Nuova Riveduta:

Matteo 5:9

Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio.

C.E.I.:

Matteo 5:9

Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.

Nuova Diodati:

Matteo 5:9

Beati coloro che si adoperano per la pace, perché essi saranno chiamati figli di Dio.

La Parola è Vita:

Matteo 5:9

Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 5:9

Beati quelli che s'adoperano alla pace, perché essi saran chiamati figliuoli di Dio.

Martini:

Matteo 5:9

Beati i pacifici: perché saranno chiamati figli di Dio.

Diodati:

Matteo 5:9

Beati i pacifici, perciocchè saranno chiamati figliuoli di Dio.

Commentario abbreviato:

Matteo 5:9

3 Versetti 3-12

Il nostro Salvatore ci dà otto caratteri di persone benedette, che rappresentano le principali grazie di un cristiano. 1. I poveri in spirito sono felici. Questi portano la mente alla loro condizione, quando è una condizione bassa. Sono umili e bassi ai loro stessi occhi. Vedono la loro mancanza, piangono la loro colpa e hanno sete di un Redentore. Il regno della grazia è per loro; il regno della gloria è per loro. 2. Quelli che piangono sono felici. Sembra che qui si intenda quel dolore divino che opera il vero pentimento, la vigilanza, l'umiltà d'animo e la continua dipendenza, per l'accettazione, dalla misericordia di Dio in Cristo Gesù, con la costante ricerca dello Spirito Santo, per purificare il male rimanente. Il cielo è la gioia di nostro Signore; un monte di gioia, al quale si arriva attraverso una valle di lacrime. Tali persone in lutto saranno consolate dal loro Dio. 3. I miti sono felici. I miti sono coloro che si sottomettono tranquillamente a Dio, che sopportano gli insulti, che tacciono o rispondono con dolcezza, che, nella loro pazienza, mantengono il possesso della propria anima, quando difficilmente possono mantenere il possesso di qualsiasi altra cosa. Questi miti sono felici, anche in questo mondo. La mitezza favorisce la ricchezza, il benessere e la sicurezza anche in questo mondo. 4. Coloro che hanno fame e sete di giustizia sono felici. La rettitudine è qui riferita a tutte le benedizioni spirituali. Queste sono acquistate per noi dalla giustizia di Cristo, confermata dalla fedeltà di Dio. I nostri desideri di benedizioni spirituali devono essere sinceri. Anche se tutti i desideri di grazia non sono grazia, tuttavia un desiderio come questo è un desiderio di Dio che si eleva, e non abbandonerà l'opera delle sue mani. 5. I misericordiosi sono felici. Non solo dobbiamo sopportare pazientemente le nostre afflizioni, ma dobbiamo fare tutto il possibile per aiutare coloro che sono in miseria. Dobbiamo avere compassione delle anime altrui e aiutarle; compatire coloro che sono nel peccato e cercare di strapparli come marchi dal fuoco. 6. I puri di cuore sono felici, perché vedranno Dio. Qui santità e felicità sono pienamente descritte e messe insieme. Il cuore deve essere purificato dalla fede e conservato per Dio. Crea in me un cuore così pulito, o Dio. Solo i puri sono in grado di vedere Dio, né il cielo sarebbe felicità per gli impuri. Come Dio non può sopportare di guardare la loro iniquità, così essi non possono guardare la sua purezza. 7. I costruttori di pace sono felici. Amano, desiderano e si dilettano nella pace e studiano per essere tranquilli. Mantengono la pace affinché non venga infranta e la recuperano quando viene infranta. Se i pacificatori sono benedetti, guai a chi rompe la pace! 8. Coloro che sono perseguitati per amore della giustizia sono felici. Questo detto è peculiare del cristianesimo ed è più insistito di tutti gli altri. Tuttavia, non c'è nulla nelle nostre sofferenze che possa meritare da Dio; ma Dio farà in modo che coloro che perdono per lui, anche se la vita stessa, non perdano da lui alla fine. Gesù benedetto, quanto sono diverse le tue massime da quelle degli uomini di questo mondo! Essi chiamano felici i superbi e ammirano i gaudenti, i ricchi, i potenti e i vittoriosi. Che possiamo trovare la misericordia del Signore; che possiamo essere posseduti come suoi figli ed ereditare il suo regno. Con questi piaceri e queste speranze, possiamo accogliere allegramente le circostanze basse o dolorose.

Riferimenti incrociati:

Matteo 5:9

1Cron 12:17; Sal 34:12; 120:6; 122:6-8; At 7:26; Rom 12:18; 14:1-7; 14:17-19; 1Co 6:6; 2Co 5:20; 13:11; Ga 5:22; Ef 4:1; Fili 2:1-3; 4:2; Col 3:13; 2Ti 2:22-24; Eb 12:14; Giac 1:19,20; 3:16-18
Mat 5:45,48; Sal 82:6,7; Lu 6:35; 20:36; Ef 5:1,2; Fili 2:15,16; 1P 1:14-16

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia


     

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia


      


     

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata