Nabucodonosor

Il re di Babilonia (605-562 a.C.); padre di Evilmerodac. Come capo dell'esercito, sconfisse Neco di Egitto a Carchemis e poi assediò Gerusalemme e deportò Daniele (1) ed altri Giudei Ger 46; Dan 1:1-2. Subito dopo diventò re, e per tre anni Giuda (1) gli fu sottomesso 2Re 24:1; Ger 25:1. Quando fu sconfitto dall'Egitto nel 601 a.C., il re Eliachim (3) si alleò con l'Egitto nonostante gli avvertimenti di Geremia (5) Ger 27:1-11. Nabucodonosor ritornò nel 599-598 a.C. per sconfiggere Chedar (2) e Asor (5) Ger 49:28-33. L'anno seguente sconfisse Giuda conducendo il re a Babilonia 2Re 24:10-16; 2Cr 36:6-7; Esd 1:7; 5:14; 6:5. L'anno seguente ritornò per prendere anche Ioiachin, il nuovo re 2Cr 36:9-10; Est 2:6; Ger 22:24-25; 24:1; 27:19-22; 28:1-14; 29:1-3; Bar 1:9,11-12; 6:1. Nel 587 a.C. catturò di nuovo Gerusalemme, distruggendo la città e deportando tutti i capi a Babilonia 2Re 25:1-22; 1Cr 6:15; 2Cr 36:13-21; Esd 2:1; 5:12; Ne 7:6; Ger 21:2,7; 32:1-5,28; 34:1; 39:1-11; 44:30; 52:4-30. In questo periodo cominciò l'assedio di Tiro, che durò 13 anni Ez 26:7; 29:18-19. Intanto, nel primo anno del suo regno Daniele (1) e i suoi amici furono presentati davanti a Nabucodonosor Da 1:18; nel suo secondo anno Daniele interpretò il suo sogno Dan 2; più tardi nel suo regno il re fece costruire una statua d'oro Dan 3, e poi ebbe un altro sogno e diventò come una bestia Dan 4. Morì nel 562 a.C. e suo figlio (probabilmente suo nipote) Baldassar diventò re Dan 5:2,11,18. Il libro di Giuditta parla di Nabucodonosor, ma non è storico (fra altro, afferma che era il re di Assiria).

Trova nome:

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z