Osea 9

1 Capitolo 9

L'angoscia che si abbatte su Israele Os 9:1-6

L'avvicinarsi del giorno dei guai Os 9:7-10

Giudizi su Israele Os 9:11-17

Versetti 1-6

Israele premiava i propri idoli con le offerte presentate a loro. È frequente che chi è avaro in religione sia prodigo nei suoi desideri. Sono considerati idolatri coloro che amano una ricompensa nel campo di grano più di una ricompensa nel favore di Dio e nella vita eterna. Sono pieni di gioia per il raccolto e non hanno alcuna disposizione a piangere per il peccato. Quando facciamo del mondo e delle sue cose il nostro idolo e la nostra parte, è giusto che Dio ci mostri la nostra follia e ci corregga. Nessuno può sperare di abitare nella terra del Signore se non è soggetto alle sue leggi e non è influenzato dal suo amore. Quando godiamo dei mezzi della grazia, dobbiamo pensare a cosa fare se ci vengono tolti. Mentre i piaceri della comunione con Dio sono fuori dalla portata del cambiamento, i luoghi piacevoli acquistati con l'argento, o in cui gli uomini depositano l'argento, rischiano di andare in rovina. Nessuna carestia è così terribile come quella dell'anima.

7 Versetti 7-10

Un tempo le sentinelle spirituali d'Israele erano con il Signore, ma ora sono come la trappola di un uccellatore che intrappola le persone per la loro rovina. Il popolo era diventato corrotto come quello di Ghibea, Giudici 19; e i suoi crimini dovevano essere puniti allo stesso modo. All'inizio Dio aveva trovato Israele gradito a Lui, come l'uva per il viaggiatore nel deserto. Li vide con piacere come i primi fichi maturi. Questo dimostra la gioia che Dio provava per loro, ma essi seguivano l'idolatria.

11 Versetti 11-17

Dio si allontana da un popolo, o da una persona, quando ritira da essi la sua bontà e la sua misericordia; e quando il Signore si allontana, cosa può fare la creatura? Anche se per il momento sembra che le cose buone rimangano, la benedizione non c'è più se Dio se ne va. Anche i figli dovrebbero perire con i genitori. L'ira divina inaridisce la radice e fa appassire il frutto di tutte le comodità; e i Giudei dispersi ci avvertono ogni giorno di stare attenti, per evitare di trascurare o abusare del Vangelo. Tuttavia, ogni colpo non è un inaridimento della radice. Può darsi che Dio intenda colpire solo per far sì che la linfa si rivolga alla radice, affinché ci sia più grazia, più umiltà, pazienza, fede e abnegazione. È molto giusto che Dio porti il giudizio su coloro che non tengono conto della sua offerta di misericordia.

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata