Deuteronomio 11

1 Capitolo 11

La grande opera compiuta da Dio per Israele Dt 11:1-7

Promesse e minacce Dt 11:8-17

È necessario uno studio accurato della Parola di Dio Dt 11:18-25

Le benedizioni e le maledizioni esposte Dt 11:26-32

Versetti 1-7

Osservate la connessione di questi due elementi: "Amerai il Signore e osserverai i suoi ordini". L'amore opererà nell'obbedienza, e l'obbedienza accettabile è solo quella che scaturisce da un principio d'amore, 1Giovanni 5:3. Mosè racconta alcune delle grandi e terribili opere di Dio che i loro occhi avevano visto. Ciò che i nostri occhi hanno visto, specialmente nei primi giorni, dovrebbe influenzarci e renderci migliori molto tempo dopo.

8 Versetti 8-17

Mosè pone davanti a loro, per il futuro, la vita e la morte, la benedizione e la maledizione, a seconda che abbiano o meno osservato il comandamento di Dio. Il peccato tende ad accorciare i giorni di tutti gli uomini e ad accorciare i giorni di prosperità di un popolo. Dio li benedirà con l'abbondanza di ogni bene, se lo ameranno e lo serviranno. La pietà ha la promessa della vita attuale; ma il favore di Dio metterà gioia nel cuore, più dell'aumento del grano, del vino e dell'olio. La rivolta da Dio agli idoli sarebbe certamente la loro rovina. Fate attenzione che i vostri cuori non si ingannino. Chi abbandona Dio per affidarsi a una creatura qualsiasi, si troverà miseramente ingannato, con la sua stessa distruzione; e questo peggiorerà il fatto che è stato per mancanza di attenzione.

18 Versetti 18-25

Che tutti siano guidati dalle tre regole qui riportate. 1. Che i nostri cuori siano pieni della Parola di Dio. Non ci saranno buone pratiche nella vita, se non ci saranno buoni pensieri, buoni affetti e buoni principi nel cuore. 2. Che i nostri occhi siano fissi sulla Parola di Dio, considerandola costantemente come guida del nostro cammino, come regola del nostro lavoro, Sal 119:30. 3. Che la nostra lingua si occupi della Parola di Dio. Non c'è nulla che contribuisca di più alla prosperità e al mantenimento della religione in una nazione che la buona educazione dei bambini.

26 Versetti 26-32

Mosè riassume tutti gli argomenti a favore dell'obbedienza in due parole, la benedizione e la maledizione. Incarica il popolo di scegliere quale scegliere. Mosè decise poi di fare una proclamazione pubblica e solenne della benedizione e della maledizione sui due monti Gherizim ed Ebal. Abbiamo infranto la legge e siamo sotto la sua maledizione, senza rimedio da parte nostra. Per misericordia, il Vangelo ci pone di nuovo davanti una benedizione e una maledizione. Una benedizione, se obbediamo alla chiamata al pentimento, alla fede in Cristo e alla novità di cuore e di vita attraverso di lui; una terribile maledizione, se trascuriamo questa grande salvezza. Accogliamo con gratitudine questa lieta novella di grande gioia e non induriamo il nostro cuore, ma ascoltiamo la voce di Dio mentre viene chiamata oggi e mentre ci invita a venire a Lui sul seggio della misericordia. Cerchiamo di rendere sicura la nostra chiamata e la nostra elezione.

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata