua bocca per me vale più
di migliaia di monete d'oro e d'argento.

(IOD)
73 Le tue mani mi hanno fatto e formato;
dammi intelligenza e imparerò i tuoi comandamenti.
74 Quelli che ti temono mi vedranno e si rallegreranno,
perché ho sperato nella tua parola.
75 Io so, SIGNORE, che i tuoi giudizi sono giusti,
e che mi hai afflitto nella tua fedeltà.
76 La tua bontà sia il mio conforto,
secondo la parola data al tuo servo.
77 Venga su di me la tua compassione, e vivrò;
perché la tua legge è la mia gioia.
78 Siano confusi i superbi, che mentendo mi opprimono;
ma io medito sui tuoi precetti.
79 Si rivolgano a me quelli che ti temono
e quelli che conoscono le tue testimonianze.
80 Sia perfetta la mia ubbidienza ai tuoi statuti
perché io non sia confuso.

(CAF)
81 L'anima mia vien meno nell'attesa della tua salvezza;
io spero nella tua parola.
82 Si spengono i miei occhi desiderosi della tua parola,
mentre dico: «Quando mi consolerai?»
83 Poiché io sono divenuto come un otre affumicato;
ma non dimentico i tuoi statuti.
84 Quanti sono i giorni del tuo servo?
Quando punirai quelli che mi perseguitano?
85 I superbi mi hanno scavato delle fosse;
essi non agiscono secondo la tua legge.
86 Tutti i tuoi comandamenti sono fedeltà;
costoro mi perseguitano a torto;
soccorrimi!
87 Per poco non mi hanno eliminato dalla terra;
ma io non ho abbandonato i tuoi precetti.
88 Rendimi la vita secondo la tua bontà
e io osserverò la testimonianza della tua bocca.

(LAMED)
89 Per sempre, SIGNORE,
la tua parola è stabile nei cieli.
90 La tua fedeltà dura per ogni generazione;
tu hai fondato la terra ed essa sussiste.
91 Tutto sussiste anche oggi secondo le tue leggi,
perché ogni cosa è al tuo servizio.
92 Se la tua legge non fosse stata la mia gioia,
sarei già perito nella mia afflizione.
93 Mai dimenticherò i tuoi precetti,
perché per mezzo di essi tu mi dai la vita.
94 Io sono tuo, salvami,
perché ho ricercato i tuoi precetti.
95 Gli empi si sono appostati per farmi perire,
ma io medito sulle tue testimonianze.
96 Ho visto che ogni cosa perfetta ha un limite,
ma il tuo comandamento è senza limiti.

(MEM)
97 Oh, quanto amo la tua legge!
È la mia meditazione di tutto il giorno.
98 I tuoi comandamenti mi rendono più saggio dei miei nemici;
perché sono sempre con me.
99 Ho più conoscenza di tutti i miei maestri,
perché le tue testimonianze sono la mia meditazione.
100 Ho più saggezza dei vecchi,
perché ho osservato i tuoi precetti.
101 Ho trattenuto i miei piedi da ogni sentiero malvagio,
per osservare la tua parola.
102 Non mi sono allontanato dai tuoi giudizi,
perché tu mi hai istruito.
103 Oh, come sono dolci le tue parole al mio palato!
Sono più dolci del miele alla mia bocca.
104 Mediante i tuoi precetti io divento intelligente;
perciò detesto ogni doppiezza.

(NUN)
105 La tua parola è una lampada al mio piede
e una luce sul mio sentiero.
106 Ho giurato, e lo manterrò,
di osservare i tuoi giusti giudizi.
107 Io sono molto afflitto;
SIGNORE, rinnova la mia vita secondo la tua parola.
108 SIGNORE, gradisci le offerte volontarie delle mie labbra
e insegnami i tuoi giudizi.
109 La mia vita è sempre in pericolo,
ma io non dimentico la tua legge.
110 Gli empi mi hanno teso dei lacci,
ma io non mi sono allontanato dai tuoi precetti.
111 Le tue testimonianze sono la mia eredità per sempre,
esse sono la gioia del mio cuore.
112 Ho messo il mio impegno a praticare i tuoi statuti,
sempre, sino alla fine.

(SAMEC)
113 Io detesto gli uomini non sinceri,
ma amo la tua legge.
114 Tu sei il mio rifugio e il mio scudo;
io spero nella tua parola.
115 Allontanatevi da me, malvagi;
io osserverò i comandamenti del mio Dio.
116 Sostienimi secondo la tua parola,
perché io viva;
non rendermi confuso nella mia speranza.
117 Sii il mio sostegno, e sarò salvo,
terrò sempre i tuoi statuti davanti agli occhi.
118 Tu disprezzi quanti si sviano dai tuoi statuti,
perché il loro inganno è perfidia.
119 Tu getti via come scorie tutti gli empi dalla terra;
perciò amo le tue testimonianze.
120 Tu mi fai rabbrividire di paura;
io temo i tuoi giudizi.

(AIN)
121 Mi sono comportato secondo il diritto e la giustizia;
non abbandonarmi ai miei oppressori.
122 Garantisci sicurezza al tuo servo
e non lasciare che i superbi mi opprimano.
123 Si spengono i miei occhi desiderando la tua salvezza
e la parola della tua giustizia.
124 Agisci verso il tuo servo secondo la tua bontà
e insegnami i tuoi statuti.
125 Io sono tuo servo; dammi intelligenza
perché possa conoscere le tue testimonianze.
126 È tempo che il SIGNORE agisca;
essi hanno annullato la tua legge.
127 Perciò io amo i tuoi comandamenti più dell'oro,
più dell'oro finissimo.
128 Per questo ritengo giusti tutti i tuoi precetti
e odio ogni sentiero di menzogna.

(PE)
129 Le tue testimonianze sono meravigliose;
perciò l'anima mia le osserva.
130 La rivelazione delle tue parole illumina;
rende intelligenti i semplici.
131 Apro la bocca e sospiro,
per il desiderio dei tuoi comandamenti.
132 Volgiti a me e abbi pietà,
come usi fare con chi ama il tuo nome.
133 Guida i miei passi nella tua parola
e non lasciare che alcuna iniquità mi domini.
134 Liberami dall'oppressione degli uomini
e osserverò i tuoi precetti.
135 Fa' risplendere il tuo volto sul tuo servo,
e insegnami i tuoi statuti.
136 Fiumi di lacrime mi scendono dagli occhi,
perché la tua legge non è osservata.

(SADE)
137 Tu sei giusto, SIGNORE,
e retti sono i tuoi giudizi.
138 Tu hai prescritto le tue testimonianze
con giustizia
e con grande fedeltà.
139 Il mio zelo mi consuma
perché i miei nemici hanno dimenticato le tue parole.
140 La tua parola è pura d'ogni scoria;
perciò il tuo servo l'ama.
141 Sono piccolo e disprezzato,
ma non dimentico i tuoi precetti.
142 La tua giustizia è una giustizia eterna
e la tua legge è verità.
143 Affanno e tribolazione m'hanno còlto,
ma i tuoi comandamenti sono la mia gioia.
144 Le tue testimonianze sono giuste in eterno;
dammi intelligenza e io vivrò.

(QOF)
145 Io grido con tutto il cuore;
rispondimi, SIGNORE!
Osserverò i tuoi statuti.
146 Io t'invoco; salvami,
e osserverò le tue testimonianze.
147 Mi alzo prima dell'alba e grido;
io spero nella tua parola.
148 Gli occhi miei prevengono le veglie della notte,
per meditare la tua parola.
149 Ascolta la mia voce secondo la tua bontà;
SIGNORE, fammi vivere secondo la tua giustizia.
150 Si avvicinano quelli che vanno dietro all'infamia:
essi sono lontani dalla tua legge.
151 Tu sei vicino, SIGNORE,
e tutti i tuoi comandamenti sono verità.
152 Da lungo tempo conosco le tue testimonianze
che hai stabilite in eterno.

(RES)
153 Considera la mia afflizione e liberami;
perché non ho dimenticato la tua legge.
154 Difendi tu la mia causa e riscattami;
dammi la vita secondo la tua parola.
155 La salvezza è lontana dagli empi,
perché non cercano i tuoi statuti.
156 Le tue compassioni sono grandi, SIGNORE;
dammi la vita secondo i tuoi giudizi.
157 I miei persecutori e i miei avversari sono tanti,
ma io non devio dalle tue testimonianze.
158 Ho visto i traditori e ne ho provato orrore,
perché non osservano la tua parola.
159 Vedi come amo i tuoi precetti!
SIGNORE, dammi la vita secondo la tua bontà.
160 La somma della tua parola è verità;
tutti i tuoi giusti giudizi durano in eterno.

(SIN)
161 I potenti mi hanno perseguitato senza ragione,
ma il mio cuore ha timore delle tue parole.
162 Gioisco della tua parola,
come chi trova un grande bottino.
163 Odio e detesto la menzogna,
ma amo la tua legge.
164 Io ti lodo sette volte al giorno per i tuoi giusti giudizi.
165 Grande pace hanno quelli che amano la tua legge
e non c'è nulla che possa farli cadere.
166 Io ho sperato nella tua salvezza, SIGNORE,
e ho messo in pratica i tuoi comandamenti.
167 La mia anima ha osservato le tue testimonianze,
e io le amo molto.
168 Ho osservato i tuoi precetti e le tue testimonianze,
perché tutte le mie vie ti stanno davanti.

(TAV)
169 Giunga il mio grido fino a te, SIGNORE;
dammi intelligenza secondo la tua parola.
170 Giunga la mia supplica in tua presenza;
liberami secondo la tua parola.
171 Le mie labbra esprimeranno la tua lode,
perché tu m'insegni i tuoi statuti.
172 La mia lingua celebrerà la tua parola,
perché tutti i tuoi comandamenti sono giustizia.
173 La tua mano mi aiuti,
perché ho scelto i tuoi precetti.
174 Io bramo la tua salvezza, SIGNORE,
e la tua legge è la mia gioia.
175 L'anima mia viva, ed essa ti loderà;
e mi soccorrano i tuoi giudizi.
176 Io vado errando come pecora smarrita;
cerca il tuo servo,
perché io non dimentico i tuoi comandamenti.

Sofferenza del deportato
Ed 4; Sl 12
120,1 Canto dei pellegrinaggi.
Nella mia angoscia ho invocato il SIGNORE,
ed egli m'ha risposto.
2 Signore, libera l'anima mia dalle labbra bugiarde,
dalla lingua ingannatrice.
3 Che ti sarà dato e che ti sarà aggiunto,
lingua ingannatrice?
4 Frecce appuntite di guerriero,
con carboni di ginepro.
5 Misero me che soggiorno in Mesec
e abito fra le tende di Chedar!
6 L'anima mia troppo a lungo ha dimorato con chi odia la pace!
7 Io sono per la pace; ma, quando parlo,
essi sono per la guerra.

Soccorso e protezione di Dio
Sl 91; De 33:27; 1S 2:9; Is 27:3
121,1 Canto dei pellegrinaggi.
Alzo gli occhi verso i monti...
Da dove mi verrà l'aiuto?
2 Il mio aiuto vien dal SIGNORE,
che ha fatto il cielo e la terra.
3 Egli non permetterà che il tuo piede vacilli;
colui che ti protegge non sonnecchierà.
4 Ecco, colui che protegge Israele non sonnecchierà né dormirà.
5 Il SIGNORE è colui che ti protegge;
il SIGNORE è la tua ombra;
egli sta alla tua destra.
6 Di giorno il sole non ti colpirà,
né la luna di notte.
7 Il SIGNORE ti preserverà da ogni male;
egli proteggerà l'anima tua.
8 Il SIGNORE ti proteggerà, quando esci e quando entri,
ora e sempre.

Auguri di pace per Gerusalemme
De 16:16; Sl 84
122,1 Canto dei pellegrinaggi.
Di Davide
.
Mi sono rallegrato quando m'hanno detto:
«Andiamo alla casa del SIGNORE».
2 I nostri passi si sono fermati alle tue porte, o Gerusalemme;
3 Gerusalemme, che sei costruita come una città ben compatta,
4 dove salgono le tribù, le tribù del SIGNORE,
secondo la legge imposta a Israele,
per celebrare il nome del SIGNORE.
5 Qua infatti furono eretti i troni per il giudizio,
i troni della casa di Davide.
6 Pregate per la pace di Gerusalemme!
Quelli che ti amano vivano tranquilli.
7 Ci sia pace all'interno delle tue mura
e tranquillità nei tuoi palazzi!
8 Per amore dei miei fratelli e dei miei amici,
io dirò: «La pace sia dentro di te!»
9 Per amore della casa del SIGNORE,
del nostro Dio,
io cercherò il tuo bene.

Preghiera per il popolo oppresso
(Ne 2:19-20; 4:1-4) Sl 120
123,1 Canto dei pellegrinaggi.
A te alzo gli occhi,
a te che siedi nei cieli!
2 Ecco, come gli occhi dei servi guardano la mano del loro padrone,
come gli occhi della serva guardano la mano della sua padrona,
così gli occhi nostri sono rivolti al SIGNORE,
al nostro Dio,
finché egli abbia pietà di noi.
3 Abbi pietà di noi,
SIGNORE, abbi pietà di noi,
perché siamo più che sazi di disprezzo.
4 L'anima nostra è più che sazia dello scherno degli orgogliosi e del disprezzo dei superbi.

Il Signore protegge e libera i suoi fedeli
Ne 4:7, ecc.; Et 1-8; Sl 129; 21:1; 118:8-14
124,1 Canto dei pellegrinaggi.
Di Davide
.
Se il SIGNORE non fosse stato in nostro favore,
- lo dica pure Israele -
2 se il SIGNORE non fosse stato in nostro favore,
quando gli uomini ci assalirono,
3 essi ci avrebbero inghiottiti vivi,
talmente erano furiosi contro di noi;
4 allora le acque ci avrebbero sommersi,
il torrente sarebbe passato sull'anima nostra;
5 allora sarebbero passate sull'anima nostra le acque tempestose.
6 Benedetto sia il SIGNORE
che non ci ha abbandonati in preda ai loro denti!
7 L'anima nostra è scampata come un uccello dal laccio dei cacciatori:
il laccio è stato spezzato e noi siamo scampati.
8 Il nostro aiuto è nel nome del SIGNORE,
che ha fatto il cielo e la terra.

Il Signore protegge il suo popolo
Gr 17:7-8; Sl 34:7-22; Is 26:3; 2Cr 16:9
125,1 Canto dei pellegrinaggi.
Quelli che confidano nel SIGNORE
sono come il monte di Sion,
che non può vacillare,
ma sta saldo in eterno.
2 Gerusalemme è circondata dai monti;
e così il SIGNORE circonda il suo popolo,
ora e per sempre.
3 Lo scettro dell'empio non rimarrà per sempre sull'eredità dei giusti,
affinché i giusti non tendano le loro mani verso il male.
4 O SIGNORE, fa' del bene ai buoni e ai retti di cuore.
5 Ma quanti deviano per sentieri tortuosi,
il SIGNORE li disperderà insieme ai malfattori.
Pace sia sopra Israele.

Preghiera per la restaurazione d'Israele
Ed 1; Sl 85; Ap 7:9, ecc.; 2Cr 15:7
126,1 Canto dei pellegrinaggi.
Quando il SIGNORE fece tornare i reduci di Sion,
ci sembrava di sognare.
2 Allora spuntarono sorrisi sulle nostre labbra
e canti di gioia sulle nostre lingue.
Allora si diceva tra le nazioni:
«Il SIGNORE ha fatto cose grandi per loro».
3 Il SIGNORE ha fatto cose grandi per noi,
e noi siamo nella gioia.
4 SIGNORE, fa' tornare i nostri deportati,
come torrenti nel deserto del Neghev.
5 Quelli che seminano con lacrime,
mieteranno con canti di gioia.
6 Se ne va piangendo
colui che porta il seme da spargere,
ma tornerà con canti di gioia quando porterà i suoi covoni.

La casa costruita dal Signore
Pr 10:22; Sl 128
127,1 Canto dei pellegrinaggi.
Di Salomone
.
Se il SIGNORE non costruisce la casa,
invano si affaticano i costruttori;
se il SIGNORE non protegge la città,
invano vegliano le guardie.
2 Invano vi alzate di buon mattino e tardi andate a riposare
e mangiate pane tribolato;
egli dà altrettanto a quelli che ama,
mentre essi dormono.
3 Ecco, i figli sono un dono che viene dal SIGNORE;
il frutto del grembo materno è un premio.
4 Come frecce nelle mani di un prode,
così sono i figli della giovinezza.
5 Beati coloro che ne hanno piena la faretra!
Non saranno confusi
quando discuteranno con i loro nemici alla porta.

La famiglia benedetta
Sl 112; 127:3-4
128,1 Canto dei pellegrinaggi.
Beato chiunque teme il SIGNORE
e cammina nelle sue vie!
2 Allora mangerai della fatica delle tue mani,
sarai felice e prospererai.
3 Tua moglie sarà come vigna fruttifera,
nell'intimità della tua casa;
i tuoi figli come piante d'olivo intorno alla tua tavola.
4 Ecco così sarà benedetto
l'uomo che teme il SIGNORE.
5 Il SIGNORE ti benedica da Sion!
Possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme
tutti i giorni della tua vita.
6 Possa tu vedere i figli dei tuoi figli.
Pace sia sopra Israele.

Ricordo dell'oppressione
Sl 124; 122:6-9; La 3:59-66
129,1 Canto dei pellegrinaggi.
Molte volte mi hanno oppresso fin dalla mia gioventù
- lo dica pure Israele -
2 molte volte mi hanno oppresso fin dalla mia gioventù;
eppure non hanno potuto vincermi.
3 Degli aratori hanno arato sul mio dorso,
vi hanno tracciato i loro lunghi solchi.
4 Il SIGNORE è giusto;
egli ha spezzato le funi degli empi.
5 Siano confusi e voltino le spalle quanti odiano Sion!
6 Siano come l'erba dei tetti,
che secca prima di crescere!
7 Non se ne riempie la mano il mietitore,
né le braccia chi lega i covoni;
8 e i passanti non dicono:
«La benedizione del SIGNORE sia su di voi;
noi vi benediciamo nel nome del SIGNORE!»

Attesa dell'intervento di Dio
Sl 69; 143 (La 3:22-32; Mi 7:7, 18-20) Is 30:18
130,1 Canto dei pellegrinaggi.
O SIGNORE, io grido a te da luoghi profondi!
2 Signore, ascolta il mio grido;
siano le tue orecchie attente al mio grido d'aiuto!
3 Se tieni conto delle colpe, Signore,
chi potrà resistere?
4 Ma presso di te è il perdono,
perché tu sia temuto.
5 Io aspetto il SIGNORE, l'anima mia lo aspetta;
io spero nella sua parola.
6 L'anima mia anela al Signore
più che le guardie non anelino al mattino,
più che le guardie al mattino.
7 O Israele, spera nel SIGNORE,
poiché presso il SIGNORE è la misericordia
e la redenzione abbonda presso di lui.
8 Egli redimerà Israele
da tutte le sue colpe.

Pace in Dio
Mt 11:29; Ro 12:3, 16; 1P 5:5-6; Fl 2:1-11
131,1 Canto dei pellegrinaggi.
Di Davide
.
SIGNORE, il mio cuore non è orgoglioso
e i miei occhi non sono altèri;
non aspiro a cose troppo grandi e troppo alte per me.
2 In verità l'anima mia è calma e tranquilla.
Come un bimbo divezzato sul seno di sua madre,
così è tranquilla in me l'anima mia.
3 O Israele, spera nel SIGNORE,
ora e per sempre.

Ricordo delle promesse di Dio a Davide
2Cr 6:3-17, 41-42; Is 32:8; Mt 6:33
132,1 Canto dei pellegrinaggi.
Ricòrdati, SIGNORE,
di Davide,
di tutte le sue fatiche,
2 quand'egli giurò al SIGNORE
e fece voto al Potente di Giacobbe, dicendo:
3 «Certo, non entrerò nella mia casa,
né salirò sul mio letto;
4 non darò sonno ai miei occhi,
né riposo alle mie palpebre,
5 finché abbia trovato un luogo per il SIGNORE,
una dimora per il Potente di Giacobbe».
6 Ecco, abbiamo saputo che l'arca era in Efrata:
l'abbiamo trovata nei campi di Iaar.
7 Andiamo nella dimora del SIGNORE,
adoriamo davanti allo sgabello dei suoi piedi!
8 Àlzati, SIGNORE, vieni al luogo del tuo riposo,
tu e l'arca della tua potenza.
9 I tuoi sacerdoti siano rivestiti di giustizia,
e gioiscano i tuoi fedeli.
10 Per amor di Davide, tuo servo,
non respingere il volto del tuo unto.
11 Il SIGNORE ha fatto a Davide questo giuramento di verità,
e non lo revocherà:
«Io metterò sul tuo trono un tuo discendente.
12 Se i tuoi figli osserveranno il mio patto
e la testimonianza che insegnerò loro,
anche i loro figli per sempre
sul tuo trono staranno seduti».
13 Poiché il SIGNORE ha scelto Sion,
l'ha desiderata per sua dimora.
14 «Questo è il mio luogo di riposo in eterno;
qui abiterò, perché l'ho desiderata.
15 Io benedirò largamente le sue provviste,
sazierò di pane i suoi poveri.
16 I suoi sacerdoti li rivestirò di salvezza
e i suoi fedeli esulteranno di gran gioia.
17 Qua farò crescere la potenza di Davide
e vi terrò accesa una lampada per il mio unto.
18 I suoi nemici li coprirò di vergogna,
ma su di lui fiorirà la sua corona».

L'amore fraterno
At 4:32; Fl 2:1-4
133,1 Canto dei pellegrinaggi.
Di Davide
.
Ecco quant'è buono e quant'è piacevole
che i fratelli vivano insieme!
2 È come olio profumato che, sparso sul capo,
scende sulla barba, sulla barba d'Aaronne,
che scende fino all'orlo dei suoi vestiti;
3 è come la rugiada dell'Ermon,
che scende sui monti di Sion;
là infatti il SIGNORE ha ordinato che sia la benedizione,
la vita in eterno.

Invito alla lode
1Cr 9:33; Sl 84:4; De 10:8
134,1 Canto dei pellegrinaggi.
Ecco, benedite il SIGNORE,
voi tutti,
servi del SIGNORE,
che state nella casa del SIGNORE durante la notte!
2 Alzate le vostre mani verso il santuario
e benedite il SIGNORE!
3 Il SIGNORE ti benedica da Sion,
egli che ha fatto il cielo e la terra.

Il Dio vero e gli idoli
Sl 136; 115
135,1 Alleluia. Lodate il nome del SIGNORE.
Lodatelo, servi del SIGNORE,
2 che state nella casa del SIGNORE,
nei cortili della casa del nostro Dio.
3 Lodate il SIGNORE, perché il SIGNORE è buono;
salmeggiate al suo nome, perché è amabile.
4 Poiché il SIGNORE ha scelto per sé Giacobbe,
e Israele per suo speciale possesso.
5 Sì, io conosco che il SIGNORE è grande
e che il nostro Signore è al di sopra di tutti gli dèi.
6 Il SIGNORE fa tutto ciò che gli piace,
in cielo e in terra,
nei mari e in tutti gli oceani.
7 Egli fa salire le nuvole dalle estremità della terra,
provoca i lampi per la pioggia,
sprigiona il vento dai suoi depositi.
8 Egli percosse i primogeniti d'Egitto,
così degli uomini come degli animali.
9 Operò segni e prodigi in mezzo a te,
o Egitto,
sul faraone e su tutti i suoi servi.
10 Egli percosse grandi nazioni
e uccise re potenti:
11 Sicon, re degli Amorei,
Og, re di Basan,
e tutti i regni di Canaan.
12 E diede il loro paese in eredità, in eredità a Israele, suo popolo.
13 SIGNORE, il tuo nome dura per sempre;
la memoria di te, o SIGNORE, dura per ogni generazione.
14 Poiché il SIGNORE farà giustizia al suo popolo
e avrà compassione dei suoi servi.
15 Gl'idoli delle nazioni sono argento e oro,
opera di mano d'uomo.
16 Hanno bocca e non parlano;
hanno occhi e non vedono;
17 hanno orecchi e non odono
e non hanno respiro alcuno nella loro bocca.
18 Siano simili a loro quelli che li fanno,
tutti quelli che in essi confidano.
19 Casa d'Israele,
benedite il SIGNORE!
Casa d'Aaronne,
benedite il SIGNORE!
20 Casa di Levi, benedite il SIGNORE!
Voi che temete il SIGNORE, benedite il SIGNORE!
21 Sia benedetto da Sion il SIGNORE,
che abita in Gerusalemme!
Alleluia.

Bontà eterna di Dio
Sl 135; Ed 3:11; Lu 1:47, 50
136,1 Celebrate il SIGNORE, perché egli è buono,
perché la sua bontà dura in eterno.
2 Celebrate il Dio degli dèi,
perché la sua bontà dura in eterno.
3 Celebrate il Signor dei signori,
perché la sua bontà dura in eterno.
4 Colui che solo opera grandi prodigi,
perché la sua bontà dura in eterno.
5 Colui che ha fatto con sapienza i cieli,
perché la sua bontà dura in eterno.
6 Colui che ha steso la terra sopra le acque,
perché la sua bontà dura in eterno.
7 Colui che ha fatto i grandi luminari,
perché la sua bontà dura in eterno:
8 il sole per regnare sul giorno,
perché la sua bontà dura in eterno;
9 e la luna e le stelle per regnare sulla notte,
perché la sua bontà dura in eterno.
10 Colui che percosse gli Egiziani nei loro primogeniti,
perché la sua bontà dura in eterno,
11 e fece uscire Israele di mezzo a loro,
perché la sua bontà dura in eterno,
12 con mano potente e con braccio teso,
perché la sua bontà dura in eterno.
13 Colui che divise il mar Rosso in due parti,
perché la sua bontà dura in eterno,
14 e fece passare Israele in mezzo a esso,
perché la sua bontà dura in eterno,
15 e travolse il faraone e il suo esercito nel mar Rosso,
perché la sua bontà dura in eterno.
16 Colui che guidò il suo popolo attraverso il deserto,
perché la sua bontà dura in eterno.
17 Colui che percosse re grandi,
perché la sua bontà dura in eterno,
18 e uccise re potenti,
perché la sua bontà dura in eterno:
19 Sicon, re degli Amorei,
perché la sua bontà dura in eterno,
20 e Og, re di Basan,
perché la sua bontà dura in eterno,
21 e diede il loro paese in eredità,
perché la sua bontà dura in eterno,
22 in eredità a Israele, suo servo,
perché la sua bontà dura in eterno.
23 Colui che nella nostra umiliazione si ricordò di noi,
perché la sua bontà dura in eterno,
24 e ci ha liberati dai nostri nemici,
perché la sua bontà dura in eterno.
25 Colui che dà il cibo a ogni creatura,
perché la sua bontà dura in eterno.
26 Celebrate il Dio del cielo,
perché la sua bontà dura in eterno.

L'esilio
(La 1; 2) Ez 25:12-14; Gr 50; 51
137,1 Là, presso i fiumi di Babilonia,
sedevamo e piangevamo ricordandoci di Sion.
2 Ai salici delle sponde avevamo appeso le nostre cetre.
3 Là ci chiedevano delle canzoni quelli che ci avevano deportati,
dei canti di gioia
quelli che ci opprimevano, dicendo:
«Cantateci canzoni di Sion!»
4 Come potremmo cantare i canti del SIGNORE
in terra straniera?
5 Se ti dimentico, Gerusalemme,
si paralizzi la mia destra;
6 resti la mia lingua attaccata al palato,
se io non mi ricordo di te,
se non metto Gerusalemme
al di sopra di ogni mia gioia.
7 Ricòrdati, SIGNORE, dei figli di Edom,
che nel giorno di Gerusalemme
dicevano: «Spianatela, spianatela,
fin dalle fondamenta!»
8 Figlia di Babilonia, che devi essere distrutta,
beato chi ti darà la retribuzione del male che ci hai fatto!
9 Beato chi afferrerà i tuoi bambini
e li sbatterà contro la roccia!

Lode per l'adempimento delle promesse
2S 7; Sl 117; 67; 113
138,1 Salmo di Davide.
Io ti celebrerò con tutto il mio cuore,
davanti agli dèi salmeggerò a te.
2 Adorerò rivolto al tuo santo tempio
e celebrerò il tuo nome per la tua bontà e per la tua fedeltà;
poiché tu hai reso grande la tua parola oltre ogni fama.
3 Nel giorno che ho gridato a te,
tu mi hai risposto,
mi hai accresciuto la forza nell'anima mia.
4 Tutti i re della terra ti celebreranno, SIGNORE,
quando avranno udito le parole della tua bocca;
5 e canteranno le vie del SIGNORE,
perché grande è la gloria del SIGNORE.
6 Sì, eccelso è il SIGNORE, eppure ha riguardo per gli umili,
e da lontano conosce il superbo.
7 Se cammino in mezzo alle difficoltà,
tu mi ridai la vita;
tu stendi la mano contro l'ira dei miei nemici
e la tua destra mi salva.
8 Il SIGNORE compirà in mio favore l'opera sua;
la tua bontà, SIGNORE, dura per sempre;
non abbandonare le opere delle tue mani.

Onniscienza di Dio
(Sl 11:4-5; 1Cr 28:9; Eb 4:13; Gr 23:23-24; Ro 11:33) Gb 10:8-12
139,1 Al direttore del coro.
Salmo di Davide
.
SIGNORE, tu mi hai esaminato e mi conosci.
2 Tu sai quando mi siedo e quando mi alzo,
tu comprendi da lontano il mio pensiero.
3 Tu mi scruti quando cammino e quando riposo,
e conosci a fondo tutte le mie vie.
4 Poiché la parola non è ancora sulla mia lingua,
che tu, SIGNORE, già la conosci appieno.
5 Tu mi circondi, mi stai di fronte e alle spalle,
e poni la tua mano su di me.
6 La conoscenza che hai di me è meravigliosa,
troppo alta perché io possa arrivarci.
7 Dove potrei andarmene lontano dal tuo Spirito,
dove fuggirò dalla tua presenza?
8 Se salgo in cielo tu vi sei;
se scendo nel soggiorno dei morti,
eccoti là.
9 Se prendo le ali dell'alba
e vado ad abitare all'estremità del mare,
10 anche là mi condurrà la tua mano e mi afferrerà la tua destra.
11 Se dico: «Certo le tenebre mi nasconderanno
e la luce diventerà notte intorno a me»,
12 le tenebre stesse non possono nasconderti nulla
e la notte per te è chiara come il giorno;
le tenebre e la luce ti sono uguali.
13 Sei tu che hai formato le mie reni,
che mi hai intessuto nel seno di mia madre.
14 Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo stupendo.
Meravigliose sono le tue opere,
e l'anima mia lo sa molto bene.
15 Le mie ossa non ti erano nascoste,
quando fui formato in segreto
e intessuto nelle profondità della terra.
16 I tuoi occhi videro la massa informe del mio corpo
e nel tuo libro erano tutti scritti
i giorni che mi eran destinati,
quando nessuno d'essi era sorto ancora.
17 Oh, quanto mi sono preziosi i tuoi pensieri, o Dio!
Quant'è grande il loro insieme!
18 Se li voglio contare, sono più numerosi della sabbia;
quando mi sveglio sono ancora con te.
19 Certo, tu ucciderai l'empio, o Dio;
perciò allontanatevi da me uomini sanguinari.
20 Essi parlano contro di te malvagiamente;
i tuoi nemici si servono del tuo nome per sostenere la menzogna.
21 SIGNORE, non odio forse quelli che ti odiano?
E non detesto quelli che insorgono contro di te?
22 Io li odio di un odio perfetto;
li considero miei nemici.
23 Esaminami, o Dio, e conosci il mio cuore.
Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri.
24 Vedi se c'è in me qualche via iniqua
e guidami per la via eterna.

Preghiera per essere protetti nella persecuzione
Sl 10; 64; 58; 59; 141-143
140,1 Al direttore del coro.
Salmo di Davide
.
Liberami, SIGNORE, dall'uomo malvagio;
proteggimi dall'uomo violento,
2 da tutti quelli che tramano malvagità nel loro cuore
e sono sempre pronti a far la guerra.
3 Aguzzano la loro lingua come il serpente,
hanno un veleno di vipera sotto le loro labbra. [Pausa]
4 Preservami, SIGNORE, dalle mani dell'empio,
proteggimi dall'uomo violento:
essi hanno tramato per farmi cadere.
5 I superbi hanno predisposto per me lacci e funi,
mi hanno teso una rete sull'orlo del sentiero,
hanno preparato tranelli per me. [Pausa]
6 Io ho detto al SIGNORE: «Tu sei il mio Dio!»
Porgi orecchio, o SIGNORE, al grido delle mie suppliche.
7 O Dio, Signore, tu sei la forza che mi salva,
tu hai protetto il mio capo nel giorno della battaglia.
8 Non concedere agli empi
quel che desiderano, o SIGNORE;
non assecondare i loro disegni, perché non si esaltino. [Pausa]
9 Sulla testa di quanti mi circondano
ricada la perversità delle loro labbra!
10 Cadano loro addosso carboni accesi!
Siano gettati nel fuoco,
in fosse profonde, da cui non possano risorgere.
11 Il maldicente non durerà sulla terra;
il male darà senza posa la caccia all'uomo violento.
12 Io so che il SIGNORE difenderà la causa dell'afflitto
e renderà giustizia ai poveri.
13 Certo i giusti celebreranno il tuo nome;
gli uomini retti abiteranno alla tua presenza.

Preghiera per essere liberati dagli uomini violenti
1S 25 (Sl 142; 143; 28)
141,1 Salmo di Davide.
SIGNORE, io t'invoco; affrèttati a rispondermi.
Porgi orecchio alla mia voce quando grido a te.
2 La mia preghiera sia in tua presenza come l'incenso,
l'elevazione delle mie mani come il sacrificio della sera.
3 SIGNORE, poni una guardia davanti alla mia bocca,
sorveglia l'uscio delle mie labbra.
4 Non inclinare il mio cuore ad alcuna cosa malvagia,
per commettere azioni malvagie con i malfattori;
e fa' che io non mangi delle loro delizie.
5 Mi percuota pure il giusto; sarà un favore;
mi riprenda pure; sarà come olio sul capo;
il mio capo non lo rifiuterà.
Io continuo a pregare mentre fanno il male.
6 I loro giudici saranno precipitati per il fianco delle rocce
e si darà ascolto alle mie parole, perché sono piacevoli.
7 Come quando si ara e si rompe la terra,
le nostre ossa sono sparse all'ingresso del soggiorno dei morti.
8 A te sono rivolti i miei occhi, o Dio, Signore;
in te mi rifugio,
non abbandonare l'anima mia.
9 Salvami dal laccio che mi hanno teso
e dalle insidie dei malfattori.
10 Cadano gli empi nelle loro proprie reti,
mentre io passerò oltre.

Preghiera nella tribolazione
1S 24; Sl 57; 143
142,1 Cantico di Davide, quand'era nella spelonca. Preghiera.
Io grido con la mia voce al SIGNORE;
con la mia voce supplico il SIGNORE.
2 Sfogo il mio pianto davanti a lui,
espongo davanti a lui la mia tribolazione.
3 Quando lo spirito mio è abbattuto in me,
tu conosci il mio sentiero.
Sulla via per la quale io cammino,
essi hanno teso un laccio per me.
4 Guarda alla mia destra e vedi;
non c'è nessuno che mi riconosca.
Ogni rifugio mi è venuto a mancare;
nessuno si prende cura dell'anima mia.
5 Io grido a te, o SIGNORE.
Io dico: «Tu sei il mio rifugio,
la mia parte nella terra dei viventi».
6 Sii attento al mio grido,
perché sono ridotto agli estremi.
Liberami dai miei persecutori,
perché sono più forti di me.
7 Libera l'anima mia dalla prigione,
perché io celebri il tuo nome.
I giusti trionferanno con me,
perché m'avrai colmato di beni.

Preghiera di liberazione
2S 15:25-31; Sl 142; 25
143,1 Salmo di Davide.
SIGNORE, ascolta la mia preghiera, porgi orecchio alle mie suppliche;
nella tua fedeltà e nella tua giustizia,
rispondimi,
2 e non chiamare in giudizio il tuo servo,
perché nessun vivente sarà trovato giusto davanti a te.
3 Poiché il nemico perseguita l'anima mia;
egli calpesta al suolo la mia vita;
mi fa abitare in luoghi tenebrosi
come coloro che sono morti già da lungo tempo.
4 Il mio spirito è abbattuto in me,
il mio cuore è tutto smarrito dentro di me.
5 Ricordo i giorni antichi;
medito su tutte le tue azioni;
rifletto sull'opera delle tue mani.
6 Tendo le mani verso di te;
l'anima mia, come arida terra,
è assetata di te. [Pausa]
7 Affrèttati a rispondermi, SIGNORE;
lo spirito mio viene meno;
non nascondermi il tuo volto,
perché io non diventi simile a quelli che scendono nella tomba.
8 Al mattino fammi udire la tua bontà,
perché in te confido;
fammi conoscere la via da seguire,
poiché io elevo l'anima mia a te.
9 Liberami dai miei nemici, SIGNORE;
io cerco rifugio in te.
10 Insegnami a far la tua volontà,
poiché tu sei il mio Dio,
il tuo Spirito benevolo mi guidi in terra piana.
11 SIGNORE, fammi vivere per amor del tuo nome;
nella tua giustizia libera l'anima mia dalla tribolazione!
12 Nella tua bontà distruggi i miei nemici,
fa' perire tutti quelli che opprimono l'anima mia,
perché io sono tuo servo.

Preghiera per la liberazione del popolo
Sl 18; 65:4, ecc.; 33:12
144,1 Salmo di Davide.
Benedetto sia il SIGNORE,
la mia rocca,
che addestra le mie mani al combattimento
e le mie dita alla battaglia;
2 egli è il mio benefattore e la mia fortezza,
il mio alto riparo e il mio liberatore,
il mio scudo, colui nel quale mi rifugio,
che mi rende soggetto il mio popolo.
3 SIGNORE, che cos'è l'uomo, perché te ne prenda cura?
O il figlio dell'uomo perché tu ne tenga conto?
4 L'uomo è simile a un soffio,
i suoi giorni sono come l'ombra che passa.
5 SIGNORE, abbassa i tuoi cieli e scendi;
tocca i monti e fa' che fumino.
6 Fa' guizzare il lampo e disperdi i miei nemici.
Lancia le tue frecce e mettili in fuga.
7 Tendi le tue mani dall'alto,
salvami e liberami dalle grandi acque,
dalla mano degli stranieri,
8 la cui bocca dice menzogne
e la cui destra giura il falso.
9 O Dio, ti canterò un nuovo cantico;
sul saltèrio a dieci corde salmeggerò a te,
10 che dai la vittoria ai re,
che liberi il tuo servo Davide
dalla spada micidiale.
11 Salvami e liberami dalla mano degli stranieri,
la cui bocca dice menzogne
e la cui destra giura il falso.
12 I nostri figli, nella loro gioventù,
siano come piante novelle che crescono,
e le nostre figlie come colonne scolpite
per adornare un palazzo.
13 I nostri granai siano pieni
e forniscano ogni specie di beni.
Le nostre greggi moltiplichino a migliaia e a decine di migliaia
nelle nostre campagne.
14 Le nostre giovenche siano feconde;
e non vi sia breccia, né fuga,
né grido nelle nostre piazze.
15 Beato il popolo che è in tale stato,
beato il popolo il cui Dio è il SIGNORE.

Inno alla potenza e alla bontà di Dio
Sl 146; 147; 111; De 32:3
145,1 Salmo di lode. Di Davide.
Io t'esalterò, o mio Dio,
mio re,
e benedirò il tuo nome in eterno.
2 Ogni giorno ti benedirò
e loderò il tuo nome per sempre.
3 Il SIGNORE è grande e degno di lode eccelsa,
e la sua grandezza non la si può misurare.
4 Un'età dirà all'altra le lodi delle tue opere,
e farà conoscere i tuoi prodigi.
5 Mediterò sul glorioso splendore della tua maestà
e sulle tue opere meravigliose.
6 Gli uomini parleranno della potenza dei tuoi atti tremendi
e io racconterò la tua grandezza.
7 Essi proclameranno il ricordo della tua gran bontà
e canteranno con gioia la tua giustizia.
8 Il SIGNORE è misericordioso e pieno di compassione,
lento all'ira e di gran bontà.
9 Il SIGNORE è buono verso tutti,
pieno di compassioni per tutte le sue opere.
10 Tutte le tue opere ti celebreranno,
o SIGNORE,
e i tuoi fedeli ti benediranno.
11 Parleranno della gloria del tuo regno
e racconteranno la tua potenza
12 per far conoscere ai figli degli uomini i tuoi prodigi
e la gloria maestosa del tuo regno.
13 Il tuo regno è un regno eterno
e il tuo dominio dura per ogni età.
14 Il SIGNORE sostiene tutti quelli che cadono
e rialza tutti quelli che sono curvi.
15 Gli occhi di tutti sono rivolti a te,
e tu dai loro il cibo a suo tempo.
16 Tu apri la tua mano,
e dai cibo a volontà a tutti i viventi.
17 Il SIGNORE è giusto in tutte le sue vie
e benevolo in tutte le sue opere.
18 Il SIGNORE è vicino a tutti quelli che lo invocano,
a tutti quelli che lo invocano in verità.
19 Egli adempie il desiderio di quelli che lo temono,
ode il loro grido, e li salva.
20 Il SIGNORE protegge tutti quelli che l'amano,
ma distruggerà tutti gli empi.
21 La mia bocca proclamerà la lode del SIGNORE
e ogni carne benedirà il suo nome santo per sempre.

Lode a Dio per il suo soccorso
Ed 6:16 (Sl 145; 147) Gr 17:5-8
146,1 Alleluia.
Anima mia, loda il SIGNORE.
2 Io loderò il SIGNORE finché vivrò,
salmeggerò al mio Dio, finché esisterò.
3 Non confidate nei prìncipi,
né in alcun figlio d'uomo, che non può salvare.
4 Il suo fiato se ne va, ed egli ritorna alla sua terra;
in quel giorno periscono i suoi progetti.
5 Beato colui che ha per aiuto il Dio di Giacobbe
e la cui speranza è nel SIGNORE,
suo Dio,
6 che ha fatto il cielo e la terra,
il mare e tutto ciò ch'è in essi;
che mantiene la fedeltà in eterno,
7 che rende giustizia agli oppressi,
che dà il cibo agli affamati.
Il SIGNORE libera i prigionieri,
8 il SIGNORE apre gli occhi ai ciechi,
il SIGNORE rialza gli oppressi,
il SIGNORE ama i giusti,
9 il SIGNORE protegge i forestieri,
sostenta l'orfano e la vedova,
ma sconvolge la via degli empi.
10 Il SIGNORE regna per sempre;
il tuo Dio, o Sion, regna per ogni età.
Alleluia.

Potenza di Dio in favore d'Israele
Ne 12:27-43 (Sl 33; 65)
147,1 Lodate il SIGNORE, perché è cosa buona salmeggiare al nostro Dio;
perché è cosa dolce, e la lode si addice a lui.
2 Il SIGNORE ricostruisce Gerusalemme,
raccoglie i dispersi d'Israele;
3 egli guarisce chi ha il cuore spezzato
e fascia le loro piaghe.
4 Egli conta il numero delle stelle,
le chiama tutte per nome.
5 Grande è il nostro Signore,
e immenso è il suo potere;
la sua intelligenza è infinita.
6 Il SIGNORE sostiene gli umili,
ma abbassa gli empi fino a terra.
7 Cantate al SIGNORE inni di lode,
salmeggiate con la cetra al nostro Dio,
8 che copre il cielo di nuvole,
prepara la pioggia per la terra
e fa germogliare l'erba sui monti.
9 Egli dà il cibo al bestiame,
e ai piccini dei corvi, quando gridano.
10 Egli non si compiace del vigore del cavallo
né della forza delle gambe dell'uomo.
11 Il SIGNORE si compiace di quelli che lo temono,
di quelli che sperano nella sua bontà.
12 Celebra il SIGNORE,
o Gerusalemme!
Loda il tuo Dio, o Sion!
13 Perch'egli ha rinforzato le sbarre delle tue porte,
ha benedetto i tuoi figli in mezzo a te.
14 Egli mantiene la pace entro i tuoi confini,
ti sazia con frumento scelto.
15 Egli manda i suoi ordini sulla terra,
la sua parola corre velocissima.
16 Egli manda la neve come lana,
sparge la brina come cenere.
17 Egli getta il suo ghiaccio come a pezzi;
e chi può resistere al suo freddo?
18 Egli manda la sua parola e li fa sciogliere;
fa soffiare il suo vento e le acque corrono.
19 Egli fa conoscere la sua parola a Giacobbe,
i suoi statuti e i suoi decreti a Israele.
20 Egli non ha agito così con tutte le nazioni;
e i suoi decreti esse non li conoscono.
Alleluia.

Lode universale della creazione
(Sl 103:20-22; 113:1-4)(Ap 4:8-11; 5:11-14)
148,1 Alleluia.
Lodate il SIGNORE dai cieli;
lodatelo nei luoghi altissimi.
2 Lodatelo, voi tutti i suoi angeli;
lodatelo, voi tutti i suoi eserciti!
3 Lodatelo, sole e luna;
lodatelo voi tutte, stelle lucenti!
4 Lodatelo, cieli dei cieli,
e voi acque al di sopra dei cieli!
5 Tutte queste cose lodino il nome del SIGNORE,
perch'egli comandò, e furono create;
6 ed egli le ha stabilite in eterno;
ha dato loro una legge che non sarà trasgredita.
7 Lodate il SIGNORE dal fondo della terra,
voi mostri marini e oceani tutti,
8 fuoco e grandine, neve e nebbia,
vento impetuoso che esegui i suoi ordini;
9 monti e colli tutti,
alberi fruttiferi e cedri tutti;
10 animali selvatici e domestici,
rettili e uccelli;
11 re della terra e popoli tutti,
prìncipi e giudici della terra;
12 giovani e fanciulle,
vecchi e bambini!
13 Lodino il nome del SIGNORE
perché solo il suo nome è esaltato;
la sua maestà è al di sopra della terra e del cielo.
14 Egli ha ridato forza al suo popolo,
è motivo di lode per tutti i suoi fedeli,
per i figli d'Israele, il popolo che gli sta vicino.
Alleluia.

Lode a Dio per i suoi giudizi
(Sl 47; 48) Za 9:9, 12-17; Ap 2:26-27
149,1 Alleluia.
Cantate al SIGNORE un cantico nuovo,
cantate la sua lode nell'assemblea dei fedeli.
2 Si rallegri Israele in colui che lo ha fatto,
esultino i figli di Sion nel loro re.
3 Lodino il suo nome con danze,
salmeggino a lui con il tamburello e la cetra,
4 perché il SIGNORE gradisce il suo popolo
e adorna di salvezza gli umili.
5 Esultino i fedeli nella gloria,
cantino di gioia sui loro letti.
6 Abbiano in bocca le lodi di Dio,
e una spada a due tagli in mano
7 per punire le nazioni
e infliggere castighi ai popoli;
8 per legare i loro re con catene
e i loro nobili con ceppi di ferro,
9 per eseguir su di loro il giudizio scritto.
Questo è l'onore riservato a tutti i suoi fedeli.
Alleluia.

Lode suprema a Dio
(Sl 148; Ap 5:13-14) 2Cr 5:12-13
150,1 Alleluia.
Lodate Dio nel suo santuario,
lodatelo nella distesa dove risplende la sua potenza.
2 Lodatelo per le sue gesta,
lodatelo secondo la sua somma grandezza.
3 Lodatelo con il suono della tromba,
lodatelo con il saltèrio e la cetra.
4 Lodatelo con il timpano e le danze,
lodatelo con gli strumenti a corda e con il flauto.
5 Lodatelo con cembali risonanti,
lodatelo con cembali squillanti.
6 Ogni creatura che respira,
lodi il SIGNORE.
Alleluia.

Nuova Diodati:

Salmi 107-150

Dio libera quelli che gridano a lui da ogni genere di avversità
107,1 Celebrate l'Eterno, perché egli è buono, perché la sua benignità dura in eterno. 2 Così dicano i riscattati dall'Eterno, che egli ha liberato dalla mano dell'avversario, 3 e ha raccolto da vari paesi, da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno. 4 Essi andavano errando nel deserto, in luoghi desolati, e non trovavano alcuna città da abitare. 5 Affamati e assetati, la vita veniva meno in loro. 6 Ma nella loro avversità gridarono all'Eterno, ed egli li liberò dalle loro angosce; 7 e li condusse per la diritta via, perché giungessero a una città da abitare. 8 Celebrino l'Eterno per la sua benignità e per le sue meraviglie in favore dei figli degli uomini. 9 Poiché egli ha saziato l'anima assetata e ha ricolmato di beni l'anima affamata. 10 Altri dimoravano nelle tenebre e nell'ombra di morte, prigionieri nell'afflizione e nelle catene, 11 perché si erano ribellati alle parole di Dio e avevano disprezzato il consiglio dell'Altissimo; 12 per cui egli abbattè il cuor loro con affanni; essi caddero, e non vi fu alcuno che li soccorse. 13 Ma nella loro avversità gridarono all'Eterno, ed egli li salvò dalle loro angosce, 14 li trasse fuori dalle tenebre e dall'ombra di morte e spezzò i loro legami. 15 Celebrino l'Eterno per la sua benignità e per le sue meraviglie in favore dei figli degli uomini, 16 perché egli ha abbattuto le porte di bronzo e ha spezzato le sbarre di ferro. 17 Degli stolti soffrivano per il loro comportamento ribelle e per i loro peccati; 18 essi detestavano ogni cibo ed erano giunti alle soglie della morte, 19 ma nella loro avversità gridarono all'Eterno, ed egli li salvò dalle loro angosce. 20 Egli mandò la sua parola e li guarì, li scampò dalla fossa. 21 Celebrino l'Eterno per la sua benignità e per le sue meraviglie in favore dei figli degli uomini. 22 Offrano sacrifici di lode e raccontino le sue opere con canti di gioia. 23 Quelli che scendono in mare sulle navi e che fanno commercio sulle grandi acque, 24 vedono le opere dell'Eterno e le sue meraviglie negli abissi del mare. 25 Poiché egli comanda e fa levare un vento di tempesta, che solleva le onde del mare. 26 Essi salgono fino al cielo e sprofondano negli abissi; la loro anima viene meno per l'angoscia. 27 Barcollano e traballano come degli ubriachi, e non sanno più che fare. 28 Ma nella loro avversità gridano all'Eterno, ed egli li trae fuori dalle loro angosce. 29 Egli riduce la tempesta a un mormorio e le sue onde son fatte tacere. 30 Al loro acquetarsi essi si rallegrano, ed egli li conduce al porto da loro desiderato. 31 Celebrino l'Eterno per la sua benignità e per le sue meraviglie in favore dei figli degli uomini; 32 lo esaltino nell'assemblea del popolo e lo lodino nel consiglio degli anziani. 33 Egli cambia i fiumi in deserto e le sorgenti d'acqua in luoghi aridi, 34 la terra fertile in luogo arido per la malvagità dei suoi abitanti. 35 Egli cambia il deserto in lago e la terra arida in sorgenti d'acqua. 36 Là egli fa abitare gli affamati, ed essi innalzano una città da abitare, 37 vi seminano campi e vi piantano vigne che producono un abbondante raccolto. 38 Egli li benedice e moltiplicano grandemente, ed egli non fa diminuire il loro bestiame. 39 Ma poi vengono ridotti a pochi e sono indeboliti per l'oppressione, l'avversità e gli affanni. 40 Egli getta il disprezzo sui principi e li fa errare per luoghi deserti, dove non c'è via alcuna. 41 Ma solleva il bisognoso dalla miseria e accresce le loro famiglie come un gregge. 42 Gli uomini retti vedono questo e si rallegrano, ma tutti i malvagi hanno la bocca chiusa. 43 Chi è saggio osservi queste cose e consideri la benignità dell'Eterno.

Inno di ringraziamento e di lode
108,1 [Cantico. Salmo di Davide.] Il mio cuore è ben disposto, o DIO, io canterò e celebrerò le tue lodi con tutta la mia forza. 2 Destatevi, arpa e cetra, io voglio risvegliare l'alba. 3 Io ti celebrerò fra i popoli, o Eterno, e canterò le tue lodi fra le nazioni. 4 Poiché la tua benignità è grande, giunge al di sopra dei cieli, e la tua verità fino alle nuvole. 5 Sii esaltato, o DIO, al di sopra dei cieli, e risplenda la tua gloria su tutta la terra, 6 affinché i tuoi diletti siano liberati; salvami con la tua destra e rispondimi. 7 DIO ha parlato nella sua santità: «Io trionferò, spartirò Sichem e misurerò la valle di Sukkoth. 8 Mio è Galaad, mio è Manasse, Efraim è la forza del mio capo, Giuda è il mio legislatore; 9 Moab è il catino dove mi lavo; su Edom getterò il mio sandalo; sulla Filistia manderò grida di trionfo». 10 Chi mi porterà nella città forte? Chi mi condurrà fino a Edom? 11 Non sei tu, o DIO, che ci hai respinti, e non esci più, o DIO, coi nostri eserciti? 12 Dacci tu aiuto contro l'avversario, perché vano è il soccorso dell'uomo. 13 Con DIO noi faremo prodezze, e sarà lui a schiacciare i nostri nemici.

Preghiera a Dio perché faccia vendetta sugli empi
109,1 [Al maestro del coro. Salmo di Davide.] O DIO della mia lode, non tacere, 2 perché uomini empi e disonesti hanno aperto la loro bocca contro di me e hanno parlato contro di me con una lingua bugiarda; 3 mi hanno assalito con parole di odio e mi hanno fatta guerra senza motivo. 4 In cambio del mio amore, mi accusano, ma io faccio ricorso alla preghiera. 5 Essi mi hanno reso male per bene e odio in cambio del mio amore. 6 Stabilisci un uomo malvagio su di lui, e un accusatore stia alla sua destra. 7 Quando sarà giudicato, fa' che sia trovato colpevole, e la sua preghiera diventi peccato. 8 Siano pochi i suoi giorni e un altro prenda il suo posto. 9 I suoi figli rimangano orfani e la sua moglie vedova. 10 Siano i suoi figli vagabondi e mendicanti e cerchino cibo lontano dalle loro case in rovina. 11 L'usuraio si prenda tutti i suoi averi, e gli estranei lo derubino del frutto delle sue fatiche. 12 Nessuno usi con lui misericordia e nessuno abbia pietà dei suoi orfani. 13 Sia la sua discendenza distrutta; nella seconda generazione sia il loro nome cancellato. 14 Sia l'iniquità dei suoi padri ricordata davanti all'Eterno e il peccato di sua madre non sia cancellato. 15 Siano i loro peccati sempre davanti all'Eterno, affinché egli faccia sparire dalla terra il loro ricordo. 16 Poiché egli non si è ricordato di usare misericordia, ma ha perseguitato il povero, il bisognoso e chi aveva il cuore rotto, fino a farli morire. 17 Poiché ha amato la maledizione, ricada essa su di lui; e poiché non si è compiaciuto nella benedizione, si allontani essa da lui. 18 Poiché si è coperto di maledizione come di un vestito, entri essa come acqua nel suo corpo e come olio nelle sue ossa; 19 sia per lui come un vestito che lo copre e come una cintura che lo lega per sempre. 20 Sia questa da parte dell'Eterno la ricompensa per i miei avversari e per quelli che parlano male contro di me. 21 Ma tu, o Eterno, Signore, opera a mio favore per amore del tuo nome; liberami per la tua misericordia e bontà, 22 perché io sono povero e bisognoso, e il mio cuore è ferito dentro di me. 23 Io me ne vado come ombra che si allunga, sono scosso via come una cavalletta. 24 Le mie ginocchia vacillano per il digiuno, e il mio corpo si è fatto magro per mancanza di grasso. 25 Sono diventato per loro un obbrobrio; quando mi vedono scuotono il capo. 26 Aiutami, o Eterno mio DIO, salvami per la tua misericordia, 27 e sappiano che questo è opera della tua mano, e che tu, o Eterno, l'hai fatto. 28 Essi malediranno, ma tu benedirai; quando si innalzeranno, resteranno confusi, ma il tuo servo si rallegrerà. 29 Siano i miei avversari coperti di vituperio e avvolti di vergogna come di un mantello. 30 Io celebrerò grandemente l'Eterno con la mia bocca e lo loderò in mezzo alla grande folla, 31 perché egli sta alla destra del povero, per salvarlo da quelli che lo condannano a morte.

Il regno del Messia, Re e Sacerdote
110,1 [Salmo di Davide.] L'Eterno dice al mio Signore: «Siedi alla mia destra finché io faccia dei tuoi nemici lo sgabello dei tuoi piedi». 2 L'Eterno estenderà da Sion lo scettro della tua potenza. Domina in mezzo ai tuoi nemici. 3 Il tuo popolo si offrirà volenteroso nel giorno del tuo potere; nello splendore di santità, dal grembo dell'aurora, tu avrai la rugiada della tua gioventù. 4 L'Eterno ha giurato e non si pentirà: «Tu sei sacerdote in eterno secondo l'ordine di Melchisedek». 5 Il Signore è alla tua destra. Egli distruggerà dei re nel giorno della sua ira. 6 Egli giudicherà le nazioni, le riempirà di cadaveri e distruggerà i governanti di gran parte della terra. 7 Berrà dal torrente per via e perciò alzerà il capo.

Dio lodato per le sue mirabili opere
111,1 Alleluia. Io celebrerò l'Eterno con tutto il cuore nel consiglio dei giusti e nell'assemblea. 2 Grandi sono le opere dell'Eterno, ricercate da tutti quelli che si dilettano in esse. 3 Le sue opere sono maestose e grandiose e la sua giustizia dura in eterno. 4 Egli fa sì che le sue meraviglie siano ricordate; l'Eterno è misericordioso e pieno di compassione. 5 Egli dà cibo a quelli che lo temono e si ricorderà per sempre del suo patto. 6 Egli ha mostrato al suo popolo la potenza delle sue opere, dandogli l'eredità delle nazioni. 7 Le opere delle sue mani sono verità e giustizia; tutti i suoi comandamenti sono fermi, 8 stabili in eterno per sempre, fatti con verità e rettitudine. 9 Egli ha mandato la redenzione al suo popolo, ha stabilito il suo patto per sempre; santo e tremendo è il suo nome. 10 Il timore dell'Eterno è il principio della sapienza; hanno grande sapienza quelli che mettono in pratica i suoi comandamenti; la sua lode dura in eterno.

Prosperità di chi teme il Signore
112,1 Alleluia. Beato l'uomo che teme l'Eterno e trova grande gioia nei suoi comandamenti. 2 La sua progenie sarà potente sulla terra, la posterità degli uomini retti sarà benedetta. 3 Nella sua casa c'è abbondanza e ricchezze e la sua giustizia dura per sempre. 4 La luce si leva nelle tenebre per quelli che sono retti, per l'uomo misericordioso, compassionevole e giusto. 5 Sarà felice l'uomo che usa misericordia e dà in prestito, e dirige i suoi affari con giustizia, 6 perché non sarà mai smosso; il giusto sarà ricordato per sempre. 7 Egli non temerà cattive notizie; il suo cuore è fermo, fiducioso nell'Eterno. 8 Il suo cuore è sicuro; egli non avrà paura alcuna, finché non guarderà trionfante sui suoi nemici. 9 Egli ha sparso liberamente, ha dato ai bisognosi; la sua giustizia dura per sempre e la sua potenza sarà elevata in gloria. 10 L'empio lo vedrà e si irriterà, digrignerà i denti e si consumerà; il desiderio degli empi non si realizzerà mai.

Inno di lode al Signore per la sua grandezza e bontà verso i bisognosi
113,1 Alleluia. Lodate, o servi dell'Eterno, lodate il nome dell'Eterno. 2 Sia benedetto il nome dell'Eterno ora e sempre. 3 Dal sorgere del sole fino al suo tramonto sia lodato il nome dell'Eterno. 4 L'Eterno è eccelso su tutte le nazioni, la sua gloria è al di sopra dei cieli. 5 Chi è simile all'Eterno, il nostro DIO, che abita nei luoghi altissimi, 6 che si abbassa a guardare le cose che sono nei cieli e sulla terra? 7 Egli rialza il misero dalla polvere e solleva il bisognoso dalla spazzatura, 8 per farlo sedere coi principi, coi principi del suo popolo. 9 Egli fa abitare la donna sterile in famiglia, quale madre felice di figli. Alleluia.

Prodigi di Dio nell'esodo
114,1 Quando Israele uscì dall'Egitto e la casa di Giacobbe da un popolo di lingua straniera, 2 Giuda divenne il suo santuario e Israele il suo dominio. 3 Il mare lo vide e fuggì, il Giordano tornò indietro. 4 I monti saltellarono come montoni, i colli come agnelli. 5 Che avevi tu, o mare, per fuggire, e tu, o Giordano, per tornare indietro? 6 E voi, o monti, per saltellare come montoni, e voi, o colli, come agnelli? 7 Trema, o terra, alla presenza del Signore, alla presenza del Dio di Giacobbe, 8 che mutò la roccia in un lago, il macigno in una sorgente d'acqua.

La gloria del Signore e la vanità degli idoli; esortazione a confidare in Dio solo
115,1 Non a noi, o Eterno, non a noi, ma al tuo nome dà gloria, per la tua benignità e per la tua fedeltà. 2 Perché direbbero le nazioni: «Dov'è ora il loro DIO?». 3 Ma il nostro DIO è nei cieli e fa tutto ciò che gli piace. 4 I loro idoli sono argento e oro, opera di mani d'uomo. 5 Hanno bocca ma non parlano, hanno occhi ma non vedono, 6 hanno orecchi ma non odono, hanno naso ma non odorano, 7 hanno mani ma non toccano, hanno piedi ma non camminano; con la loro gola non emettono suono alcuno. 8 Come loro sono quelli che li fanno, tutti quelli che in essi confidano. 9 O Israele, confida nell'Eterno! Egli è il loro aiuto e il loro scudo. 10 O casa di Aaronne, confida nell'Eterno! Egli è il loro aiuto e il loro scudo. 11 O voi che temete l'Eterno, confidate nell'Eterno! Egli è il loro aiuto e il loro scudo. 12 L'Eterno si è ricordato di noi e ci benedirà; sì, egli benedirà la casa d'Israele e benedirà la casa di Aaronne. 13 Egli benedirà quelli che temono l'Eterno, piccoli e grandi. 14 L'Eterno vi faccia crescere, voi e i vostri figli. 15 Siate benedetti dall'Eterno, che ha fatto i cieli e la terra. 16 I cieli sono i cieli dell'Eterno, ma la terra egli l'ha data ai figli degli uomini. 17 Non sono i morti che lodano l'Eterno, né alcuno di quelli che scendono nel luogo del silenzio. 18 Ma noi benediremo l'Eterno, ora e sempre. Alleluia.

Inno di lode al Signore per la liberazione ricevuta
116,1 Io amo l'Eterno, perché egli ha dato ascolto alla mia voce e alle mie suppliche. 2 Poiché ha teso verso di me il suo orecchio, io lo invocherò tutti i giorni della mia vita. 3 I legami della morte mi avevano circondato e le angosce dello Sceol mi avevano colto; sventura e dolore mi avevano sopraffatto. 4 Allora invocai il nome dell'Eterno: «O Eterno, ti supplico, salvami». 5 L'Eterno è pietoso e giusto, il nostro DIO è misericordioso. 6 L'Eterno protegge i semplici; io ero ridotto in misero stato, ed egli mi ha salvato. 7 Ritorna, anima mia, al tuo riposo, perché l'Eterno ti ha colmata di beni. 8 Sì, perché tu hai liberato la mia vita dalla morte, i miei occhi dalle lacrime e i miei piedi da cadute. 9 Io camminerò alla presenza dell'Eterno nella terra dei viventi. 10 Io ho creduto e perciò parlo. Io ero grandemente afflitto, 11 e dicevo nel mio smarrimento: «Ogni uomo è bugiardo». 12 Che darò all'Eterno in cambio di tutti i benefici che mi ha fatto? 13 Io alzerò il calice della salvezza e invocherò il nome dell'Eterno. 14 Adempirò i miei voti all'Eterno in presenza di tutto il suo popolo. 15 È preziosa agli occhi dell'Eterno la morte dei suoi santi. 16 Io sono veramente il tuo servo, o Eterno, sono il tuo servo, il figlio della tua serva; tu hai sciolto i miei legami. 17 Io ti offrirò un sacrificio di ringraziamento e invocherò il nome dell'Eterno. 18 Adempirò i miei voti all'Eterno in presenza di tutto il suo popolo, 19 nei cortili della casa dell'Eterno, in mezzo a te, o Gerusalemme. Alleluia.

Invito a lodare il Signore
117,1 Lodate l'Eterno, voi nazioni tutte! Celebratelo, voi popoli tutti! 2 Poiché grande è la sua misericordia verso di noi, e la fedeltà dell'Eterno dura per sempre. Alleluia.

Inno di lode e ringraziamento al Signore per la sua misericordia e liberazione
118,1 Celebrate l'Eterno perché egli è buono, perché la sua benignità dura in eterno. 2 Sì, dica ora Israele: «La sua misericordia dura in eterno». 3 Sì, dica ora la casa di Aaronne: «La sua misericordia dura in eterno». 4 Sì, dicano ora quelli che temono l'Eterno: «La sua misericordia dura in eterno». 5 Nell'angoscia invocai l'Eterno, e l'Eterno mi rispose e mi trasse al largo. 6 L'Eterno è per me; io non avrò alcun timore; che cosa mi può fare l'uomo? 7 L'Eterno è per me fra quelli che mi soccorrono, e io guarderò trionfante sui miei nemici. 8 È meglio rifugiarsi nell'Eterno che confidare nell'uomo. 9 È meglio rifugiarsi nell'Eterno che confidare nei principi. 10 Tutte le nazioni mi avevano circondato, ma nel nome dell'Eterno io le distruggerò. 11 Mi avevano circondato, sì, mi avevano circondato, ma nel nome dell'Eterno io le distruggerò. 12 Mi avevano circondato come api, ma sono state spente come fuoco di spine; nel nome dell'Eterno io le distruggerò. 13 Tu mi avevi spinto con violenza per farmi cadere, ma l'Eterno mi ha soccorso. 14 L'Eterno è la mia forza e il mio cantico, ed è stato la mia salvezza. 15 Un grido di giubilo e di vittoria risuona nelle tende dei giusti; la destra del Signore fa prodigi. 16 La destra dell'Eterno sì è alzata; la destra dell'Eterno fa prodigi. 17 Io non morrò, ma vivrò e racconterò le opere dell'Eterno. 18 L'Eterno mi ha punito duramente, ma non mi ha lasciato in balìa della morte. 19 Apritemi le porte della giustizia; io vi entrerò e celebrerò l'Eterno. 20 Questa è la porta dell'Eterno, i giusti entreranno per essa. 21 Io ti celebrerò, perché mi hai risposto e sei stato la mia salvezza. 22 La pietra, che i costruttori avevano rigettata, è divenuta la testata d'angolo. 23 Questa è opera dell'Eterno, ed è cosa meravigliosa agli occhi nostri. 24 Questo è il giorno che l'Eterno ha fatto; rallegriamoci ed esultiamo in esso. 25 Deh, o Eterno, soccorrici ora; deh, o Eterno, facci prosperare ora. 26 Benedetto colui che viene nel nome dell'Eterno; noi vi benediciamo dalla casa dell'Eterno. 27 L'Eterno è Dio e ha fatto risplendere la sua luce su di noi, legate la vittima del sacrificio ai corni dell'altare. 28 Tu sei il mio Dio, io ti celebrerò; tu sei il mio DIO, io ti esalterò. 29 Celebrate l'Eterno, perché egli è buono, perché la sua benignità dura in eterno.

Meditazione e preghiere sui vari aspetti della Parola di Dio
ALEF
119,1 Beati quelli la cui via è senza macchia e che camminano nella legge dell'Eterno. 2 Beati quelli che osservano i suoi precetti, che lo cercano con tutto il cuore 3 e non commettono il male, ma camminano nelle sue vie. 4 Tu ci hai ordinato di osservare i tuoi comandamenti con cura. 5 Oh, che le mie vie siano ferme nell'osservanza dei tuoi statuti. 6 Allora non sarò svergognato, quando terrò conto di tutti i tuoi comandamenti. 7 Ti celebrerò con cuore retto mentre imparo i tuoi giusti decreti. 8 Osserverò i tuoi statuti, non abbandonarmi completamente.

BETH
9 Come può un giovane rendere la sua via pura? Custodendola con la tua parola. 10 Ti ho cercato con tutto il mio cuore; non lasciarmi deviare dai tuoi comandamenti. 11 Ho conservato la tua parola nel mio cuore, per non peccare contro di te. 12 Tu sei benedetto, o Eterno; insegnami i tuoi statuti. 13 Con le mie labbra ho enumerato tutti i decreti della tua bocca. 14 Gioisco seguendo i tuoi precetti, come se possedessi tutte le ricchezze. 15 Mediterò sui tuoi comandamenti e considererò i tuoi sentieri. 16 Mi diletterò nei tuoi statuti e non dimenticherò la tua parola.

GHIMEL
17 Fa' del bene al tuo servo, e io vivrò e osserverò la tua parola. 18 Apri i miei occhi, e contemplerò le meraviglie della tua legge. 19 Io sono straniero sulla terra; non nascondermi i tuoi comandamenti. 20 L'anima mia si consuma per il desiderio dei tuoi decreti in ogni tempo. 21 Tu sgridi i superbi, che sono maledetti, perché si allontanano dai tuoi comandamenti. 22 Togli via da me la vergogna e il disprezzo, perché ho osservato i tuoi precetti. 23 Anche se i principi si siedono e parlano contro di me, il tuo servo medita sulle tue leggi. 24 I tuoi precetti sono la mia gioia e i miei consiglieri.

DALETH
25 Io sono prostrato nella polvere; ravvivami secondo la tua parola. 26 Ti ho esposto le mie vie, e tu mi hai risposto; insegnami i tuoi statuti. 27 Fammi comprendere la via dei tuoi comandamenti, e io mediterò sulle tue meraviglie. 28 La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua parola. 29 Tienimi lontano dalla falsità e, nella tua grazia, fammi conoscere la tua legge. 30 Io ho scelto la via della fedeltà; ho posto i tuoi decreti davanti a me. 31 Sto attaccato ai tuoi precetti; o Eterno, non permettere che io sia confuso. 32 Correrò nella via dei tuoi comandamenti, perché tu mi allargherai il cuore.

HE
33 Insegnami, o Eterno, la via dei tuoi statuti e io la seguirò fino alla fine. 34 Dammi intelligenza, e io custodirò la tua legge; sì, la osserverò con tutto il cuore. 35 Fammi camminare nella via dei tuoi comandamenti, perché in essa trovo il mio diletto. 36 Piega il mio cuore ai tuoi precetti e non alla cupidigia. 37 Distogli i miei occhi dalle cose vane e vivificami nelle tue vie. 38 Mantieni la tua parola al tuo servo, che ha timore di te. 39 Allontana da me l'oltraggio, che mi spaventa perché i tuoi decreti sono buoni. 40 Ecco, io desidero ardentemente i tuoi comandamenti; vivificami nella tua giustizia.

VAU
41 Mi raggiungano le tue misericordie, o Eterno, e la tua salvezza secondo la tua parola. 42 Così potrò rispondere a colui che mi oltraggia, perché confido nella tua parola. 43 Non togliere completamente dalla mia bocca la parola della verità, perché io spero nei tuoi decreti. 44 Così osserverò la tua legge del continuo, per sempre. 45 Camminerò nella libertà, perché ricerco i tuoi comandamenti. 46 Parlerò dei tuoi precetti davanti ai re e non sarò svergognato. 47 Mi diletterò nei tuoi comandamenti, perché li amo. 48 E alzerò le mie mani verso i tuoi comandamenti, perché li amo, e mediterò sui tuoi statuti.

ZAIN
49 Ricordati della parola data al tuo servo, con la quale tu mi hai fatto sperare. 50 Questo è il mio conforto nell'afflizione, che la tua parola mi ha vivificato. 51 I superbi mi ricoprono di scherno, ma io non devio dalla tua legge. 52 Ricordo i tuoi antichi decreti, o Eterno, e questo mi consola. 53 Grande sdegno mi prende a motivo degli empi che abbandonano la tua legge. 54 I tuoi statuti sono stati i miei cantici nella casa del mio pellegrinaggio. 55 O Eterno, io ricordo il tuo nome nella notte e osservo la tua legge. 56 Questo mi avviene, perché osservo i tuoi comandamenti.

HETH
57 Tu sei la mia parte, o Eterno; ho promesso di osservare le tue parole. 58 Ti ho supplicato con tutto il cuore; abbi pietà di me secondo la tua parola. 59 Ho esaminato le mie vie e ho rivolto i miei passi verso i tuoi precetti. 60 Senza alcun indugio mi sono affrettato ad osservare i tuoi comandamenti. 61 Le corde degli empi mi hanno avviluppato, ma io non ho dimenticato la tua legge. 62 Nel cuore della notte mi alzo per celebrarti, a motivo dei tuoi giusti decreti. 63 Io sono compagno di tutti quelli che ti temono e di quelli che osservano i tuoi comandamenti. 64 O Eterno, la terra è piena della tua benignità; insegnami i tuoi statuti.

TETH
65 Tu hai fatto del bene al tuo servo, o Eterno, secondo la tua parola. 66 Insegnami giusto discernimento e conoscenza, perché credo nei tuoi comandamenti. 67 Prima di essere afflitto andavo errando, ma ora osservo la tua parola. 68 Tu sei buono e fai del bene; insegnami i tuoi statuti. 69 I superbi hanno inventato menzogne contro di me, ma io osserverò i tuoi comandamenti con tutto il cuore. 70 Il loro cuore è insensibile come il grasso, ma io mi diletto nella tua legge. 71 È stato bene per me l'essere stato afflitto, perché imparassi i tuoi statuti. 72 La legge della tua bocca per me è più preziosa di migliaia di monete d'oro e d'argento.

YOD
73 Le tue mani mi hanno fatto e formato; dammi intelligenza perché possa imparare i tuoi comandamenti. 74 Quelli che ti temono mi vedranno e si rallegreranno, perché ho sperato nella tua parola. 75 Io so, o Eterno, che i tuoi decreti sono giusti, e che tu mi hai afflitto nella tua fedeltà. 76 Deh, la tua benignità sia il mio conforto, secondo la tua parola data al tuo servo. 77 Vengano a me le tue grandi compassioni e possa così vivere, perché la tua legge è il mio diletto. 78 Siano confusi i superbi, perché mi trattano ingiustamente senza motivo; ma io medito sui tuoi comandamenti. 79 Si rivolgano a me quelli che ti temono e quelli che conoscono i tuoi precetti. 80 Sia il mio cuore irreprensibile nei riguardi dei tuoi statuti, affinché non sia confuso.

KAF
81 La mia anima si strugge per l'ardente desiderio della tua salvezza; io spero nella tua parola. 82 I miei occhi vengono meno aspettando il compimento della tua parola, mentre dico: «Quando mi consolerai?». 83 Anche se son diventato come un otre esposto al fumo, non ho dimenticato i tuoi statuti. 84 Quanti sono i giorni del tuo servo? Quando farai giustizia di quelli che mi perseguitano? 85 I superbi hanno scavato delle fosse per me; essi non agiscono secondo la tua legge. 86 Tutti i tuoi comandamenti sono degni di fiducia; loro mi perseguitano a torto; soccorrimi. 87 Mi hanno quasi eliminato dalla terra, ma io non ho abbandonato i tuoi comandamenti. 88 Vivificami secondo la tua benignità, e io osserverò i precetti della tua bocca.

LAMED
89 Per sempre, o Eterno, la tua parola è stabile nei cieli. 90 La tua fedeltà dura d'età in età; tu hai stabilito la terra ed essa sussiste. 91 Il cielo e la terra sussistono fino al giorno d'oggi, perché ogni cosa è al tuo servizio. 92 Se la tua legge non fosse stata il mio diletto, sarei già perito nella mia afflizione. 93 Non dimenticherò mai i tuoi comandamenti, perché per mezzo di essi tu mi hai dato la vita. 94 Io sono tuo; salvami, perché ho ricercato i tuoi comandamenti. 95 Gli empi mi insidiano per farmi perire, ma io riguarderò ai tuoi precetti. 96 Ho visto il limite di ogni cosa perfetta, ma il tuo comandamento non ha alcun limite.

MEM
97 Oh, quanto amo la tua legge! Essa è la mia meditazione per tutto il giorno. 98 I tuoi comandamenti mi rendono più saggio dei miei nemici, perché sono sempre con me. 99 Ho maggior intendimento di tutti i miei maestri, perché i tuoi comandamenti sono la mia meditazione. 100 Ho maggior intelligenza dei vecchi, perché osservo i tuoi comandamenti. 101 Ho trattenuto i miei passi da ogni sentiero malvagio, per osservare la tua parola. 102 Non mi sono allontanato dai tuoi decreti, perché tu stesso mi hai ammaestrato. 103 Come sono dolci le tue parole al mio palato! Sono più dolci del miele alla mia bocca.

NUN
104 Per mezzo dei tuoi comandamenti io acquisto intelligenza; perciò odio ogni sentiero di falsità. 105 La tua parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero. 106 Io ho giurato, e lo manterrò, di osservare i tuoi giusti decreti. 107 Io sono molto afflitto; vivificami, o Eterno, secondo la tua parola. 108 Deh, o Eterno, gradisci le offerte spontanee della mia bocca e insegnami i tuoi decreti. 109 Anche se ho sempre l'anima in palma di mano, non dimentico la tua legge. 110 Gli empi mi hanno teso dei lacci, ma io non mi sono allontanato dai tuoi comandamenti. 111 I tuoi precetti sono la mia eredità per sempre; essi sono la gioia del mio cuore. 112 Mi sono impegnato di cuore a mettere in pratica i tuoi statuti sempre, fino alla fine.

SAMEK
113 Io odio gli uomini falsi, ma amo la tua legge. 114 Tu sei il mio rifugio e il mio scudo; io spero nella tua parola. 115 Allontanatevi, o malvagi, perché io voglio osservare i comandamenti del mio DIO. 116 Sostienimi secondo la tua parola, perché io viva, e non permettere che sia confuso nella mia speranza. 117 Rafforzami e sarò salvato, e avrò sempre i tuoi statuti davanti agli occhi. 118 Tu rigetti tutti quelli che si sviano dai tuoi statuti, perché il loro inganno è menzogna. 119 Tu elimini come rifiuto tutti gli empi della terra; perciò io amo i tuoi precetti. 120 La mia carne trema tutta per paura di te, e io temo i tuoi decreti.

AYIN
121 Io ho fatto ciò che è retto e giusto; non abbandonarmi ai miei oppressori. 122 Da' sicurezza e prosperità al tuo servo, e non lasciare che i superbi mi opprimano. 123 Gli occhi miei vengono meno cercando la tua salvezza e la parola della tua giustizia. 124 Prenditi cura del tuo servo secondo la tua benignità e insegnami i tuoi statuti. 125 Io sono tuo servo; dammi intelletto, affinché possa conoscere i tuoi precetti. 126 È tempo che tu operi, o Eterno; essi hanno annullato la tua legge. 127 Per questo io amo i tuoi comandamenti più dell'oro, sì, più dell'oro finissimo. 128 Per questo ritengo giusti tutti i tuoi comandamenti e odio ogni sentiero di menzogna.

PE
129 I tuoi precetti sono meravigliosi, perciò l'anima mia li osserva. 130 La rivelazione delle tue parole illumina e dà intelletto ai semplici. 131 Io apro la mia bocca e sospiro, per il gran desiderio dei tuoi comandamenti. 132 Volgiti a me e abbi pietà di me, come usi fare con quelli che amano il tuo nome. 133 Stabilisci i miei passi nella tua parola e non permettere che alcuna iniquità mi domini. 134 Liberami dall'oppressione degli uomini e io osserverò i tuoi comandamenti. 135 Fa' risplendere il tuo volto sul tuo servo e insegnami i tuoi statuti. 136 Rivi di lacrime mi scendono dagli occhi, perché la tua legge non è osservata.

SADE
137 Tu sei giusto, o Eterno, e i tuoi decreti sono retti. 138 Tu hai stabilito i tuoi precetti con giustizia e con grande fedeltà. 139 Il mio zelo mi consuma, perché i miei nemici hanno dimenticato le tue parole. 140 La tua parola è pura d'ogni scoria; perciò il tuo servo l'ama. 141 Sono piccolo e disprezzato, ma non dimentico i tuoi comandamenti. 142 La tua giustizia è una giustizia eterna e la tua legge è verità. 143 Angoscia e affanno mi hanno colto, ma i tuoi comandamenti sono la mia gioia. 144 I tuoi precetti sono giusti per sempre; dammi intelligenza e io vivrò.

QOF
145 Io grido con tutto il cuore; rispondimi o Eterno, e osserverò i tuoi statuti. 146 Io t'invoco; salvami, e osserverò i tuoi precetti. 147 Io mi alzo prima dell'alba e grido; io spero nella tua parola. 148 I miei occhi anticipano le vigilie della notte, per meditare nella tua parola. 149 Ascolta la mia voce secondo la tua benignità; o Eterno, vivificami secondo il tuo giusto decreto. 150 Mi sono vicini quelli che vanno dietro alla malvagità, ma essi sono lontani dalla tua legge. 151 Tu sei vicino, o Eterno, e tutti i tuoi comandamenti sono verità. 152 Da lungo tempo ho saputo dei tuoi precetti, che hai stabiliti in eterno.

RES
153 Considera la mia afflizione e liberami, perché non ho dimenticato la tua legge. 154 Difendi la mia causa e riscattami; vivificami secondo la tua parola. 155 La salvezza è lontana dagli empi, perché non ricercano i tuoi statuti. 156 Le tue compassioni sono grandi, o Eterno; vivificami secondo i tuoi giusti decreti. 157 I miei persecutori e i miei nemici sono molti; ma io non devio dai tuoi precetti. 158 Ho visto gli sleali e li detesto, perché non osservano la tua parola. 159 Considera quanto amo i tuoi comandamenti! O Eterno, vivificami secondo la tua benignità. 160 La somma della tua parola è verità; e tutti i tuoi giusti decreti durano in eterno.

SIN
161 I principi mi perseguitano senza motivo, ma il mio cuore ha gran timore della tua parola. 162 Io provo grande gioia nella tua parola, come chi trova un gran bottino. 163 Odio e detesto la menzogna, ma amo la tua legge. 164 Ti lodo sette volte al giorno per i tuoi giusti decreti. 165 Grande pace hanno quelli che amano la tua legge, e non c'è nulla che li possa far cadere. 166 O Eterno, io spero nella tua salvezza e metto in pratica i tuoi comandamenti. 167 Io ho osservato i tuoi precetti e li amo grandemente. 168 Ho osservato i tuoi comandamenti e i tuoi precetti, perché tutte le mie vie sono davanti a te.

TAU
169 Giunga fino a te il mio grido, o Eterno; dammi intelligenza secondo la tua parola. 170 Giunga la mia supplica davanti a te; liberami secondo la tua parola. 171 Le mie labbra effonderanno lode, perché tu mi insegni i tuoi statuti. 172 La mia lingua annunzierà la tua parola, perché tutti i tuoi comandamenti sono giusti. 173 La tua mano mi aiuti, perché io ho scelto i tuoi comandamenti. 174 Io desidero ardentemente la tua salvezza, o Eterno, e la tua legge è la mia gioia. 175 Possa io vivere per lodarti, e mi soccorrano i tuoi decreti. 176 Io vado errando come una pecora smarrita. Cerca il tuo servo, perché io non dimentico i tuoi comandamenti.

Preghiera per esser liberato dagli inganni
120,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Nella mia angoscia ho gridato all'Eterno, ed egli mi ha risposto. 2 O Eterno, liberami dalle labbra bugiarde e dalla lingua ingannatrice. 3 Che ti sarà dato o che ti sarà aggiunto, o lingua bugiarda? 4 Frecce acuminate di un prode, con carboni di ginepro. 5 Me infelice che abito in Mescek, e dimoro fra le tende di Kedar! 6 Troppo a lungo ho dimorato con quelli che odiano la pace. 7 Io sono per la pace; essi invece, quando parlo, sono per la guerra.

Dio protegge e veglia sul suo popolo
121,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Io alzo gli occhi ai monti: da dove mi verrà l'aiuto? 2 Il mio aiuto viene dall'Eterno, che ha fatto i cieli e la terra. 3 Egli non permetterà che il tuo piede vacilli, colui che ti protegge non sonnecchierà. 4 Ecco, colui che protegge Israele non sonnecchia e non dorme. 5 L'Eterno è colui che ti protegge, l'Eterno è la tua ombra, egli è alla tua destra. 6 Di giorno il sole non ti colpirà, né la luna di notte. 7 L'Eterno ti custodirà da ogni male; egli custodirà la tua vita. 8 L'Eterno custodirà il tuo uscire e il tuo entrare, ora e sempre.

Preghiera per la pace di Gerusalemme
122,1 [Canto dei pellegrinaggi. Di Davide.] Io mi sono rallegrato quando mi dissero: «Andiamo alla casa dell'Eterno». 2 I nostri piedi si sono fermati entro le tue porte, o Gerusalemme. 3 Gerusalemme è costruita come una città ben compatta, 4 dove salgono le tribù, le tribù dell'Eterno, per celebrare il nome dell'Eterno. 5 Poiché là sono posti i troni per il giudizio, i troni della casa di Davide. 6 Pregate per la pace di Gerusalemme: prosperino quelli che ti amano. 7 Ci sia pace entro le tue mura e prosperità nei tuoi palazzi. 8 Per amore dei miei fratelli e dei miei amici ora dirò: «Sia pace in te». 9 Per amore della casa dell'Eterno, il nostro DIO, io cercherò il tuo bene.

Supplica motivata dal disprezzo dei superbi
123,1 [Canto dei pellegrinaggi.] A te alzo i miei occhi, a te che siedi nei cieli. 2 Ecco, come gli occhi dei servi sono rivolti alla mano dei loro padroni e gli occhi della serva alla mano della sua padrona, così i nostri occhi sono rivolti all'Eterno, DIO nostro, finché egli abbia pietà di noi. 3 Abbi pietà di noi o Eterno, abbi pietà di noi, perché siamo oltremodo sazi di disprezzo. 4 L'anima nostra è oltremodo sazia dello scherno degli arroganti e del disprezzo dei superbi.

Lode per la protezione e aiuto ricevuto
124,1 [Canto dei pellegrinaggi. Di Davide.] Se l'Eterno non fosse stato dalla nostra parte, dica pure Israele: 2 «Se l'Eterno non fosse stato dalla nostra parte, quando gli uomini si levarono contro di noi, 3 essi ci avrebbero inghiottiti vivi, tanto divampò la loro ira contro di noi; 4 allora le acque ci avrebbero sommerso e il torrente ci sarebbe passato sopra, 5 allora le acque rigonfie ci sarebbero passate sopra». 6 Benedetto sia l'Eterno, che non ci ha dati in preda ai loro denti. 7 L'anima nostra è scampata come un uccello dal laccio dell'uccellatore; il laccio si è spezzato e noi siamo scampati. 8 Il nostro aiuto è nel nome dell'Eterno, che ha fatto i cieli e la terra.

Sicurezza di chi confida in Dio
125,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Quelli che confidano nell'Eterno sono come il monte Sion, che non può essere smosso, ma rimane in eterno. 2 Come Gerusalemme è circondata dai monti, così l'Eterno sta intorno al suo popolo, ora e per sempre. 3 Poiché lo scettro dell'empietà non riposerà per sempre sull'eredità dei giusti, perché i giusti non stendano le loro mani a compiere il male. 4 O Eterno, fa' del bene ai buoni e a quelli che sono retti di cuore. 5 Ma quelli che vanno dietro a vie tortuose, l'Eterno li farà andare con gli operatori d'iniquità. Pace sia su Israele.

Inno di gioia per il ritorno dalla cattività
126,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Quando l'Eterno fece ritornare i prigionieri di Sion, ci sembrava di sognare. 2 Allora la nostra bocca si riempì di riso e la nostra lingua di canti di gioia, allora si diceva fra le nazioni: «L'Eterno ha fatto cose grandi per loro». 3 L'Eterno ha fatto cose grandi per noi, e siamo pieni di gioia. 4 Fa' ritornare i nostri prigionieri, o Eterno, come i torrenti nel sud. 5 Quelli che seminano con lacrime, mieteranno con canti di gioia. 6 Ben va piangendo colui che porta il seme da spargere, ma tornerà con canti di gioia portando i suoi covoni.

La sicurezza e la prosperità vengono da Dio
127,1 [Canto dei pellegrinaggi. Di Salomone.] Se l'Eterno non edifica la casa, invano vi si affaticano gli edificatori; se l'Eterno non custodisce la città, invano vegliano le guardie. 2 È vano per voi alzarvi di buon'ora e andare tardi a riposare e mangiare il pane di duro lavoro, perché ai suoi diletti egli dà riposo. 3 Ecco, i figli sono una eredità che viene dall'Eterno; il frutto del grembo è un premio. 4 Come frecce nella mano di un prode, così sono i figli della propria giovinezza. 5 Beato l'uomo che ne ha la sua faretra piena! Essi non saranno confusi quando discuteranno coi loro nemici alla porta.

Benedizioni sulla famiglia di chi teme il Signore
128,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Beato chiunque teme l'Eterno e cammina nelle sue vie. 2 Allora mangerai della fatica delle tue mani, sarai felice e godrai prosperità. 3 Tua moglie sarà come una vite fruttifera nell'intimità della tua casa, i tuoi figli come piante d'olivo intorno alla tua mensa! 4 Ecco, così sarà benedetto l'uomo che teme l'Eterno. 5 L'Eterno ti benedica da Sion, e possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme tutti i giorni della tua vita. 6 Sì, possa tu vedere i figli dei tuoi figli. Sia pace sopra Israele.

Richiesta dell'intervento divino contro quelli che odiano Sion
129,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Molto mi hanno oppresso fin dalla mia giovinezza, dica pure Israele: 2 «Molto mi hanno oppresso fin dalla mia giovinezza, ma non mi hanno potuto vincere. 3 Gli aratori hanno arato sul mio dorso, vi hanno tracciato i loro lunghi solchi». 4 L'Eterno è giusto; egli ha reciso le funi degli empi. 5 Siano tutti confusi e voltino le spalle coloro che odiano Sion! 6 Siano come l'erba dei tetti, che si secca prima di crescere; 7 non ne riempie la mano il mietitore, né le braccia chi lega i covoni; 8 e i passanti non dicono: «La benedizione dell'Eterno sia su di voi; noi vi benediciamo nel nome dell'Eterno».

Fiducia nel perdono e nell'intervento del Signore
130,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Da luoghi profondi io grido a te, o Eterno. 2 O Signore, ascolta il mio grido; siano le tue orecchie attente alla voce delle mie suppliche. 3 Se tu dovessi tener conto delle colpe, o Eterno, chi potrebbe resistere, o Signore? 4 Ma presso di te vi è perdono, affinché tu sia temuto. 5 Io aspetto l'Eterno, l'anima mia l'aspetta; io spero nella sua parola. 6 L'anima mia attende il Signore, più che le guardie il mattino, sì, più che le guardie il mattino. 7 O Israele, spera nell'Eterno, perché presso l'Eterno vi è misericordia e presso di lui vi è redenzione completa. 8 Egli redimerà Israele da tutte le sue iniquità.

Abbandono fiducioso nel Signore
131,1 [Canto dei pellegrinaggi. Di Davide.] O Eterno, il mio cuore non è orgoglioso e i miei occhi non sono alteri, e non mi occupo di cose troppo grandi e troppo alte per me. 2 Ho veramente calmato e acquetato la mia anima, come un bambino svezzato sul seno di sua madre; la mia anima dentro di me è come un bambino svezzato. 3 O Israele, spera nell'Eterno, ora e per sempre.

Zelo di Davide per il Tempio e per l'arca; le promesse fattegli da Dio
132,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Ricordati, o Eterno, di Davide e di tutte le sue fatiche, 2 come egli giurò all'Eterno e fece voto al Potente di Giacobbe, dicendo: 3 «Non entrerò nella tenda della mia casa, né salirò sul mio letto; 4 non darò sonno ai miei occhi né riposo alle mie palpebre, 5 finché abbia trovato un luogo per l'Eterno, una dimora per il Potente di Giacobbe». 6 Ecco, ne abbiamo sentito parlare in Efratah, l'abbiamo trovata nei campi di Jaar. 7 Andiamo nella sua dimora, adoriamo davanti allo sgabello dei suoi piedi. 8 Levati, o Eterno, e vieni al luogo del tuo riposo, tu e l'arca della tua forza. 9 I tuoi sacerdoti siano rivestiti di giustizia, e cantino di gioia i tuoi santi. 10 Per amore di Davide, tuo servo, non respingere il volto del tuo unto. 11 L'Eterno ha giurato a Davide in verità e non cambierà: «Io metterò sul tuo trono un frutto delle tue viscere. 12 Se i tuoi figli osserveranno il mio patto e i miei precetti, che insegnerò loro, anche i loro figli sederanno per sempre sul tuo trono». 13 Poiché l'Eterno ha scelto Sion, egli l'ha desiderata per sua dimora: 14 «Questo è il mio luogo di riposo per sempre; qui abiterò, perché l'ho desiderato. 15 Benedirò largamente le sue provviste, sazierò di pane i suoi poveri; 16 rivestirò i suoi sacerdoti di salvezza, esulteranno i suoi santi con grida di gioia. 17 Qui farò crescere la potenza di Davide e provvederò una lampada al mio unto. 18 Coprirò di vergogna i suoi nemici, ma su di lui fiorirà la sua corona».

Eccellenza dell'unità fra i fratelli
133,1 [Canto dei pellegrinaggi. Di Davide.] Ecco, quanto è buono e quanto è piacevole, che i fratelli dimorino assieme nell'unità! 2 È come l'olio prezioso sparso sul capo, che scende sulla barba di Aaronne, che scende fino all'orlo delle sue vesti. 3 È come la rugiada dell'Hermon, che scende sui monti di Sion, perché èche l'Eterno ha posto la benedizione, la vita in eterno.

Invito a lodare il Signore
134,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Ecco, benedite l'Eterno, voi tutti servi dell'Eterno, che state nella casa dell'Eterno durante la notte. 2 Alzate le vostre mani verso il santuario e benedite l'Eterno. 3 Ti benedica l'Eterno da Sion, egli che ha fatto i cieli e la terra.

Invito a lodare il Signore per le sue grandi opere. Vanità degli idoli
135,1 Alleluia. Lodate il nome dell'Eterno, lodatelo, o servi dell'Eterno, 2 che state nella casa dell'Eterno, nei cortili della casa del nostro DIO. 3 Lodate l'Eterno, perché l'Eterno è buono; cantate lodi al suo nome, perché è amabile. 4 Poiché l'Eterno ha scelto per sé Giacobbe, e Israele per suo particolare tesoro. 5 Sì, io riconosco che l'Eterno è grande e che il nostro Signore è al di sopra di tutti gli dèi. 6 L'Eterno fa tutto ciò che gli piace, in cielo e in terra, nei mari e in tutti gli abissi. 7 Egli fa salire i vapori dall'estremità della terra, produce i lampi per la pioggia, fa uscire il vento dai suoi depositi. 8 Egli percosse i primogeniti d'Egitto, tanto degli uomini come degli animali; 9 mandò segni e prodigi in mezzo a te, o Egitto, sul Faraone e su tutti i suoi servi. 10 Egli percosse grandi nazioni e uccise re potenti: 11 Sihon, re degli Amorei, Og, re di Bashan, e tutti i regni di Canaan. 12 E diede i loro paesi in eredità, in eredità a Israele, suo popolo. 13 O Eterno, il tuo nome dura per sempre; il tuo ricordo, o Eterno, d'età in età. 14 Poiché l'Eterno farà giustizia al suo popolo e avrà compassione dei suoi servi. 15 Gli idoli delle nazioni sono argento e oro, opera di mano d'uomo: 16 hanno bocca ma non parlano, hanno occhi ma non vedono, 17 hanno orecchi ma non odono; non hanno fiato nella loro bocca. 18 Simili ad essi sono quelli che li fanno, chiunque in essi confida. 19 Casa d'Israele, benedici l'Eterno; casa di Aaronne, benedici l'Eterno. 20 Casa di Levi, benedici l'Eterno; voi che temete l'Eterno, benedite l'Eterno. 21 Da Sion sia benedetto l'Eterno, che abita in Gerusalemme. Alleluia.

Dio lodato per le sue opere e perché la sua benignità dura in eterno
136,1 Celebrate l'Eterno, perché egli è buono, perché la sua benignità dura in eterno. 2 Celebrate il DIO degli dèi, perché la sua benignità dura in eterno. 3 Celebrate il Signore dei signori, perché la sua benignità dura in eterno, 4 colui che solo fa grandi meraviglie, perché la sua benignità dura in eterno, 5 colui che ha fatto i cieli con sapienza, perché la sua benignità dura in eterno, 6 colui che ha disteso la terra sulle acque, perché la sua benignità dura in eterno, 7 colui che ha fatto i grandi luminari, perché la sua benignità dura in eterno: 8 il sole per il governo del giorno, perché la sua benignità dura in eterno, 9 la luna e le stelle per il governo della notte, perché la sua benignità dura in eterno. 10 Colui che percosse gli Egiziani nei loro primogeniti, perché la sua benignità dura in eterno, 11 e fece uscire Israele di mezzo a loro, perché la sua benignità dura in eterno, 12 con mano potente e con braccio disteso, perché la sua benignità dura in eterno. 13 Colui che divise il Mar Rosso in due, perché la sua benignità dura in eterno, 14 e fece passare Israele in mezzo ad esso, perché la sua benignità dura in eterno, 15 ma travolse il Faraone e il suo esercito nel Mar Rosso, perché la sua benignità dura in eterno. 16 Colui che portò il suo popolo attraverso il deserto, perché la sua benignità dura in eterno, 17 colui che percosse grandi re, perché la sua benignità dura in eterno, 18 e uccise re potenti, perché la sua benignità dura in eterno: 19 Sihon, re degli Amorrei, perché la sua benignità dura in eterno, 20 e Og, re di Bashan, perché la sua benignità dura in eterno. 21 E diede il loro paese in eredità, perché la sua benignità dura in eterno, 22 in eredità a Israele, suo servo, perché la sua benignità dura in eterno. 23 Egli si ricordò di noi nella nostra bassa condizione, perché la sua benignità dura in eterno, 24 e ci liberò dai nostri nemici, perché la sua benignità dura in eterno. 25 Egli dà il cibo a ogni carne, perché la sua benignità dura in eterno. 26 Celebrate il Dio del cielo, perché la sua benignità dura in eterno.

Lamenti e lacrime in cattività
137,1 Là, presso i fiumi di Babilonia, sedevamo e piangevamo, ricordandoci di Sion; 2 sui salici di quella terra avevamo appese le nostre cetre. 3 Là, quelli che ci avevano condotti in cattività ci chiedevano le parole di un canto, sì, quelli che ci opprimevano chiedevano canti di gioia, dicendo: «Cantateci un canto di Sion». 4 Come avremmo potuto cantare i canti dell'Eterno in un paese straniero? 5 Se mi dimentico di te, o Gerusalemme, dimentichi la mia destra ogni abilità; 6 resti la mia lingua attaccata al palato, se non mi ricordo di te, se non metto Gerusalemme al di sopra della mia più grande gioia. 7 Ricordati, o Eterno, dei figli di Edom, che nel giorno di Gerusalemme dicevano: «Demolitela, demolitela fin dalle fondamenta». 8 O figlia di Babilonia, che devi esser distrutta, beato chi ti darà la retribuzione del male che ci hai fatto! 9 Beato chi prende i tuoi bambini e li sbatte contro la roccia!

Ringraziamento a Dio per la sua fedeltà e salvezza
138,1 [Salmo di Davide.] Io ti celebrerò con tutto il mio cuore, davanti agli dèi canterò le tue lodi. 2 Adorerò rivolto al tuo santo tempio e celebrerò il tuo nome per la tua benignità e per la tua verità, perché tu hai esaltato la tua parola e il tuo nome al di sopra di ogni altra cosa. 3 Nel giorno in cui ti ho invocato, tu mi hai risposto ed hai accresciuto il vigore dell'anima mia. 4 Tutti i re della terra ti celebreranno, o Eterno, quando udranno le parole della tua bocca, 5 e canteranno le vie dell'Eterno, perché grande è la gloria dell'Eterno. 6 Anche se l'Eterno è eccelso, egli ha riguardo degli umili, ma il superbo lo conosce da lontano. 7 Anche se cammino in mezzo all'avversità, tu mi conserverai in vita; tu stenderai la mano contro l'ira dei miei nemici, e la tua destra mi salverà. 8 L'Eterno compirà l'opera sua in me; o Eterno, la tua benignità dura per sempre; non abbandonare le opere delle tue mani.

Onniprescenza e onniscenza di Dio
139,1 [Al maestro del coro. Salmo di Davide.] Tu mi hai investigato, o Eterno, e mi conosci. 2 Tu sai quando mi siedo e quando mi alzo, tu intendi il mio pensiero da lontano. 3 Tu esamini accuratamente il mio cammino e il mio riposo e conosci a fondo tutte le mie vie. 4 Poiché prima ancora che la parola sia sulla mia bocca tu, o Eterno, la conosci appieno. 5 Tu mi cingi di dietro e davanti e metti la tua mano su di me. 6 La tua conoscenza è troppo sublime per me, talmente alta che non posso raggiungerla. 7 Dove potrei andare lontano dal tuo Spirito, o dove potrei fuggire lontano dalla tua presenza? 8 Se salgo in cielo, tu sei là; se stendo il mio letto nello Sceol, ecco, tu sei anche là. 9 Se prendo le ali dell'alba e vado a dimorare all'estremità del mare, 10 anche là la tua mano mi guiderà e la tua destra mi afferrerà. 11 Se dico: «Certo le tenebre mi nasconderanno», persino la notte diventerà luce intorno a me; 12 le tenebre stesse non possono nasconderti nulla, anzi la notte risplende come il giorno; le tenebre e la luce sono uguali per te. 13 Sì, tu hai formato le mie interiora, tu mi hai intessuto nel grembo di mia madre. 14 Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo stupendo; le tue opere sono meravigliose, e io lo so molto bene. 15 Le mie ossa non ti erano nascoste quando fui formato in segreto e intessuto nelle profondità della terra. 16 I tuoi occhi videro la massa informe del mio corpo, e nel tuo libro erano già scritti tutti i giorni che erano stati fissati per me, anche se nessuno di essi esisteva ancora. 17 Oh, quanto mi sono preziosi i tuoi pensieri, o Dio! Quanto grande è l'intero loro numero! 18 Se li volessi contare, sarebbero più numerosi della sabbia; quando mi sveglio sono ancora con te. 19 Certamente, tu ucciderai l'empio, o Dio; perciò voi, uomini di sangue, allontanatevi da me. 20 Essi parlano contro di te perfidamente; i tuoi nemici fanno uso del tuo nome invano. 21 Non odio forse quelli che ti odiano, o Eterno, e non detesto quelli che si levano contro di te? 22 Io li odio di un odio perfetto; essi son divenuti miei nemici. 23 Investigami, o Dio, e conosci il mio cuore; provami e conosci i miei pensieri; 24 e vedi se vi è in me alcuna via iniqua, e guidami per la via eterna.

Richiesta di protezione contro i malvagi
140,1 [Al maestro del coro. Salmo di Davide.] Liberami, o Eterno, dagli uomini malvagi; proteggimi dagli uomini violenti, 2 che tramano malvagità nel loro cuore; essi si radunano continuamente per far guerra. 3 Aguzzano la loro lingua come il serpente e hanno un veleno di aspide sotto le loro labbra. (Sela) 4 Preservami, o Eterno, dalle mani dell'empio e proteggimi dall'uomo violento, che cospirano per farmi cadere. 5 I superbi hanno nascosto per me un laccio e corde, mi hanno teso una rete ai margini del sentiero, hanno disposto tranelli per me. (Sela) 6 Io ho detto all'Eterno: «Tu sei il mio Dio, ascolta o Eterno, il grido delle mie suppliche. 7 O Eterno il Signore, tu sei la forza della mia salvezza, tu hai coperto il mio capo nel giorno della battaglia. 8 O Eterno, non concedere agli empi quel che desiderano; non favorire i loro disegni, perché non si esaltino. (Sela) 9 Fa' che la testa di quanti mi circondano sia coperta dalla perversità delle loro stesse labbra. 10 Cadano loro addosso carboni accesi; siano essi gettati nel fuoco, in fosse profonde, da cui non possano più risorgere. 11 L'uomo maldicente non sia reso stabile sulla terra; la sventura perseguiti l'uomo violento fino alla rovina». 12 Io so che l'Eterno difenderà la causa dell'afflitto e farà giustizia al povero. 13 Certo i giusti celebreranno il tuo nome, e gli uomini retti abiteranno alla tua presenza.

Richiesta di condotta irreprensibile e di protezione dai malvagi
141,1 [Salmo di Davide.] O Eterno, io grido a te; affrettati a rispondermi. Porgi orecchio alla mia voce, quando grido a te. 2 Giunga la mia preghiera davanti a te come l'incenso, l'elevazione delle mie mani come il sacrificio della sera. 3 O Eterno, poni una guardia davanti alla mia bocca. 4 Non permettere che il mio cuore sia attirato da alcuna cosa malvagia, per commettere opere malvagie con gli operatori d'iniquità; e fa' che io non mangi dei loro cibi squisiti. 5 Mi percuota pure il giusto, sarà una cortesia; mi riprenda pure, sarà come olio sul capo; il mio capo non lo rifiuterà. Ma la mia preghiera continua ad essere contro le loro opere malvagie. 6 I loro principi sono stati precipitati dai dirupi, ed essi daranno ascolto alle mie parole, perché sono piacevoli. 7 Come quando uno ara e apre la terra, così le nostre ossa sono sparse all'ingresso dello Sceol. 8 Ma i miei occhi sono rivolti a te, o Eterno, mio Signore; io mi rifugio in te, non lasciarmi indifeso. 9 Preservami dal laccio che mi hanno teso e dai tranelli degli operatori d'iniquità. 10 Cadano gli empi nelle loro stesse reti, mentre io passerò oltre.

Preghiera in una situazione di estremo pericolo
142,1 [Cantico di Davide, quando era nella caverna. Preghiera.] Io grido con la mia voce all'Eterno; con la mia voce imploro l'Eterno. 2 Davanti a lui io effondo il mio lamento, davanti a lui espongo la mia avversità. 3 Quando il mio spirito veniva meno in me, tu conoscevi il mio cammino. Essi hanno teso un laccio per me sul sentiero che stavo percorrendo. 4 Guardo alla mia destra ed ecco: non vi è alcuno che mi riconosca; ogni via di scampo è preclusa; nessuno si prende cura della mia vita. 5 Io grido a te, o Eterno, e dico: «Tu sei il mio rifugio, la mia parte nella terra dei viventi. 6 Presta attenzione al mio grido, perché sono ridotto agli estremi; liberami dai miei persecutori, perché sono più forti di me. 7 Fammi uscire dalla prigione, perché possa celebrare il tuo nome. I giusti si stringeranno intorno a me, perché tu mi ricolmerai di beni».

Preghiera per essere liberato dai nemici
143,1 [Salmo di Davide.] Ascolta la mia preghiera, o Eterno, porgi orecchio alle mie suppliche; nella tua fedeltà e nella tua giustizia rispondimi. 2 E non entrare in giudizio col tuo servo, perché nessun vivente sarà trovato giusto davanti a te. 3 Poiché il nemico mi perseguita; egli ha prostrato fino a terra la mia vita; mi fa abitare in luoghi tenebrosi, come quelli che sono morti già da lungo tempo. 4 Perciò il mio spirito viene meno dentro di me, e il mio cuore è tutto smarrito dentro di me. 5 Ricordo i giorni antichi; medito su tutte le tue opere; rifletto su ciò che le tue mani hanno fatto. 6 Protendo le mie mani verso di te; la mia anima è assetata di te, come una terra arida. (Sela) 7 Affrettati a rispondermi, o Eterno, lo spirito mio viene meno; non nascondermi il tuo volto, perché non divenga simile a quelli che scendono nella fossa. 8 Fammi sentire la tua benignità al mattino, perché io confido in te; fammi conoscere la via per la quale devo camminare, perché io elevo la mia anima a te. 9 Liberami dai miei nemici, o Eterno, in te mi nascondo. 10 Insegnami a fare la tua volontà, perché tu sei il mio DIO; il tuo buon Spirito mi guidi in terra piana. 11 Vivificami, o Eterno, per amore del tuo nome; nella tua giustizia tirami fuori dall'avversità. 12 Nella tua benignità distruggi i miei nemici e fa' perire tutti quelli che affliggono l'anima mia, perché io sono il tuo servo.

Preghiera di ringraziamento per favori già ricevuti e per ulteriore prosperità
144,1 [Salmo di Davide.] Benedetto sia l'Eterno, la mia rocca, che ammaestra le mie mani alla guerra e le mie dita alla battaglia. 2 Egli è la mia grazia e la mia fortezza, il mio alto rifugio e il mio liberatore, il mio scudo in cui mi rifugio, colui che rende sottomesso a me il mio popolo. 3 O Eterno, che cosa è l'uomo perché te ne curi, o il figlio dell'uomo perché tu ne tenga conto? 4 L'uomo è come un soffio e i suoi giorni sono come l'ombra che passa. 5 Abbassa i tuoi cieli, o Eterno, e discendi, ed essi fumeranno. 6 Lancia i fulmini e disperdili, scaglia le tue frecce e mettili in fuga. 7 Stendi la tua mano dall'alto, salvami e liberami dalle grandi acque e dalla mano degli stranieri, 8 la cui bocca proferisce menzogna e la cui destra è destra d'inganno. 9 O DIO, ti canterò un nuovo cantico, canterò le tue lodi su un'arpa a dieci corde. 10 Tu, che dai vittoria ai re e che liberi il tuo servo Davide dalla spada funesta, 11 salvami e liberami dalla mano degli stranieri, la cui bocca proferisce menzogna e la cui destra è destra d'inganno. 12 I nostri figli nella loro giovinezza siano come piante rigogliose, e le nostre figlie siano come colonne d'angolo, ben scolpite per adornare un palazzo. 13 I nostri granai siano ricolmi e forniscano ogni specie di beni; le nostre greggi si riproducano a migliaia e a decine di migliaia nelle nostre campagne; 14 i nostri buoi tirino pesanti carichi e non vi sia alcuna irruzione, né sortita, né grido nelle nostre piazze. 15 Beato il popolo che è in tale stato; beato il popolo il cui DIO è l'Eterno.

Inno di lode a Dio per le sue grandi opere
145,1 [Salmo di lode. Di Davide.] Io ti esalterò, o mio DIO e mio Re, e benedirò il tuo nome in eterno. 2 Ti benedirò ogni giorno e loderò il tuo nome in eterno. 3 L'Eterno è grande e degno di somma lode, e la sua grandezza è imperscrutabile. 4 Una generazione proclamerà le lodi delle tue opere all'altra e annunzierà i tuoi portenti. 5 Mediterò sul glorioso splendore della tua maestà e sulle tue meravigliose opere. 6 Essi parleranno della potenza delle tue tremende opere, e io racconterò la tua grandezza. 7 Essi proclameranno il ricordo della tua grande bontà e canteranno con gioia la tua giustizia. 8 L'Eterno è misericordioso e pieno di compassione, lento all'ira e di grande benignità. 9 L'Eterno è buono verso tutti e pieno di compassione per tutte le sue opere. 10 Tutte le tue opere ti celebreranno o Eterno, e i tuoi santi ti benediranno. 11 Essi parleranno della gloria del tuo regno e racconteranno della tua potenza, 12 per far conoscere ai figli degli uomini i tuoi portenti e il glorioso splendore del tuo regno. 13 Il tuo regno è un regno eterno e il tuo dominio dura per ogni età. 14 L'Eterno sostiene tutti quelli che cadono e rialza tutti quelli che sono abbattuti. 15 Gli occhi di tutti guardano a te con aspettazione, e tu dai loro il cibo a suo tempo. 16 Tu apri la tua mano e appaghi il desiderio di ogni essere vivente. 17 L'Eterno è giusto in tutte le sue vie e benigno in tutte le sue opere. 18 L'Eterno è vicino a tutti quelli che lo invocano, a tutti quelli che lo invocano in verità. 19 Egli soddisfa il desiderio di quelli che lo temono, ode il loro grido e li salva. 20 L'Eterno protegge tutti quelli che l'amano e distruggerà tutti gli empi. 21 La mia bocca narrerà la lode dell'Eterno, e ogni carne benedirà il suo santo nome per sempre.

Invito a confidare in Dio
146,1 Alleluia. Anima mia, loda l'Eterno. 2 Io loderò l'Eterno finché ho vita, canterò le lodi del mio DIO per tutta la mia esistenza. 3 Non confidate nei principi in alcun figlio d'uomo, che non può salvare. 4 Quando il suo spirito se ne va, egli ritorna alla terra, e in quello stesso giorno i suoi progetti periscono. 5 Beato colui che ha il Dio di Giacobbe per suo aiuto, la cui speranza è nell'Eterno, il suo DIO, 6 che ha fatto i cieli e la terra, il mare e tutto ciò che è in essi, che serba la fedeltà in eterno, 7 che rende giustizia agli oppressi e dà il cibo agli affamati. L'Eterno libera i prigionieri. 8 L'Eterno apre gli occhi ai ciechi, l'Eterno rialza quelli che sono abbattuti, l'Eterno ama i giusti. 9 L'Eterno protegge i forestieri, soccorre l'orfano e la vedova, ma sovverte la via degli empi. 10 L'Eterno regna per sempre, il tuo DIO, o Sion, per ogni età. Alleluia.

Inno di lode al Signore per la restaurazione e prosperità d'Israele
147,1 Lodate l'Eterno, perché è cosa buona cantare le lodi al nostro DIO, perché è piacevole e conveniente lodarlo. 2 L'Eterno edifica Gerusalemme e raccoglie i dispersi d'Israele. 3 Egli guarisce quelli che hanno il cuore rotto e fascia le loro ferite. 4 Conta il numero delle stelle e le chiama tutte per nome. 5 Grande è il nostro Signore, immensa è la sua potenza e infinita la sua intelligenza. 6 L'Eterno innalza gli umili, ma abbassa i malvagi fino a terra. 7 Cantate all'Eterno con ringraziamento, cantate con la cetra le lodi al nostro DIO, 8 che copre il cielo di nuvole, prepara la pioggia per la terra e fa crescere l'erba sui monti. 9 Egli provvede cibo al bestiame e ai piccoli dei corvi che gridano. 10 Egli non si compiace nella forza del cavallo, né prende alcun piacere nelle gambe dell'uomo. 11 L'Eterno prende piacere in quelli che lo temono, in quelli che sperano nella sua benignità. 12 Loda l'Eterno, o Gerusalemme, celebra il tuo DIO, o Sion. 13 Poiché egli ha rinforzato le sbarre delle tue porte e ha benedetto i tuoi figli in mezzo a te. 14 Egli conserva la pace entro i tuoi confini e ti sazia col fior di frumento. 15 Invia sulla terra il suo comando, la sua parola corre velocissima. 16 Manda la neve come lana e sparge la brina come cenere. 17 Getta la sua grandine come a pezzi; chi può resistere al suo freddo? 18 Manda la sua parola e li fa sciogliere; fa soffiare il suo vento, e le acque corrono. 19 Egli ha fatto conoscere la sua parola a Giacobbe, i suoi statuti e i suoi decreti a Israele. 20 Egli non ha fatto questo con alcun'altra nazione; ed esse non conoscono i suoi decreti. Alleluia.

Invito all'intera creazione a lodare il Signore
148,1 Alleluia. Lodate l'Eterno dai cieli, lodatelo nei luoghi altissimi. 2 Lodatelo, voi tutti suoi angeli, lodatelo, voi tutti suoi eserciti. 3 Lodatelo, sole e luna, lodatelo, voi tutte stelle lucenti. 4 Lodatelo, voi cieli dei cieli, e voi acque al di sopra dei cieli. 5 Tutte queste cose lodino il nome dell'Eterno, perché egli comandò, ed esse furono create. 6 Egli le ha stabilite per sempre, in eterno; ha fatto uno statuto che non passerà mai. 7 Lodate l'Eterno dalla terra, voi mostri marini e oceani tutti, 8 fuoco e grandine, neve e nubi, vento di tempesta che esegue i suoi ordini; 9 monti e colli tutti, alberi fruttiferi e cedri tutti; 10 voi tutti animali selvatici e domestici, rettili e uccelli alati; 11 voi re della terra e popoli tutti, principi e giudici tutti della terra; 12 giovani e fanciulle, vecchi e bambini. 13 Lodino il nome dell'Eterno, perché solo il suo nome è esaltato. La sua gloria è al di sopra della terra e dei cieli. 14 Egli ha accresciuto la forza del suo popolo, un motivo questo di lode per tutti i suoi santi, per i figli d'Israele, un popolo a lui vicino. Alleluia.

Invito a Israele a lodare il suo Dio
149,1 Alleluia. Cantate all'Eterno un canto nuovo, cantate la sua lode nell'assemblea dei santi. 2 Si rallegri Israele in colui che lo ha fatto, esultino i figli di Sion nel loro Re. 3 Lodino il suo nome con la danza, cantino le sue lodi col tamburello e la cetra, 4 perché l'Eterno si compiace nel suo popolo; egli corona di salvezza gli umili. 5 Esultino i santi nella gloria, cantino di gioia sui loro letti. 6 Abbiano nella loro bocca le lodi di Dio e nella loro mano una spada a due tagli, 7 per far vendetta sulle nazioni e infliggere castighi sui popoli, 8 per legare i loro re con catene e i loro nobili con ceppi di ferro, 9 per eseguire su di loro il giudizio scritto. Questo è l'onore riservato a tutti i suoi santi. Alleluia.

L'invito finale a lodare il Signore
150,1 Alleluia, lodate Dio nel suo santuario, lodatelo nel firmamento della sua potenza. 2 Lodatelo per i suoi portenti, lodatelo secondo la sua grandezza. 3 Lodatelo col suono della tromba, lodatelo con l'arpa e con la cetra. 4 Lodatelo col tamburello e con la danza, lodatelo con strumenti a corda e a fiato. 5 Lodatelo con cembali risonanti, lodatelo con cembali squillanti. 6 Ogni cosa che respira lodi l'Eterno. Alleluia.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)