Deuteronomio 14

1 Capitolo 14

Gli israeliti per distinguersi dalle altre nazioni Dt 14:1-21

Rispetto dell'applicazione delle decime Dt 14:22-29

Versetti 1-21

Mosè racconta al popolo d'Israele come Dio avesse dato loro tre privilegi distintivi, che erano il loro onore, e figure di quelle benedizioni spirituali nelle cose celesti, con cui Dio ci ha benedetti in Cristo. Ecco l'elezione: "Il Signore ti ha scelto". Non li scelse perché fossero per loro stessa ammissione un popolo particolare rispetto alle altre nazioni, ma li scelse perché lo diventassero con la sua grazia; e così furono scelti i credenti, Ef 1:4. Ecco l'adozione: "Voi siete figli del Signore vostro Dio", non perché Dio avesse bisogno di figli, ma perché erano orfani e avevano bisogno di un padre. Ogni israelita spirituale è infatti figlio di Dio, partecipe della sua natura e del suo favore. Ecco la santificazione: "Tu sei un popolo santo". Al popolo di Dio è richiesto di essere santo e, se lo è, è in debito con la grazia di Dio che lo rende tale. Coloro che Dio sceglie come suoi figli, li formerà per essere un popolo santo e zelante nelle opere buone. Devono stare attenti a evitare tutto ciò che potrebbe disonorare la loro professione, agli occhi di coloro che osservano i loro errori. Il nostro Padre celeste non proibisce nulla se non per il nostro benessere. Non fare del male a te stesso; non rovinare la tua salute, la tua reputazione, le tue comodità domestiche, la tua pace mentale. Soprattutto non uccidere la tua anima. Non essere il vile schiavo dei tuoi appetiti e delle tue passioni. Non rendere miserabile chi ti circonda e miserabile te stesso, ma mira a ciò che è più eccellente e utile. Le leggi che consideravano impuri molti tipi di carne servivano a impedire che si mescolassero con i loro vicini idolatri. Il Vangelo dice chiaramente che queste leggi sono state abolite. Ma chiediamoci nel nostro cuore: siamo figli del Signore, nostro Dio? Siamo separati dal mondo empio, in quanto messi a parte della gloria di Dio, grazie all'acquisto del sangue di Cristo? Siamo soggetti all'opera dello Spirito Santo? Signore, insegnaci da questi precetti come deve vivere puro e santo tutto il tuo popolo!

22 Versetti 22-29

Era richiesta una seconda porzione dai prodotti della loro terra. L'intero progetto era evidentemente contro la cupidigia, la sfiducia e l'egoismo del cuore umano. Promuoveva la cordialità, la liberalità e l'allegria e raccoglieva un fondo per il soccorso dei poveri. Gli insegnamenti erano che la loro parte di mondo era più comoda se condivisa con i fratelli che erano nel bisogno. Se serviamo così Dio e facciamo del bene con ciò che abbiamo, è promesso che il Signore nostro Dio ci benedirà in tutte le opere della nostra terra. La benedizione di Dio è tutto per la nostra prosperità esteriore; senza questa benedizione, il lavoro delle nostre mani non porterà a nulla. La benedizione scende sulla mano che lavora. Non aspettarti che Dio ti benedica nella tua pigrizia e nel tuo amore per l'agio. E scende sulla mano che dà. Chi sparge, certamente aumenta; ed essere liberi e generosi nel sostenere la religione e qualsiasi opera buona è il modo più sicuro di prosperare.

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata