C.E.I.:

Salmi 124-128

124,1 Canto delle ascensioni.
Chi confida nel Signore è come il monte Sion:
non vacilla, è stabile per sempre.
2 I monti cingono Gerusalemme:
il Signore è intorno al suo popolo
ora e sempre.
3 Egli non lascerà pesare lo scettro degli empi
sul possesso dei giusti,
perché i giusti non stendano le mani
a compiere il male.
4 La tua bontà, Signore, sia con i buoni
e con i retti di cuore.
5 Quelli che vanno per sentieri tortuosi
il Signore li accomuni alla sorte dei malvagi.
Pace su Israele!

125,1 Canto delle ascensioni.
Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.
2 Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
3 Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.
4 Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.
5 Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.
6 Nell'andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.

126,1 Canto delle ascensioni. Di Salomone.
Se il Signore non costruisce la casa,
invano vi faticano i costruttori.
Se il Signore non custodisce la città,
invano veglia il custode.
2 Invano vi alzate di buon mattino,
tardi andate a riposare
e mangiate pane di sudore:
il Signore ne darà ai suoi amici nel sonno.
3 Ecco, dono del Signore sono i figli,
è sua grazia il frutto del grembo.
4 Come frecce in mano a un eroe
sono i figli della giovinezza.
5 Beato l'uomo che ne ha piena la faretra:
non resterà confuso quando verrà a trattare
alla porta con i propri nemici.

127,1 Canto delle ascensioni.
Beato l'uomo che teme il Signore
e cammina nelle sue vie.
2 Vivrai del lavoro delle tue mani,
sarai felice e godrai d'ogni bene.
3 La tua sposa come vite feconda
nell'intimità della tua casa;
i tuoi figli come virgulti d'ulivo
intorno alla tua mensa.
4 Così sarà benedetto l'uomo
che teme il Signore.
5 Ti benedica il Signore da Sion!
Possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme
per tutti i giorni della tua vita.
6 Possa tu vedere i figli dei tuoi figli.
Pace su Israele!

128,1 Canto delle ascensioni.
Dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato,
- lo dica Israele -
2 dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato,
ma non hanno prevalso.
3 Sul mio dorso hanno arato gli aratori,
hanno fatto lunghi solchi.
4 Il Signore è giusto:
ha spezzato il giogo degli empi.
5 Siano confusi e volgano le spalle
quanti odiano Sion.
6 Siano come l'erba dei tetti:
prima che sia strappata, dissecca;
7 non se ne riempie la mano il mietitore,
né il grembo chi raccoglie covoni.
8 I passanti non possono dire:
«La benedizione del Signore sia su di voi,
vi benediciamo nel nome del Signore».

Nuova Riveduta:

Salmi 124-128

Il Signore protegge e libera i suoi fedeli
Ne 4:7, ecc.; Et 1-8; Sl 129; 21:1; 118:8-14
124,1 Canto dei pellegrinaggi.
Di Davide
.
Se il SIGNORE non fosse stato in nostro favore,
- lo dica pure Israele -
2 se il SIGNORE non fosse stato in nostro favore,
quando gli uomini ci assalirono,
3 essi ci avrebbero inghiottiti vivi,
talmente erano furiosi contro di noi;
4 allora le acque ci avrebbero sommersi,
il torrente sarebbe passato sull'anima nostra;
5 allora sarebbero passate sull'anima nostra le acque tempestose.
6 Benedetto sia il SIGNORE
che non ci ha abbandonati in preda ai loro denti!
7 L'anima nostra è scampata come un uccello dal laccio dei cacciatori:
il laccio è stato spezzato e noi siamo scampati.
8 Il nostro aiuto è nel nome del SIGNORE,
che ha fatto il cielo e la terra.

Il Signore protegge il suo popolo
Gr 17:7-8; Sl 34:7-22; Is 26:3; 2Cr 16:9
125,1 Canto dei pellegrinaggi.
Quelli che confidano nel SIGNORE
sono come il monte di Sion,
che non può vacillare,
ma sta saldo in eterno.
2 Gerusalemme è circondata dai monti;
e così il SIGNORE circonda il suo popolo,
ora e per sempre.
3 Lo scettro dell'empio non rimarrà per sempre sull'eredità dei giusti,
affinché i giusti non tendano le loro mani verso il male.
4 O SIGNORE, fa' del bene ai buoni e ai retti di cuore.
5 Ma quanti deviano per sentieri tortuosi,
il SIGNORE li disperderà insieme ai malfattori.
Pace sia sopra Israele.

Preghiera per la restaurazione d'Israele
Ed 1; Sl 85; Ap 7:9, ecc.; 2Cr 15:7
126,1 Canto dei pellegrinaggi.
Quando il SIGNORE fece tornare i reduci di Sion,
ci sembrava di sognare.
2 Allora spuntarono sorrisi sulle nostre labbra
e canti di gioia sulle nostre lingue.
Allora si diceva tra le nazioni:
«Il SIGNORE ha fatto cose grandi per loro».
3 Il SIGNORE ha fatto cose grandi per noi,
e noi siamo nella gioia.
4 SIGNORE, fa' tornare i nostri deportati,
come torrenti nel deserto del Neghev.
5 Quelli che seminano con lacrime,
mieteranno con canti di gioia.
6 Se ne va piangendo
colui che porta il seme da spargere,
ma tornerà con canti di gioia quando porterà i suoi covoni.

La casa costruita dal Signore
Pr 10:22; Sl 128
127,1 Canto dei pellegrinaggi.
Di Salomone
.
Se il SIGNORE non costruisce la casa,
invano si affaticano i costruttori;
se il SIGNORE non protegge la città,
invano vegliano le guardie.
2 Invano vi alzate di buon mattino e tardi andate a riposare
e mangiate pane tribolato;
egli dà altrettanto a quelli che ama,
mentre essi dormono.
3 Ecco, i figli sono un dono che viene dal SIGNORE;
il frutto del grembo materno è un premio.
4 Come frecce nelle mani di un prode,
così sono i figli della giovinezza.
5 Beati coloro che ne hanno piena la faretra!
Non saranno confusi
quando discuteranno con i loro nemici alla porta.

La famiglia benedetta
Sl 112; 127:3-4
128,1 Canto dei pellegrinaggi.
Beato chiunque teme il SIGNORE
e cammina nelle sue vie!
2 Allora mangerai della fatica delle tue mani,
sarai felice e prospererai.
3 Tua moglie sarà come vigna fruttifera,
nell'intimità della tua casa;
i tuoi figli come piante d'olivo intorno alla tua tavola.
4 Ecco così sarà benedetto
l'uomo che teme il SIGNORE.
5 Il SIGNORE ti benedica da Sion!
Possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme
tutti i giorni della tua vita.
6 Possa tu vedere i figli dei tuoi figli.
Pace sia sopra Israele.

Nuova Diodati:

Salmi 124-128

Lode per la protezione e aiuto ricevuto
124,1 [Canto dei pellegrinaggi. Di Davide.] Se l'Eterno non fosse stato dalla nostra parte, dica pure Israele: 2 «Se l'Eterno non fosse stato dalla nostra parte, quando gli uomini si levarono contro di noi, 3 essi ci avrebbero inghiottiti vivi, tanto divampò la loro ira contro di noi; 4 allora le acque ci avrebbero sommerso e il torrente ci sarebbe passato sopra, 5 allora le acque rigonfie ci sarebbero passate sopra». 6 Benedetto sia l'Eterno, che non ci ha dati in preda ai loro denti. 7 L'anima nostra è scampata come un uccello dal laccio dell'uccellatore; il laccio si è spezzato e noi siamo scampati. 8 Il nostro aiuto è nel nome dell'Eterno, che ha fatto i cieli e la terra.

Sicurezza di chi confida in Dio
125,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Quelli che confidano nell'Eterno sono come il monte Sion, che non può essere smosso, ma rimane in eterno. 2 Come Gerusalemme è circondata dai monti, così l'Eterno sta intorno al suo popolo, ora e per sempre. 3 Poiché lo scettro dell'empietà non riposerà per sempre sull'eredità dei giusti, perché i giusti non stendano le loro mani a compiere il male. 4 O Eterno, fa' del bene ai buoni e a quelli che sono retti di cuore. 5 Ma quelli che vanno dietro a vie tortuose, l'Eterno li farà andare con gli operatori d'iniquità. Pace sia su Israele.

Inno di gioia per il ritorno dalla cattività
126,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Quando l'Eterno fece ritornare i prigionieri di Sion, ci sembrava di sognare. 2 Allora la nostra bocca si riempì di riso e la nostra lingua di canti di gioia, allora si diceva fra le nazioni: «L'Eterno ha fatto cose grandi per loro». 3 L'Eterno ha fatto cose grandi per noi, e siamo pieni di gioia. 4 Fa' ritornare i nostri prigionieri, o Eterno, come i torrenti nel sud. 5 Quelli che seminano con lacrime, mieteranno con canti di gioia. 6 Ben va piangendo colui che porta il seme da spargere, ma tornerà con canti di gioia portando i suoi covoni.

La sicurezza e la prosperità vengono da Dio
127,1 [Canto dei pellegrinaggi. Di Salomone.] Se l'Eterno non edifica la casa, invano vi si affaticano gli edificatori; se l'Eterno non custodisce la città, invano vegliano le guardie. 2 È vano per voi alzarvi di buon'ora e andare tardi a riposare e mangiare il pane di duro lavoro, perché ai suoi diletti egli dà riposo. 3 Ecco, i figli sono una eredità che viene dall'Eterno; il frutto del grembo è un premio. 4 Come frecce nella mano di un prode, così sono i figli della propria giovinezza. 5 Beato l'uomo che ne ha la sua faretra piena! Essi non saranno confusi quando discuteranno coi loro nemici alla porta.

Benedizioni sulla famiglia di chi teme il Signore
128,1 [Canto dei pellegrinaggi.] Beato chiunque teme l'Eterno e cammina nelle sue vie. 2 Allora mangerai della fatica delle tue mani, sarai felice e godrai prosperità. 3 Tua moglie sarà come una vite fruttifera nell'intimità della tua casa, i tuoi figli come piante d'olivo intorno alla tua mensa! 4 Ecco, così sarà benedetto l'uomo che teme l'Eterno. 5 L'Eterno ti benedica da Sion, e possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme tutti i giorni della tua vita. 6 Sì, possa tu vedere i figli dei tuoi figli. Sia pace sopra Israele.


Nuovo brano:

Brano da visualizzare: 

Bibbia(Da http://www.laparola.net/)