Nuova Riveduta:

1Pietro 3:21

Quest'acqua era figura del battesimo (che non è eliminazione di sporcizia dal corpo, ma la richiesta di una buona coscienza verso Dio). Esso ora salva anche voi, mediante la risurrezione di Gesù Cristo,

C.E.I.:

1Pietro 3:21

Figura, questa, del battesimo, che ora salva voi; esso non è rimozione di sporcizia del corpo, ma invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo,

Nuova Diodati:

1Pietro 3:21

la quale è figura del battesimo (non la rimozione di sporcizia della carne, ma la richiesta di buona coscienza presso Dio), che ora salva anche noi mediante la risurrezione di Gesù Cristo,

Bibbia della Gioia:

1Pietro 3:21

E per noi quell'acqua raffigura il battesimo. Il battesimo non serve a toglierci lo sporco di dosso, ma è la richiesta fatta al Signore per ottenere una buona coscienza purificata dal peccato. Col battesimo dimostriamo di essere stati salvati dalla perdizione eterna, per mezzo della resurrezione di Gesù Cristo.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

1Pietro 3:21

Alla qual figura corrisponde il battesimo (non il nettamento delle sozzure della carne ma la richiesta di una buona coscienza fatta a Dio), il quale ora salva anche voi, mediante la risurrezione di Gesù Cristo,

Diodati:

1Pietro 3:21

Alla qual figura corrisponde il battesimo, il quale (non il nettamento delle brutture della carne, ma la domanda di buona coscienza verso Iddio) ora salva ancora noi, per la risurrezione di Gesù Cristo.

Commentario:

1Pietro 3:21

alla qual figura corrisponde il battesimo (non il nettamento delle sozzure della carne, ma la richiesta fatta a Dio di una buona coscienza), il quale ora salva anche voi, mediante la risurrezione di Gesù Cristo

L'originale è molto conciso e difficile a rendersi letteralmente: la quale acqua, in quell'antitipo ch'è il battesimo, ora salva anche voi. L'antitipo è quel che corrisponde al tipo, la realtà che risponde alla figura. Il battesimo salva anche voi, dice l'apostolo, ma appena ha scritto quelle parole, sente il bisogno di spiegarle onde non si creda che attribuisca alcuna virtù spirituale all'elemento materiale e simbolico del sacramento. L'acqua netta le sozzure del corpo, ma non è che la figura della realtà spirituale che avviene nel battesimo cristiano per quelli che lo ricevono nelle disposizioni volute di pentimento e di fede. Essi vi cercano e vi ricevono il suggello, la certezza del loro perdono, della loro purificazione interna dalle colpe e sozzure del peccato, così da poter gustare la pace di una buona coscienza in regola col suo Dio. Le parole tradotte: richiesta a Dio di una buona coscienza ( επερωτημα) sono state intese in modi svariatissimi dagli interpreti e troppo lungo sarebbe l'enumerarli tutti. Chi vi ha veduto da parte del battezzando l'aspirazione a Dio che parte da una coscienza onesta e sincera; chi vi ha veduto l'interrogazione rivolta al battezzando per saper se veramente vuole ottener da Dio una buona coscienza liberata dal peso del peccato; chi vi ha veduto l'impegno solenne di servire il Signore con buona coscienza. Però, il senso più sicuro di eperòtema che non s'incontra altrove nel N.T., è quello di "richiesta" di "domanda". Il battezzando che non vede nel battesimo solamente un rito esterno, ma ne intende il significato spirituale, rivolge a Dio la preghiera intensa di esser "nettato nella sua coscienza dalle opere morte" Ebrei 9:14, e riceve nel battesimo la risposta divina; come l'acqua gli netta il corpo, così la grazia gli netta l'anima. Ai Giudei compunti nel cuore, Pietro dice: "Ravvedetevi e ciascun di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati..." Atti 2:38; e a Saulo pentito e credente, Anania dice: "Lèvati e sii battezzato e lavato dei tuoi peccati, invocando il suo nome" Atti 22:16. L'apostolo aggiunge che il battesimo è pegno di perdono e di salvezza mediante la risurrezione di Gesù Cristo che garantisce compiuta la giustificazione del peccatore a lui unito per fede ed assicura il trionfo in esso della vita nuova.

Riferimenti incrociati:

1Pietro 3:21

Rom 5:14; 1Co 4:6; Eb 9:24; 11:19
Mat 28:19; Mar 16:16; At 2:38; 22:16; Rom 6:3-6; 1Co 12:13; Ga 3:27; Ef 5:26; Col 2:12; Tit 3:5-7
Ez 36:25,26; Zac 13:1; 2Co 7:1
At 8:37; Rom 10:9,10; 2Co 1:12; 1Ti 6:12
1P 1:3

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata