Nuova Riveduta:

Romani 11:28

Per quanto concerne il vangelo, essi sono nemici per causa vostra; ma per quanto concerne l'elezione, sono amati a causa dei loro padri;

C.E.I.:

Romani 11:28

Quanto al vangelo, essi sono nemici, per vostro vantaggio; ma quanto alla elezione, sono amati, a causa dei padri,

Nuova Diodati:

Romani 11:28

Quanto all'evangelo, essi sono nemici per causa vostra, ma quanto all'elezione, sono amati a causa dei padri,

Riveduta 2020:

Romani 11:28

Per quanto concerne l'Evangelo, essi sono nemici per causa vostra, ma quanto all'elezione sono amati per via dei loro padri,

La Parola è Vita:

Romani 11:28

Adesso gli Ebrei sono nemici del Vangelo. Lo odiano addirittura. Ma questo è stato un bene per voi, perché ne è risultato che Dio ha dato i suoi doni a voi che non siete Ebrei. Però, nonostante tutto, gli Ebrei sono ancora amati da Dio, grazie alla promessa fatta ad Abramo, Isacco e Giacobbe.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Romani 11:28

Per quanto concerne l'Evangelo, essi sono nemici per via di voi; ma per quanto concerne l'elezione, sono amati per via dei loro padri;

Martini:

Romani 11:28

Riguardo al Vangelo, nemici per cagione di voi: riguardo poi alla elezione, carissimi per cagione de' padri.

Diodati:

Romani 11:28

Ben son essi nemici, quant'è all'evangelo, per voi; ma quant'è all'elezione, sono amati per i padri.

Commentario:

Romani 11:28

Considerando, da una parte, lo stato presente d'Israele e, dall'altra, il luminoso avvenire rivelato all'occhio profetico dell'Apostolo, il popolo giudeo, si trova ad essere oggetto, ad un tempo, della inimicizia e dell'amor di Dio.

Per quanto concerne l'Evangelo,

cioè: avuto riguardo al loro atteggiamento d'ostinata incredulità di fronte al Vangelo di Cristo,

essi sono nemici,

considerati e trattati da Dio come nemici, oggetti della sua santa riprovazione (cfr. Romani 5:10);

per via di voi;

lett. per cagion di voi, vale a dire: a vostro beneficio, come fu spiegato in Romani 11:11-12 e lo è ancora in Romani 11:30, inquantochè per il giudicio di cui Dio, li ha colpiti, l'Evangelo vi è giunto più rapidamente e forse più puramente talchè ne siete divenuti, per un tempo, i depositari ed i banditori.

ma per quanto concerne l'elezione,

l'atto sovrano con cui Dio scelse la progenie d'Abramo a suo popolo speciale,

essi sono amati da Dio per via dei padri,

della benevolenza dimostrata e delle promesse fatte ai padri della nazione, che furono fedeli Luca 1:54.

Riferimenti incrociati:

Romani 11:28

Rom 11:11,30; Mat 21:43; At 13:45,46; 14:2; 18:6; 1Te 2:15,16
Rom 11:7; Is 41:8,9
Ge 26:4; 28:14; Lev 26:40-42; De 4:31; 7:7,8; 8:18; 9:5; 10:15; Sal 105:8-11; Ger 31:3; Mic 7:20; Lu 1:54,68-75

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata