Nuova Riveduta:

Marco 15:34

All'ora nona, Gesù gridò a gran voce: «Eloì, Eloì lamà sabactàni?» che, tradotto, vuol dire: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato

C.E.I.:

Marco 15:34

Alle tre Gesù gridò con voce forte: Eloì, Eloì, lemà sabactàni?, che significa: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?

Nuova Diodati:

Marco 15:34

E all'ora nona, Gesù gridò a gran voce: «Eloì, Eloì, lammà sabactanì?». Che, tradotto vuol dire: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?».

Riveduta:

Marco 15:34

Ed all'ora nona, Gesù gridò con gran voce: Eloì, Eloì, lamà sabactanì? il che, interpretato, vuol dire: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?

Diodati:

Marco 15:34

Ed all'ora di nona, Gesù gridò con gran voce, dicendo: Eloi, Eloi, lamma sabactani? il che, interpretato, vuol dire: Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?

Commentario abbreviato:

Marco 15:34

33 Versetti 33-41

C'era una fitta oscurità sul paese, da mezzogiorno alle tre del pomeriggio. I Giudei stavano facendo del loro meglio per spegnere il Sole di giustizia. Le tenebre indicavano la nube sotto cui si trovava l'anima umana di Cristo, quando la stava offrendo per il peccato. Egli non si lamentò che i suoi discepoli lo avessero abbandonato, ma che suo Padre lo avesse abbandonato. In questo modo, in particolare, si è fatto peccato per noi. Quando Paolo doveva essere offerto in sacrificio per il servizio dei santi, poteva rallegrarsi ed esultare, Fili 2:17; ma è un'altra cosa essere offerto in sacrificio per il peccato dei peccatori. Nello stesso istante in cui Gesù morì, il velo del tempio fu squarciato da cima a fondo. Questo fatto incuteva terrore ai Giudei increduli ed era un segno della distruzione della loro chiesa e della loro nazione. Per tutti i cristiani credenti è motivo di conforto, perché significa che il sangue di Gesù ha aperto una via nuova e vivente verso il santissimo. La fiducia con cui Cristo si era rivolto apertamente a Dio come suo Padre, affidando la sua anima nelle sue mani, sembra aver colpito molto il centurione. La giusta visione di Cristo crocifisso riconcilia il credente con il pensiero della morte; egli desidera vedere, amare e lodare, come deve, quel Salvatore che è stato ferito e trafitto per salvarlo dall'ira a venire.

Riferimenti incrociati:

Marco 15:34

Dan 9:21; Lu 23:46; At 10:3
Sal 22:1; Mat 27:46; Eb 5:7
Sal 27:9; 42:9; 71:11; Is 41:17; Lam 1:12; 5:20

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata