quanti sono i DIECI comandamenti

Esodo 20-Deuteronomio 5

Questo studio si trova a http://vocechegrida.ning.com/profiles/blogs/quanti-sono-i-dieci.

Scritto da Pierluigi P..

3/7/2010

Numero di voti per questo studio: 0


appunto, quanti sono?
qualcuno potrebbe farsi una risata, oppure potrebbe iniziare a preoccuparsi per me...
ma la risposta non è così semplice e scontata, mi risponderai: DIECI !! lo dice pure il titolo...
ma siamo sicuri? puoi elencarmeli? e quali sono? di quali 10 comandamenti parliamo? quelli di Dio, o quelli che gli uomini spacciano per provenienti da Dio?

Iniziamo da quelli che ci hanno insegnato da ragazzini:
Io sono il Signore Dio tuo:
1 Non avrai altro dio all'infuori di Me.
2 Non nominare il nome di Dio invano.
3 Ricordati di santificare le feste.
4 Onora il padre e la madre.
5 Non uccidere.
6 Non commettere atti impuri.
7 Non rubare.
8 Non dire falsa testimonianza.
9 Non desiderare la donna d'altri.
10 Non desiderare la roba d'altri.

Ecco qua, questi non sono i dieci comandamenti, sono qualcosa che gli assomigliano, ma non sono certo quelli di Dio, questa che segue è la traduzione letterale dell'originale ebraico di Esodo capitolo 20 versetti da 1 a 17:

E Dio pronunciò tutte queste parole dicendo così:
Io sono il Signore tuo Dio, che ti fece uscire dal paese d'Egitto, dalla casa degli schiavi.
1° Non avrai altri dèi al mio cospetto.
2° Non farti alcuna scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque al di sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li adorare, perché io, il Signore tuo Dio, sono un Dio geloso che punisce il peccato dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione per coloro che mi odiano, e uso bontà fino alla millesima generazione, per coloro che mi amano ed osservano i miei comandamenti.
3° Non pronunciare il nome del Signore Dio tuo invano; perché il Signore non lascerà impunito chi avrà pronunciato il suo nome invano.
4° Ricordati del giorno del sabato per santificarlo. Durante sei giorni lavorerai e compirai ogni tua opera ma il settimo è giorno di totale cessazione del lavoro e dedicato al Signore Dio tuo. Non farai alcun lavoro né tu né tuo figlio né tua figlia né il tuo schiavo né la tua schiava né il tuo bestiame né il forestiero che si trova nella tua città poiché in sei giorni il Signore creò il cielo e la terra, il mare e tutto ciò che contengono, riposò nel settimo giorno e per questo il Signore ha benedetto il settimo giorno santificandolo.
5° Onora tuo padre e tua madre, affinché si prolunghino i tuoi giorni sulla terra che il Signore tuo Dio ti dà.
6° Non uccidere.
7° Non commettere adulterio.
8° Non rubare.
9° Non fare falsa testimonianza contro il tuo prossimo.
10° Non desiderare la casa del tuo prossimo; non desiderare sua moglie, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna cosa che appartenga al tuo prossimo.

Notiamo che qualcosa non torna, se vuoi puoi confrontare questi versetti con la versione del Decalogo che si trova in un altro libro del vecchio testamento, Deuteronomio capitolo 5, ma vedrai che la differenza permane: nella versione della Bibbia c'è un comandamento in più !!! oltre ovviamente al 4 comando che è differente, cioè quello del settimo giorno contrapposto alle "feste".
Ma può essere che la versione che conosciamo noi ha un comandamento in meno? è così, infatti, il cattolicesimo romano ne ha sempre insegnati 9, ed ha provveduto a tagliare il decimo comandamento in due, per far tornare il numero 10 (!!!).

Perchè? il perchè credo sia lampante se leggiamo con attenzione il comandamento che manca:
2° Non farti alcuna scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque al di sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li adorare, perché io, il Signore tuo Dio, sono un Dio geloso che punisce il peccato dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione per coloro che mi odiano, e uso bontà fino alla millesima generazione, per coloro che mi amano ed osservano i miei comandamenti.

Non voglio addentrarmi a fondo in ciò che stiamo leggendo, anche perchè credo che non ce ne sia bisogno, il desiderio di Dio è molto chiaro, anzi, il "comando" di Dio è oltremodo chiaro e tassativo e non credo ci sia neppure il bisogno di esaminare la traduzione dall'ebraico, al greco, all'italiano... sarebbe un lavoro molto secondario, il problema non è l'interpretazione di queste righe, il problema è che queste righe ci sono state nascoste da chi avrebbe dovuto invece trasmetterci il Consiglio di Dio.

Quindi Dio dice: NON FABBRICARE, non solo "NON PROSTRARTI" davanti a statue e immagini, ma dice espressamente di NON FARLE, e cosa succede se non rispettiamo tale ordine? Iddio riverserà la punizione di quel peccato persino sui figli e sui figli dei figli di chi lo commette;
fa male sentire questo, e non so se fa più male sapere che Dio è così drastico, o sapere che comunque l'uomo con i suoi mille sotterfugi e sofismi riesce a scavalcare questi avvertimenti di un Dio che si autodefinisce estremamente GELOSO e risoluto nelle sue punizioni.

Io vedo che i luoghi di culto della tanto cristiana Italia (e non solo l'Italia certamente), sono così tappezzati di statue e di immagini, tanto da vacillare nel dubbio che Dio abbia sbagliato a scrivere, forse voleva scrivere che si DEVONO fare immagini... mi tornerebbe più logico, sicuramente. Iddio che scrive? si si, di solito Dio ha fatto scrivere, Egli ha dettato, e quindi i libri ispirati della Bibbia hanno per autore Dio, ma i comandamenti li ha scritti direttamente Lui con il Suo dito, non Mosè come qualcuno pensa, no no, leggete qui:

Esodo 31:18 Quando il Signore ebbe finito di parlare con Mosè sul monte Sinai, gli diede le due tavole della Testimonianza, tavole di pietra, scritte dal dito di Dio.

Esodo 32:16 Le tavole erano opera di Dio, la scrittura era scrittura di Dio, scolpita sulle tavole.

Esodo 34:28 Mosè rimase con il Signore quaranta giorni e quaranta notti senza mangiar pane e senza bere acqua. Il Signore scrisse sulle tavole le parole dell'alleanza, le dieci parole.

Deuteronomio 4:12-13 Il Signore vi parlò dal fuoco; voi udivate il suono delle parole ma non vedevate alcuna figura; vi era soltanto una voce. Egli vi annunciò la sua alleanza, che vi comandò di osservare, cioè i dieci comandamenti, ed Egli li scrisse su due tavole di pietra.

E questa operazione Iddio l'ha compiuta due volte, e sì, perchè la prima iscrizione di Dio è stata distrutta da Mosè che ruppe le tavole di pietra quando prima di consegnarle vide che il popolo si era costruito un vitello d'oro durante la sua assenza (leggi pure il capitolo 34 di Esodo per vedere come sono andati i fatti), ecco il riporto della seconda iscrizione operata sempre da Dio:

Esodo 34:1 Poi il Signore disse a Mosè: «Taglia due tavole di pietra come le prime. Io scriverò su queste tavole le parole che erano sulle tavole di prima, che hai spezzate.

Deuteronomio 10:1-4 In quel tempo il Signore mi disse: Tàgliati due tavole di pietra simili alle prime e sali da me sul monte e costruisci anche un'arca di legno; io scriverò su quelle tavole le parole che erano sulle prime che tu hai spezzato e tu le metterai nell'arca. Io feci dunque un'arca di legno d'acacia e tagliai due tavole di pietra simili alle prime; poi salii sul monte, con le due tavole in mano. Il Signore scrisse su quelle tavole la stessa iscrizione di prima, cioè i dieci comandamenti che il Signore aveva promulgati per voi sul monte, in mezzo al fuoco, il giorno dell'assemblea. Il Signore me li consegnò.

Ecco, io mi domando come un uomo, o più uomini, possano avere l'arroganza, e l'audacia, di non solo cambiare ciò che è stato scritto da Dio con il Suo dito come per il 4° comando sul riposo settimanale, dove Dio parla di sè stesso, e si presenta come il creatore del cielo e della terra e di tutto, ma di defalcare completamente un intero comando per giustificare il proprio peccato e le proprie sporche opere e i propri ignobili insegnamenti, non c'è!! non c'è!! non c'è giustificazione che tenga!!!

E' pur vero che dalla bibbia non sono stati tolti mai tali versetti, ma è pur vero che la Bibbia era il primo della lista dei libri proibiti, e lo è stato per secoli e secoli, e anche oggi, dopo anni che è avvenuto il Concilio Vaticano, è comunque un tabù dar credito a quello che la Bibbia riporta, e non solo, ma semplicemente sapere quello che vi è scritto è qualcosa di eccezionale, qualcosa per pochi, altrimenti, come mai cadi dalle nuvole ora che ti ho presentato il secondo comandamento scritto da Dio? non sei tu cristiano? non sei tu forse battezzato?

Non voglio infierire oltre, ti lascio invitandoti a meditare su questi versi:

Deuteronomio 4:2 Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando e non ne toglierete nulla; ma osserverete i comandi del Signore Dio vostro che io vi prescrivo.

Deuteronomio 4:15-16 Poiché dunque non vedeste alcuna figura, quando il Signore vi parlò sull'Oreb dal fuoco, state bene in guardia per la vostra vita, perché non vi corrompiate e non vi facciate l'immagine scolpita di qualche idolo, la figura di maschio o femmina...

Marco 7:8-9 Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini. E aggiungeva: Siete veramente abili nell'eludere il comandamento di Dio, per osservare la vostra tradizione.

Luca 4:8 Gesù gli rispose: «Sta scritto: Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai, lui solo adorerai.

Giovanni 4:23-24 Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; perché il Padre cerca tali adoratori. Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità.

Giovanni 14:13-14 Qualunque cosa chiederete nel nome mio, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.

Colossesi 2:8 Badate che nessuno vi inganni con la sua filosofia e con vuoti raggiri ispirati alla tradizione umana, secondo gli elementi del mondo e non secondo Cristo.

Romani 1:24-25 Perciò Dio li ha abbandonati all'impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi, poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno VENERATO e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.