Nuova Riveduta:

Atti 12:1

Erode Agrippa fa uccidere Giacomo; Pietro liberato dal carcere
(At 5:17-24; Da 6:16-23; Is 49:24-25; Eb 1:14) Ap 2:10; Mt 18:19-20
In quel periodo il re Erode cominciò a maltrattare alcuni della chiesa;

C.E.I.:

Atti 12:1

In quel tempo il re Erode cominciò a perseguitare alcuni membri della Chiesa

Nuova Diodati:

Atti 12:1

Erode fa morire Giacomo; Pietro liberato dal carcere; morte di Erode
Or in quel tempo il re Erode cominciò a perseguitare alcuni membri della chiesa.

Riveduta 2020:

Atti 12:1

Giacomo ucciso e Pietro arrestato
In quel periodo il re Erode iniziò a maltrattare alcuni della chiesa

La Parola è Vita:

Atti 12:1

Arresto di Pietro.
In quel periodo, il re Erode si mise a perseguitare alcuni credenti,

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Atti 12:1

Erode Agrippa fa uccidere Giacomo. Pietro liberato dal carcere. - Morte di Erode
Or intorno a quel tempo, il re Erode mise mano a maltrattare alcuni della chiesa;

Martini:

Atti 12:1

Erode, ucciso Giacomo, fa metter Pietro in prigione, volendo dopo la Pasqua condurlo davanti al popolo per farlo morire. Ma facendo continuamente orazione per lui la Chiesa, tratto fuora coll'aiuto di un Angelo, portò grande allegrezza a' fratelli. Messe alla tortura le guardie della prigione, Erode va a Cesarea, e mentre non rigetta gli onori divini offertigli dal popolo, è percosso da un Angelo, e mangiato da' vermi sen muore.
In quel tempo medesimo il re Erode cominciò a maltrattare alcuni della Chiesa.

Diodati:

Atti 12:1

OR intorno a quel tempo il re Erode mise le mani a straziare alcuni di que' della chiesa.

Commentario:

Atti 12:1

6. LA PERSECUZIONE SOTTO ERODE AGRIPPA I. - Atti 12:1-25:

La sesta sezione ha quattro parti:

1. IL MARTIRIO DI GIACOMO (Atti 12:1-2);

2. LA CATTURA E LA MIRA COLOSA LIBERAZIONE DI PIETRO (Atti 12:3-11);

3. UN SANTUARIO DOMESTICO DEL SECOLO APOSTOLICO (Atti 12:12-19);

4. LA MORTE DI ERODE AGRIPPA I (Atti 12:20-25).

1. Il martirio di Giacomo (Atti 12:1-2)

Il re Erode.

Erode il grande, di cui è fatta menzione in Luca 1:5; Matteo 2:1, ebbe per lo meno dieci mogli. Una di queste mogli, che si chiamò Mariamna I (perché ce ne fu una seconda), gli dette due figli; l'uno dei quali fu Aristobulo, il padre dell'Erode del nostro testo. Un'altra moglie, una samaritana per nome Maltace, gli dette Erode Antipa, che fu l'Erode della Storia del Battista, e di cui è parlato in Luca 3:1; 8:3; Matteo 14:1 e seg.; Luca 3:19; Atti 13:1. Cosicchè l'Erode del nostro testo ebbe a zio l'assassino del Battista ed a nonno il persecutore di Gesù. Il nostro Erode si chiamava veramente Agrippa ed avea passato la sua gioventù a Roma, dov'era stato compagno d'orgia del principe Caio (Caligola). Questi, salito al trono nel 37, regalò ad Agrippa il principato della Batanea (Basan dell'Antico T.) che era appunto rimasto vacante per la morte di un altro zio di Agrippa stesso di Filippo il tetrarca, cioè, che Erode il grande aveva avuto da un'altra delle dieci mogli, chiamata Cleopatra. Due anni dopo, Agrippa, allorchè il tetrarca Antipa (cioè, lo zio Erode, assassino di Giovanni) fu cacciato in esilio, Agrippa, dico, fu investito del principato della Galilea. Agrippa se ne stava a Roma e vi dilapidava le entrate dei suoi due principati. Quando pero Claudio succedette a Caio, il nuovo imperatore, in ricompensa dei servigi resigli dal principe giudeo nel tempo della successione al trono, gli dette il titolo di re e tutte le terre che il nonno di lui, Erode il grande, avea possedute; vale a dire, la Giudea propriamente detta, la Samaria e l'Idumea (Vedi Gius. Flavio. Antichità libro 19, cap. 5, § 1). Questo avveniva nel 41. Da quel tempo, Agrippa si stabilì in Palestina: e con una savia politica di conciliazione seppe guadagnarsi l'affetto dei giudei, che erano stanchi dei loro sottoprefetti superbi ed assetati di danaro. Morì nel 44, dopo tre soli anni di regno; e, morto lui, la Giudea fu di nuovo amministrata da procuratori romani. Questo Agrippa lascio tre figli; un maschio e due femmine, che vedremo tutti e tre comparire sulla scena della nostra istoria: Agrippa II Atti 25-26; Drusilla, moglie del procuratore Felice Atti 24:24 e Berenice celebre per le sue avventure e nota per aver tenute le chiavi del cuor di Vespasiano (Tacito, Hist. 2:81) e del figliuolo Tito (Svetonio, Titus, 7).

Riferimenti incrociati:

Atti 12:1

At 4:30; 9:31; Lu 22:53
Mat 10:17,18; 24:9; Giov 15:20; 16:2

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata